A2A Group Website

Contacts

LOCATIONS
Brescia Milan Bergamo
Via Lamarmora 230 -25124 BRESCIA
Phone +39  030 35531 - Fax +39  030 3553204
info@a2a.eu
 


How to reach it

Corso di Porta Vittoria, 4 - 20122 MILAN
Phone +39 02 77201 - Fax +39 02 77203920
infomi@a2a.eu
 

How to reach it

Via Suardi 26 - 24124 BERGAMO
Phone +39 035.351.111 - Fax +39 035.246645
infobg@a2a.eu
 


How to reach it

CLIENTS
Brescia

Toll free number

800 011 639
(from Monday to Friday from 8.30 to 17.00)

Customer centre
Via Lamarmora, 230
(Monday, Tuesday, Thursday 8.15 - 13.00,  14.00 - 15.30
Wednesday 8,15 - 15,30
Friday 8.15 - 13.00
Milano

Toll free number
800 199 955
(from Monday to Friday from 8.30 to 17.00)

For calls from mobile or from abroad 
02 36609191
(from Monday to Friday from 8.30 to 17.00)

DTS  (Telephone system for hearing-impaired people)
02 77203222
(from Monday to Friday from 8.30 to 17.00)

Customer centre
Via Francesco Sforza, 12
(from Monday to Friday  from 8.30 to 16.00)

Bergamo

Toll free number
800 012 012
(from Monday to Friday from 8.30 to 17.00)

Customer centre
Via Suardi, 26 - Bergamo
(from Monday to Friday  from 8.00 to 12.30 and from 14.00 to 16)

INSTITUTIONAL
Direction of Communication and External Relations Investors

Direction:
Phone  +39 02 77204583
Fax +39 02 77203591
segreteriacre@a2a.eu  

Press office:
ufficiostampa@a2a.eu  

Social Responsibility
Phone +39 02 77204175 
Fax +39 02 77203535
sostenibilita@a2a.eu

A2A Investor Relations Team
ir@a2a.eu

Estratto dei patti parasociali pubblicati in Consob ai sensi dell’art. 122 del D.Lgs. 24.02.1998, n. 58

A2A S.P.A.

Il Comune di Brescia (c.f. 00761890177) e il Comune di Milano (c.f. 01199250158) in data 01 febbraio 2017 hanno sottoscritto un Accordo Parasociale (l’”Accordo”), relativo all’assetto proprietario e alla corporate governance della Società A2A S.p.a. (“A2A”), che sostituisce ogni precedente accordo e che si riporta per estratto:

1. SOCIETA’ I CUI STRUMENTI FINANZIARI SONO OGGETTO DELLE PATTUIZIONI
L’Accordo, ha ad oggetto A2A, società avente sede in Brescia – Via Lamarmora n. 230, iscritta nel Registro delle Imprese di Brescia col seguente numero di codice fiscale 11957540153 e iscritta al R.E.A. di Brescia al n. 493995, capitale sociale di Euro 1.629.110.744,04, diviso in numero 3.132.905.277 azioni ordinarie del valore nominale unitario di Euro 0,52 caduna.

2. AZIONI OGGETTO DELLE PATTUIZIONI
Sono oggetto dell’Accordo n. 1.315.820.218 azioni ordinarie della Società, rappresentative del 42% del capitale sociale della Società, e precisamente per il Comune di Brescia numero 657.910.109 (seicentocinquantasettemilioninovecentodiecimilacentonove) azioni, pari al 21% del capitale sociale, e per il Comune di Milano numero 657.910.109 (seicentocinquantasettemilioninovecentodiecimilacentonove) azioni, pari al 21% del capitale sociale.

3. SOGGETTI ADERENTI ALL’ACCORDO
Sono parti dell’Accordo: (i) il Comune di Brescia, il quale detiene n. 783.226.321 azioni ordinarie della Società rappresentative del 25,000000056% del capitale sociale della stessa; e (ii) il Comune di Milano, il quale detiene n. 783.226.321 azioni ordinarie della Società, rappresentative del 25,000000056% del capitale sociale della stessa.

4. CONTENUTO DELL’ACCORDO
4.1 Principi fondamentali.
I Comuni concordano sui seguenti principi fondamentali relativi all’assetto proprietario e di corporate governance della Società:

(a) i Comuni si impegnano a mantenere sindacato un pari numero di azioni complessivamente rappresentativo del 42% (quarantadue per cento) del capitale sociale di A2A;
(b) i Comuni si impegnano a gestire in modo coordinato la propria partecipazione nella Società, per quel che concerne le Azioni sindacate, riconoscendosi reciprocamente identico ruolo ed identici poteri;
(c) la gestione coordinata da parte dei Comuni della partecipazione nella Società rappresentata dalle Azioni sindacate avverrà in modo stabile e dovrà durare nel tempo, nella misura massima consentita dalla legge e dalle disposizioni dello statuto della Società;
(d) i Comuni intendono perseguire, nella loro qualità di soci di riferimento, l’obiettivo del miglioramento e dell’ottimizzazione dei servizi resi alla collettività dalla Società;

4.2. Limiti al trasferimento ed all’acquisto di azioni della Società. Divieto di stipula di altri accordi parasociali.
Ciascun Comune si impegna, in nome e per conto proprio, nonché per conto delle rispettive società Controllate, delle istituzioni, delle aziende speciali, e degli enti posseduti e/o Controllati, dei quali tutti ciascun Comune garantisce il comportamento anche ai sensi e per gli effetti dell’art. 1381 c.c., a non stipulare con soggetti diversi dall’altro Comune accordi di qualunque genere, ivi compresi patti parasociali, relativi alla Società e/o alle Azioni.

4.3. Voto
Con riferimento alle Azioni non sindacate, i Comuni si impegnano a non esercitare il relativo diritto di voto in modo divergente rispetto alle Azioni sindacate.

4.4. Corporate governance della Società.
I Comuni si impegnano:

  • a rispettare e a fare in modo che sia sempre rispettato il principio di pariteticità tra i rappresentanti dei Comuni nel Consiglio di Amministrazione e nell’eventuale Comitato Esecutivo;
  • a fare in modo che il Consiglio di Amministrazione sia composto da 12 (dodici) componenti eletti dall’assemblea, di cui 9 (nove) componenti tratti dalla lista che ha ottenuto il maggior numero di voti e 3 (tre) componenti dalle liste diverse dalla precedente;
  • in occasione di ogni assemblea convocata per deliberare la nomina di un nuovo Consiglio di Amministrazione, a presentare congiuntamente una lista di nominativi, in possesso di elevate qualità professionali, nella quale almeno 8 siano indicati alternativamente dal Comune di Milano e dal Comune di Brescia ed uno sarà indicato congiuntamente dai due Comuni. Il primo candidato della lista sarà eletto Presidente del Consiglio di Amministrazione mentre il secondo candidato della lista sarà eletto Vice Presidente del C.d.A.;
  • a rispettare il principio dell’alternanza nella formazione della lista; alla prima nomina del C.d.A. il primo candidato della lista sarà indicato dal Comune di Brescia.
  • a dare specifici indirizzi ai propri rappresentanti nel Consiglio di Amministrazione affinché venga nominato Amministratore delegato il soggetto che è stato indicato congiuntamente.
  • a garantire, all’interno della lista congiuntamente presentata ed in maniera paritetica, il rispetto della normativa di equilibrio tra i generi negli organi delle società quotate.

4.5. Collegio Sindacale.
Il Collegio Sindacale sarà composto da 3 (tre) membri effettivi e 2 (due) supplenti.
I Comuni convengono che, ai fini della nomina del Collegio Sindacale, essi presenteranno una lista comune di candidati nella quale il Comune di Brescia e il Comune di Milano indicheranno un candidato ciascuno come membro effettivo e un candidato come membro supplente, indicato alternativamente ad ogni nomina del Collegio Sindacale, fermo restando che il Presidente del Collegio Sindacale verrà nominato dall’assemblea fra i Sindaci individuati dalla minoranza. I Comuni si impegnano a garantire, all’interno della lista congiuntamente presentata, il rispetto della normativa di equilibrio tra i generi negli organi delle società quotate.

4.6. Durata dell’Accordo.
Le disposizioni dell’Accordo hanno durata fino al 3° (terzo) anniversario della data di sottoscrizione del presente Accordo e si intenderanno tacitamente rinnovate di triennio in triennio se non disdettate per iscritto da nessuno dei due Comuni entro e non oltre 6 (sei) mesi prima della loro scadenza.

5. DEPOSITO DELL’ACCORDO
Una copia dell’Accordo sottoscritto dai Comuni in data 03 febbraio 2017 è depositata presso il Registro delle Imprese di Brescia.

Estratto disponibile sui siti:
www.comune.milano.itwww.comune.brescia.it - www.a2a.eu

03 febbraio 2017

Update at Sat, 4 Feb 2017 11:23