L’acqua di Brescia è controllata in base ad un protocollo di analisi concordato con l’Azienda Sanitaria Locale (ASL), che prevede, almeno una volta al mese, il prelievo di campioni di acqua dalle 26 fontanelle pubbliche, rappresentativi della rete distributiva territoriale. Vengono fatti campionamenti anche presso pozzi, sorgenti e impianti di trattamento, con frequenza variabile in base alla qualità dell’acqua prelevata. Lo scorso anno, per la sola città di Brescia, A2A Ciclo Idrico, attraverso laboratori esterni accreditati, ha effettuato 1.944 controlli e misurato 35.553 parametri chimici, fisici e microbiologici.

Tutte le analisi hanno confermato la piena rispondenza dell’acqua distribuita dall’acquedotto di Brescia al Decreto legislativo 31/01, la legge che in Italia regola la qualità dell’acqua ad uso umano.

I dati rilevati, che comprendono le misurazioni della concentrazione del Cromo Esavalente, sono pubblicati regolarmente su www.a2acicloidrico.eu.

Ogni anno, inoltre,tutte le analisi sono trasmesse all’Asl di Brescia che, a sua volta, fa propri prelievi e analisi per assicurare la massima efficacia e trasparenza nei confronti dei cittadini. Questi dati sono consultabili sul sito www.aslbrescia.it.

pag7