Salta al contenuto principale

Eccellenza Operativa

Il percorso verso l'eccellenza operativa

Eccellenza Operativa significa essere sempre al passo con i cambiamenti e le evoluzioni del Gruppo e di mercato, garantendo una continua crescita e la capacità di migliorare sempre di più le nostre performance.
Per questo, negli ultimi anni, abbiamo avviato programmi di profonda revisione e sviluppo di tutti i processi aziendali, rispondendo a obiettivi di miglioramento in termini di innovazione e supporto alla crescita previsti nei piani industriali del Gruppo.

Questo percorso di cambiamento nell’organizzazione del lavoro e nel rafforzamento delle competenze ha trovato la sua concreta realizzazione a partire dal 2015 con la nascita del primo progetto strutturato e con obiettivi precisi: ottimizzazione costi attraverso l’individuazione di best-practice e miglioramento dei processi. I risultati sono arrivati in tempi rapidi e sono stati, da subito, significativi in termini di nuove metodologie di lavoro e approccio interfunzionale, cambiando, di fatto, la prospettiva culturale del lavoro.

Il progetto En&A, apripista dell’Eccellenza operativa

Il progetto En&A è stato apripista del nostro percorso ed ha introdotto un approccio basato sull’attenzione ai processi e sulla condivisione di metodo, analisi e risultati che hanno coinvolto tutte le Direzioni/Business Unit del Gruppo.
Il progetto En&A ha portato ad un’elevata mobilitazione aziendale, con oltre 200 iniziative avviate e più di 600 persone coinvolte, e importanti risultati economici a livello di EBITDA consolidato. Oltre a migliorare le modalità di lavoro e introdurre una vista per processo, ha contribuito ad avviare un percorso di trasformazione, stimolando la cultura del cambiamento.

I progetti hanno abbracciato quasi tutti gli ambiti aziendali:

  • Aree di Staff (ad esempio: gestione credito, loss prevention, addestramento, …)
  • Reti e Calore (ad esempio: sale operative, gestione contatori, digitalizzazione fatture, ...)
  • Ambiente (ad esempio: efficientamento energetico, revisione manutenzione e impianti, ottimizzazione logistica, ...)
  • Generazione & Trading (ad esempio: revisione spese appalti, procedure per manutenzione predittiva idroelettrica, riduzione autoconsumi, …)

Visti i risultati generati con il progetto En&A il Gruppo ha voluto dare un nuovo slancio al percorso di trasformazione avviato, concentrando la ricerca di nuovi benefici, sia in termini economici che di miglioramento della performance dei processi, attraverso attività di monitoraggio sistematico e revisione più radicale.

L’evoluzione dei programmi di miglioramento è stata guidata da tre direttrici:

  • Analisi delle performance dei processi
  • Approccio quantitativo basato sui dati
  • Comunicazione/condivisione di valori e obiettivi

Il progetto Mistral

A giugno 2017 abbiamo lanciato un nuovo programma di trasformazione, Mistral, con l’obiettivo di aumentare la competitività e supportare il raggiungimento dell’Eccellenza Operativa attraverso l’eliminazione delle inefficienze ed una costante tensione all’eccellenza su tutte le dimensioni rilevanti.

I team di lavoro sono stati dotati di piena delega decisionale per focalizzarsi sulle attività di ridisegno dei processi, svolte con approccio Agile. A secondi dei casi sono state sfruttate una o più leve, quali ad esempio:

  1. Business Process Reengineering, ad esempio: revisione fatturazione
  2. Lean Manufacturing, ad esempio: magazzini impianti
  3. Asset Management e gestione della manutenzione, ad esempio: asset reti di distribuzione
  4. Applicazione di logiche di Design to Cost, ad esempio: global service facility
  5. Utilizzo di strumenti di automazione, ad esempio: abbinamento incassi

Da Mistral a Eccellenza Operativa

Le sfide di contesto ci hanno spinto ad accelerare ulteriormente la trasformazione per venire incontro all’evoluzione dei bisogni del cliente (new downstream), alle nuove aspettative in termini di livello di servizio, agli obiettivi di sostenibilità (circular economy), all’incremento di competizione (nuovi retailer digitali), alle discontinuità regolatorie (capacity market, fine maggior tutela, gare gas, TotEx), alle nuove tecnologie.

Un importante sviluppo del percorso verso l’Eccellenza Operativa, è stato il passaggio, a metà del 2018, da un progetto a un processo permanente e continuo, con la costituzione di una struttura organizzativa dedicata all’integrazione completa delle diverse iniziative di miglioramento presenti nel Gruppo A2A.

Questa struttura organizzativa è stata orientata a rafforzare:

  • l’Eccellenza, con interventi volti a:
    • favorire un’accelerazione del conseguimento dei benefici anche con interventi di breve periodo da affiancare a quelli di medio/lungo;
    • progettare soluzioni e diffondere strumenti per rendere più «agile» anche il lavoro quotidiano;
    • accompagnare e rendere autonome Business Unit e staff verso un processo omogeneo di miglioramento continuo.
  • la Community, con interventi volti a:
    • rafforzare il know how transfer in fase di progettazione/realizzazione (arricchire la «cassetta degli attrezzi»)
    • valorizzare le competenze «core» trasversali di A2A, rendendole un fattore comune per l’azienda
    • avvicinare la formazione alle attività di ridisegno

I risultati

I benefici apportati dai programmi di efficienza / eccellenza operativa sono significativi in termini sia organizzativi che economici.
Nell’arco temporale 2015-2023, i programmi di trasformazione in atto porteranno a un beneficio complessivo di circa 250 MLN di euro sull’EBITDA di Gruppo, di cui 170 MLN già conseguiti nel 2018, oltre ad un miglioramento sostanziale della qualità dei processi aziendali.

La sfida per il futuro è il design e l’implementazione di processi che sappiano anticipare le tendenze di mercato, facendo leva sulle nuove tecnologie e su modalità di lavoro innovative, che garantiscano al Gruppo la possibilità di essere first mover del settore.


 

Scopri di più sulla strategia del Gruppo A2A