Salta al contenuto principale

Bilanci

Bilancio Integrato

Quest’anno A2A compie i suoi primi dieci anni di vita. Un appuntamento importante. Ed è significativo che il suo avvincente percorso, originato dalla fusione di aziende che hanno fatto la storia dei servizi pubblici in Italia, sia stato narrato fin dall’inizio, anche attraverso il rapporto di sostenibilità. Il nostro pensiero e le nostre azioni si muovono sempre in uno spazio a tre dimensioni: ambiente, economia e sociale.

Il Bilancio Integrato quest’anno rappresenta, per la prima volta, anche la Dichiarazione Consolidata di carattere Non Finanziario del Gruppo, ai sensi del decreto legislativo 254/16.
Abbiamo confermato la scelta metodologica di riferirci all’Integrated Reporting Framework, oltre che alle consolidate linee guida internazionali del Global Reporting Initiative (GRI).
Desideriamo, infatti, che il documento rimanga una opportunità privilegiata per dialogare, misurarci e guardare al futuro, partendo da una visione chiara dell’oggi.

 

Visita il sito del Bilancio Integrato 2017

 

 

Performance di sostenibilità 2015 2016 2017

Valore aggiunto globale lordo

(mln €)

1.263 1.634 1.655

Investimenti ambientali

(mln€)

96,1 58,5 78,1

Ordinato su fornitori italiani

(% sul totale)

98% 97% 95%

Energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili

(% sul totale)

36% 35,6% 25%

Emissioni di CO2 - Scope 1

(mln t)

7,59 6,98 8,06

CO2 evitate grazie alle tecnologie del Gruppo

(mln t)

1,71 2,40 2,54

Rifiuti trattati dagli impianti del Gruppo

(mln t)

2,72 2,59 3,64

Rifiuti raccolti avviati a recupero di energia o materia

(% sul totale)

98,9% 98,9% 99%
Visitatori ai siti del Gruppo 17.690 21.000 31.300
Ore di formazione pro capite 14,5 16,8 18,7
Indice di gravità degli infortuni 0,78 0,86 0,82

 

Matrice di Materialità

 

 

 

 

Per materialità (materiality) si intende la rilevanza di un tema per un’organizzazione ed i suoi stakeholder.
Ascoltare le esigenze della comunità e rispondere ai relativi bisogni e aspettative è la base per concretizzare il concetto di sostenibilità. Il fine è di generare e distribuire valore in maniera armoniosa e duratura, conciliando gli interessi del Gruppo e dei suoi portatori di interesse. A2A ha identificato le sue principali categorie di stakeholder, per cui è interessante  notare come i principali stakeholder assumano spesso un duplice ruolo, ad esempio: i Comuni nei quali il Gruppo opera sono anche azionisti; le Istituzioni con cui si confronta sono anche clienti; i cittadini (e quindi la collettività) rappresentano a loro volta i maggiori fruitori dei servizi; all’interno della categoria clienti rientrano anche dipendenti e fornitori.

Per misurare la rilevanza per gli stakeholder sono state considerate le valutazioni emerse da: un’indagine promossa tramite un questionario online, somministrato ai principali stakeholder del Gruppo (circa 450 persone);
un sondaggio svolto durante l’annuale riunione di kick-off per il Bilancio 2017, che ha coinvolto circa un centinaio di referenti delle diverse direzioni/società del Gruppo;
le evidenze dei forumAscolto svolti nel 2017; l’analisi del database delle iniziative di engagement effettuate dal Gruppo.
L’analisi finale ha permesso di definire 20 tematiche che abbracciano i sei Capitali e il sistema di Governance del Gruppo.

 

Matrice di materialità

Bilanci di sostenibilità territoriali

Nel 2017 è proseguito il programma forumAscolto, lanciato nel 2015, con l’intento di rafforzare il legame del Gruppo con le comunità in cui opera.

I forumAscolto sono momenti di coinvolgimento degli stakeholder nella generazione di idee da realizzare sul territorio e grazie alle idee emerse dai forum svolti nel 2015 e 2016, sono 11 i progetti realizzati, tra cui il Banco dell’Energia che nel 2017 ha promosso, in collaborazione con Fondazione Cariplo, un Bando per destinare 2 milioni di euro a 15 iniziative selezionate finalizzate a supportare situazioni di vulnerabilità economica e sociale su tutto il territorio lombardo.

Nel 2017, grazie ai forumAscolto svoltisi nel 2016 in Valtellina-Valchiavenna e a Bergamo, sono stati realizzati 6 progetti.

Valtellina Valchiavenna

  • Scuola “Energetica”: promozione dell’efficienza energetica nelle scuole (lezioni sul tema e interventi di riqualificazione degli istituti). Premiata a maggio la scuola vincitrice per il miglior progetto di efficienza energetica nelle scuole;
  • “Ciclovia dell’Energia: inaugurato a maggio, presso la Centrale di Grosio, un percorso panoramico di ciclo-trekking che attraversa gli impianti idroelettrici di A2A
  • Alternanza scuola-lavoro: avviato il progetto pilota triennale per l’I.T.I.S Mattei di Sondrio, che vede coinvolti 25 studenti in 22 ore di lezione sui temi legati alla produzione idroelettrica

Bergamo

  • Comunicare trasparente: inaugurato a ottobre un totem per fornire informazioni sul funzionamento del termovalorizzatore di Via Goltara (calore, energia prodotta ed emissioni in atmosfera)
  • Action 2 Art: lanciato a settembre il percorso didattico per le scuole finalizzato a realizzare sedute per spazi pubblici ispirate ai concetti di ecodesign con materiali di riciclo
  • Centro riuso: inaugurata a novembre all’interno della piattaforma ecologica di via Goltara una struttura coperta dedicata e attrezzata, dove i cittadini possono conferire liberamente i beni dismessi per prolungarne il ciclo di vita

Dopo le esperienze positive di Brescia, Valtellina-Valchiavenna e Bergamo, nel 2017, il Gruppo ha dato voce anche alle città di Milano, Varese e alle comunità delle province di Udine e Gorizia:

  • Milano: il forumAscolto si è svolto il 30 gennaio 2017, allo Spazio Base di Via Tortona, dove hanno partecipato 39 stakeholder esterni rappresentanti gli interessi della città metropolitana. Dalla discussione nei quattro tavoli, incentrati su temi predominanti per la città, sono state scelte 4 idee (Smart mobility, Illuminazione Pubblica, Decoro Urbano e Riduzione dello spreco alimentare) in corso di progettazione.
  • Varese: nell’ambito della campagna di comunicazione “Varese manca poco” – finalizzata al raggiungimento del 65% di raccolta differenziata – è stato sviluppato un percorso di ascolto e di coinvolgimento degli stakeholder, rivolto in particolare alle tipologie di utenza considerate fondamentali per il raggiungimento dell’obiettivo: Amministratori di condomini, Residenti e attività commerciali del centro cittadino, Associazioni di straniere, Scuole. Sono stati realizzati due incontri per ciascuna tipologia di utenza, durante i quali sono state individuate e condivise azioni di miglioramento da realizzate (vademecum specifico sulla raccolta differenziata, aggiornamento della app PuliAMO, campagna informativa nelle scuole).
  • Udine e Gorizia: il forumAscolto si è svolto il 18 dicembre2017, al Museo di Scienze Naturali di Udine, dove hanno partecipato 31 stakeholder esterni rappresentanti gli interessi di entrambi i comprensori. Dalla discussione ai tavoli sono emersi i temi su cui focalizzare “CreiAMO FVG” (che sarà realizzata nel 2018), la “call for ideas” – rivolta ai residenti di entrambe le province – ha l’obiettivo di promuovere progetti imprenditoriali finalizzati alla valorizzazione del patrimonio artistico-culturale della Regione.

La rendicontazione dei forum e delle performance del Gruppo in ambito economico, ambientale e sociale avviene attraverso i Bilanci di Sostenibilità territoriali, che vengono realizzati a valle di ciascun forum ed aggiornati annualmente, e attraverso la piattaforma www.forumascoltoa2a.eu