Salta al contenuto principale

Transizione Energetica

La strategia al 2030 di A2A mira a sviluppare la produzione e l'utilizzo di energia green velocizzando la decarbonizzazione e favorendo l'elettrificazione dei consumi.

 

I nostri obiettivi ESG nell’ambito della Transizione Energetica

Gli sfidanti obiettivi, sia italiani che europei, legati alla decarbonizzazione e alla riduzione delle emissioni, ci impongono di accelerare la transizione energetica dalle fonti fossili a quelle rinnovabili.

Abbiamo quindi deciso di mantenere l’allineamento agli obiettivi di riduzione delle emissioni definiti dalla Science Based Targets initiative raggiungendo un fattore di emissione di 230 gCO2/kWh al 2030 riducendolo del 47% rispetto al 2017, in coerenza con una traiettoria di contenimento del riscaldamento globale al di sotto di 2°C.

La nostra strategia verte quindi sulla transizione energetica, traguardando la dismissione degli impianti a carbone entro il 2022, con un impegno concreto nella decarbonizzazione mediante lo sviluppo di nuove FER (fonti rinnovabili), che contribuiranno al 58% della produzione netta del Gruppo al 2030 e interventi per migliorare la resilienza e l’adeguatezza del sistema elettrico.

Sono due, infatti, le principali sfide: assicurare un elevato tasso di sviluppo annuo degli impianti (fotovoltaici ed eolici in particolare) e garantire la sicurezza, stabilità e flessibilità del sistema elettrico.

Note: (1) include anche recupero energetico da rifiuti, esclude BU reti e Ergosud (2) -30% tra 2020 e 2030 (3) obiettivo di decarbonizzazione coerente con la traiettoria definita dall’Accordo di Parigi per contenere il riscaldamento sotto i 2°C

 

Il Piano strategico 2021-30 si pone quindi l’obiettivo di contribuire all’ambizioso percorso di transizione energetica del Paese tramite investimenti per 10 miliardi di euro diretti a supporto della decarbonizzazione e dell’elettrificazione dei consumi con un incremento della loro quota da fonti rinnovabili per il raggiungimento degli obiettivi climatici ed energetici del Paese.

Obiettivi di sostenibilità sfidanti, guidano il piano strategico al 2030 di A2A:

Le nostre azioni strategiche

Accelerare la crescita FER

La capacità di generazione da fonti rinnovabili di A2A arriverà a 5,7 GW, grazie a oltre 4 miliardi di euro di investimenti ed acquisizioni. La produzione rinnovabile, circa 12TWh al 2030, sarà ampiamente coperta dall’energia venduta (29TWh al 2030).

 

Capacità FER1 installata | GW

 

Le due tecnologie su cui si concentreranno gli investimenti saranno solare ed eolico. Grazie ad un contributo da operazioni M&A nei primi anni del Piano, sarà creata una piattaforma di sviluppo che consenta una crescita internazionale e diversificata.

 

Portafoglio FER | GW, 2030

Garantire la flessibilità di sistema

Anticiperemo al 2022 il phase-out dal carbone, rispetto al target nazionale del 2025. La transizione energetica sarà garantita, anche grazie al capacity market, dalla flessibilità dei cicli combinati a gas ad alta efficienza per cui sono previsti interventi di upgrade e nuova capacità: un nuovo impianto a ciclo combinato CCGT abilitato a blending con idrogeno e un “gas peaker”.

 

Sul fronte della flessibilità avvieremo progetti innovativi come accumuli di varia natura: batterie per gli impianti solari, pompaggi e accumuli termici nel caso del teleriscaldamento. Contribuiremo inoltre alla stabilità della rete del sistema elettrico italiano attraverso investimenti in (~0,3 GW per idrogeno verde).

Supportare i clienti nelle scelte energetiche

Forti della nostra eccellenza operativa e del radicamento nei territori storici, abbiamo intrapreso un percorso di espansione territoriale su scala nazionale che ci trasformerà da un operatore locale con 2,9 milioni di clienti (elettricità e gas), a player nazionale con 6 milioni di clienti entro il 2030. La crescita sarà trainata da uno sviluppo commerciale orientato a promuovere il consumo responsabile dei clienti finali: incrementando la vendita di energia verde al mercato, sviluppando l’offerta ai clienti di prodotti e servizi per l’efficienza energetica e la mobilità sostenibile. Tali azioni orientate alla transizione energetica, produrranno globalmente un beneficio in termini ambientali pari a oltre 26 milioni di tonnellate di CO2 evitate in arco Piano.

 

Evoluzione della base clienti (elettricità e gas) | M clienti, 2020-30

 

Per quanto riguardo il segmento della mobilità elettrica, l’Italia sconta un gap tra l’offerta di infrastrutture di ricarica, ricavata dai piani di installazione degli operatori, e la domanda, stimata sulla base del fabbisogno energetico relativo alle previsioni sul parco circolante elettrico. Intendiamo quindi promuovere la decarbonizzazione del settore automobilistico investendo nel segmento della mobilità elettrica con tre iniziative:

  • L'installazione di oltre 6.000 punti di ricarica diventando un gestore dell'infrastruttura di ricarica (Charging Point Operator) leader nei territori storici.
  • L'attivazione di 200 mila contratti per servizi di ricarica per diventare uno dei principali Mobility Service Provider.
  • La vendita di oltre 50 mila punti di ricarica domestica per l’utilizzo domestico.

Ribilanciare reti energia

Nel settore dell’energia si registra una propensione verso l’energia elettrica come principale vettore energetico. Vogliamo essere abilitatori di questa transizione del sistema elettrico nazionale grazie ad un piano di investimenti nelle reti elettriche pari a 1,9 miliardi di euro cumulati al 2030. Una parte rilevante delle risorse sarà destinata alla realizzazione di nuove cabine, di cui 13 primarie e 1.000 secondarie, e di 2.000 km di linee di media tensione oltre al potenziamento di tratti di linee esistenti.

Gli investimenti nelle reti elettriche, insieme a quelli nelle reti gas pari a 1,1 miliardi di euro, sono volti a favorire assetti “future-proof” tramite interventi per resilienza, sviluppo delle smart grids e installazione di smart meters.

Faremo leva su digitalizzazione e innovazione per massimizzare l’efficacia e l’efficienza delle reti, riducendo costi di manutenzione e tempi di inattività. Reti elettriche resilienti e digitali sono fondamentali per lo sviluppo delle smart cities, segmento in cui A2A pianifica di investire 300 milioni di euro diventando un player nazionale.  

 

Evoluzione della RAB delle reti elettriche e gas | B€

 

CAPEX per natura - 2021-30 cumulati

 

KPI RETI ELETTRICHE - 2030 (VS 2020)