Salta al contenuto principale

LAVORARE IN A2A

Gestione responsabile del capitale umano

Innovazione, sostenibilità, partecipazione, responsabilità, eccellenza: i nostri valori ci danno energia e motivazione, guidano i nostri comportamenti, ci rendono consapevoli di quello che possiamo essere nel futuro.

Il Gruppo A2A riconosce quale punto focale e distintivo di tutta la sua strategia di business il ruolo ricoperto dalle proprie risorse umane, su cui ha definito un piano di sviluppo teso alla valorizzazione delle qualità e delle competenze, sulla base di processi di selezione, formazione, gestione e sistemi di remunerazione.
Al 31 dicembre 2018 l’organico complessivo del Gruppo è pari a 11.196 persone. Rispetto al dato 2017, il numero dei dipendenti è diminuito del 2% preminentemente per l’uscita dal perimetro di consolidamento del Gruppo Aspem. Nel 2018 sono state effettuate 920 nuove assunzioni a fronte di 845 cessazioni. Il numero totale di assunzioni rispetto all’anno precedente è rimasto pressoché costante (+1,5%), mentre è cresciuto il numero di dipendenti usciti (+25%), principalmente per pensionamenti (con un peso del 31% sul totale) e termine di contratti a tempo determinato (41% sul totale), legati alla stagionalità di alcune mansioni della raccolta rifiuti.
La stabilità del lavoro rimane una prerogativa del Gruppo. Il 95% dei dipendenti del Gruppo ha un contratto a tempo indeterminato, mentre solo il 5% è a tempo determinato

Il processo di assunzione del personale è supportato da un’attività di Employer Branding, volta al continuo consolidamento dell’immagine e dell’attrattività di A2A sul mercato del lavoro. Per quanto riguarda le attività svolte con le Università, nel 2018 sono stati organizzati complessivamente 35 eventi, tra cui 13 Career Day e 22 eventi tra tavole rotonde, testimonianze e attività di orientamento. Inoltre, in continuità con gli anni precedenti, è proseguita l’attività di ascolto attraverso un questionario fruibile online con l’obiettivo di conoscere meglio il posizionamento del Gruppo A2A sul mercato del lavoro.

Grazie anche alla collaborazione di Università, Scuole ed Enti di ricerca, durante il 2018 sono stati attivati 44 stage e 147 tirocini.
Per aumentare le opportunità di sviluppo e la mobilità interna, nell’anno sono state attivate 65 ricerche utilizzando lo strumento del job posting (-20% rispetto al 2018), di cui il 42% è andato a buon fine, oltre a 15 ricerche ancora in corso al 31 dicembre 2018.

 

Il personale e le sedi

Welfare e diversity

Il Gruppo crede nella valorizzazione delle diversità attraverso l’individuazione e il superamento di ogni stereotipo legato al genere, all’età, alla disabilità, all’etnia, alla fede religiosa e all’orientamento sessuale. Come previsto dalle norme vigenti, A2A garantisce il diritto al lavoro delle persone diversamente abili, il cui numero all’interno del Gruppo a fine esercizio 2018 era pari a 477, di cui il 24% donne.

Anche in tema di work-life balance, il Gruppo incontra le esigenze dei dipendenti, concedendo nel 2018 350 parttime (3% sul totale dei dipendenti), di cui il 79% a donne. Sono stati inoltre concordati 533 congedi parentali, il 26% in più rispetto al 2017. Il 90% delle persone a cui è stato concesso il congedo è rientrato al lavoro nel 2018. L’offerta in termini di welfare aziendale comprende numerosi servizi offerti ai dipendenti.

Nel 2018 il lavoro in A2A è diventato sempre più smart. Grazie ai risultati positivi della fase pilota avviata nel 2016, che ha visto coinvolti circa 250 dipendenti, A2A ha deciso di ampliare il progetto dello Smart Working e ha condiviso, anche con le rappresentanze sindacali, l’estensione del perimetro delle persone coinvolte, che sono diventate 954. Lo smart working è diventato ormai sinonimo di maggior responsabilizzazione e permette un maggior equilibrio tra vita privata e lavoro. In estrema sintesi, i numeri più significativi di queste prime fasi del progetto:

  • 9,2, su una scala da 1 a 10, il livello di gradimento riscontrato dall’iniziativa;
  • 99% dei dipendenti coinvolti ha dichiarato di voler proseguire con questa modalità lavorativa;
  • 8.400 le giornate lavorate in maniera “smart”;
  • circa 32 ore e 1.100 km di spostamenti risparmiati da ciascun “smart worker” in un anno;
  • 11 tonnellate di CO2 evitate in atmosfera dovute all’assenza di spostamenti.

Il 30 ottobre del 2018 A2A, in virtù del suo impegno su questo tema e per essersi distinta per la capacità di innovare questa modalità di lavoro, è stata premiata dall’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano con lo Smart Working Award 2018.
Inoltre, nel 2018, è stata avviata una piattaforma welfare per tutti i dipendenti del Gruppo per consentire l’introduzione del welfare di conversione, ossia la possibilità di convertire il proprio Premio di risultato in beni e servizi e/o previdenza complementare nei limiti previsti dalla legge.

Politiche sociali A2A
Servizi work-life balance                      Servizio per la mobilità: anche nel 2018 sono state applicate tariffe vantaggiose per l’acquisto da parte dei dipendenti di abbonamenti ai trasporti pubblici locali; sono 1024 gli abbonamenti attivati.
Asilo nido e scuola di infanzia aziendale: nella sede Lamarmora a Brescia nel 2018 sono stati 23 i figli dei dipendenti iscritti. A questo servizio si è aggiunto il programma “Tempo per le Famiglie”, un servizio educativo che accoglie contemporaneamente i bambini e i loro genitori o comunque figure familiari di riferimento. Si tratta di un momento durante il quale il bambino ha la possibilità di entrare in relazione, confrontarsi e vivere esperienze insieme ad un gruppo stabile di bambini più grandi e più piccoli, condividere emozioni e costruire insieme conoscenza, sperimentarsi in proposte ludiche attente ai suoi bisogni e interessi. Il genitore che sceglie di accedere al Tempo per le Famiglie ha modo di condividere le proprie esperienze con gli altri genitori e osservare il proprio bambino in un contesto sociale, confrontandosi con gli educatori.
Servizi di health e well-being Servizio di assistenza socio-psicologica: presente in 14 sedi del Gruppo A2A. Il servizio, nel 2018, ha coinvolto 2.956 dipendenti. 

 

I nostri numeri

Formazione e sviluppo

Il Sistema Integrato di Sviluppo delle Risorse Umane definisce il percorso ideale della vita professionale del dipendente.
Con il supporto di strumenti, processi e metodologie i dipendenti possono  sviluppare competenze, esprimere potenzialità e crescere secondo criteri di merito.
La strategia formativa e le conseguenti azioni nascono da una visione d’insieme, che integra la formazione con gli altri strumenti di sviluppo, creando così un collegamento tra i valori, le competenze organizzative distintive di A2A, gli strumenti di valutazione delle prestazioni (Performance Management) e i percorsi di carriera.

 

Sviluppo del personale

Remunerazione

A2A eroga ai neolaureati la retribuzione minima stabilita dal livello di inquadramento del Contratto Collettivo di riferimento; per figure già qualificate e con esperienza viene erogata una retribuzione coerente con gli standard di mercato e con le prassi retributive interne che garantisca sia un adeguato livello di competitività esterna, sia di equità interna. Nella definizione della tipologia di contratto e di retribuzione, A2A si attiene scrupolosamente alla normativa italiana, che esclude qualsiasi distinzione di genere nel rapporto retributivo. Come negli anni precedenti, le differenze nella retribuzione media all’interno delle differenti qualifiche sono di lieve entità

Stipendio medio donne/uomini per qualifica (%) 
 

CATEGORIA 2016
UOMINI/DONNE
2017
UOMINI/DONNE
2018
UOMINI/DONNE
DIRIGENTI 102.3% 103.7% 102,7%
QUADRI 95.7% 96.0% 95,7%
DIPENDENTI 89.6% 89.4% 90,4%
OPERAI 92.7% 95.3% 95,8%

La politica retributiva del Gruppo è principalmente pensata per riconoscere e valorizzare l’impegno, il conseguimento costante dei risultati, le competenze ed i comportamenti dei dipendenti in coerenza con il Modello Manageriale del Gruppo e per garantire il corretto posizionamento retributivo delle persone in relazione alla loro mansione.

Per tutti i dipendenti la remunerazione è strutturata in componenti monetarie fisse e variabili e prevede un pacchetto di benefit di sostegno al reddito o di facilitazione (assicurazioni sanitarie e previdenziali, progetti ed iniziative per il dipendente e la sua famiglia, promozioni e agevolazioni di vario genere). La componente monetaria variabile si basa su meccanismi discrezionali di riconoscimento della performance lavorativa e di comportamento in termini di una tantum o su sistemi di correlazione diretta con le performance aziendali e le prestazioni individuali (MbO).

In considerazione di una sempre maggior valorizzazione del proprio Capitale Umano e di trasparenza nei confronti della popolazione aziendale, nel 2018 l’intero processo di Politica Retributiva è stato svolto con il supporto di un software aziendale dedicato (SmartPeopleA2A)

Ciò ha consentito un coinvolgimento diretto di tutti i manager e una maggior condivisione delle decisioni retributive.

In un’ottica di sostenibilità e dematerializzazione, a conclusione del processo, tutte le comunicazioni relative agli interventi retributivi sono state messe a disposizione direttamente sul sistema SmartPeopleA2A consentendo ai manager e ai dipendenti la consultazione digitale.

Con lo scopo di accrescere la vicinanza dei dipendenti agli obiettivi del Gruppo e spingere ciascun lavoratore verso il conseguimento dei risultati aziendali, il sistema di MbO è stato ulteriormente esteso in termini di numero di persone coinvolte e nel 2018 ha raggiunto circa il 100% dei dirigenti, il 30% dei quadri e il 2% degli impiegati. È stata inoltre avviata una revisione dei criteri di inclusione della popolazione allo scopo di un’ulteriore ampliamento dei beneficiari nel 2019. Coerentemente con gli obiettivi del Piano Industriale del Gruppo A2A, sono proseguiti anche i piani di incentivazione straordinaria per la vendita di servizi di efficienza energetica e le incentivazioni finalizzate al conseguimento degli obiettivi di valorizzazione delle tecnologie di Smart City

Il sistema di retribuzione variabile è integrato da uno strumento di incentivazione collettiva (premio di risultato), basato su obiettivi di redditività e produttività del Gruppo, volto a garantire il coinvolgimento di tutto il personale, anche non assegnatario di MbO, alle performance aziendali. In linea con la vigente normativa e a seguito di un’intesa con le rappresentanze dei lavoratori, a decorrere dal 2018, è stata data a tutti i dipendenti l’opportunità di convertire una parte del premio di risultato in prestazioni e servizi tramite un’apposita piattaforma welfare. I risultati raggiunti sono stati positivi in linea con quelli del settore.

Infine, per favorire l’attuazione delle iniziative del Piano di Sostenibilità definito da parte del Gruppo A2A, è stato confermato nei sistemi di incentivazione del management un modello strutturato di obiettivi di sostenibilità che ha previsto l’inserimento di almeno un obiettivo di sostenibilità nel 100% degli MbO 2018 dei dirigenti.