Salta al contenuto principale

Emergenza Covid19: le stampanti 3D di A2A Ambiente per la produzione della valvole “Charlotte”

Il ritmo è stato di 4 ore per ogni pezzo e si è arrivati a una produzione di circa 10/12 pezzi totali al giorno. Stiamo parlando della valvola Charlotte creata dall’impresa bresciana Isinnova e stampata in casa A2A nei primissimi giorni dell’emergenza grazie all’impegno di A2A Ambiente.
La società del Gruppo, infatti, ha dato il suo contributo all’emergenza Covid in modo tempestivo, mettendo immediatamente a disposizione le sue stampanti 3D professionali locate nell’impianto di recupero e trattamento della plastica di Cavaglià (BI). 

 

Ma cos’è Charlotte?

E’ una valvola che consente di modificare una maschera da snorkeling trasformandola in una vera e propria maschera respiratoria d'emergenza utile a fronteggiare il Covid-19.
È stata costruita con una plastica biodegradabile (ACIDO POLILATTICO - PLA) appositamente trattata da società terze per la realizzazione dei filamenti utilizzati dalle stampanti 3D. 
La plastica PLA inoltre ha il vantaggio di essere flessibile e inodore, quindi adattabile ai vari componenti della maschera.
Per la realizzazione di ogni Charlotte sono stati utilizzati 10 metri di filamento di plastica PLA dello spessore/diametro di 1,75 mm. Il risultato è una valvola ecologica dal peso di soli 30 grammi, che poi è stata utilizzata per la modifica delle maschere da snorkeling. 

Le maschere d’emergenza così realizzate sono poi state distribuite agli ospedali bresciani grazie alla Protezione civile di Brescia, e nelle fasi successive, anche in altri ospedali lombardi oltreché in alcune regione italiane.

CITTÀ2A

A2A Ambiente è la società del gruppo A2A che ha realizzato a Cavaglià un impianto innovativo in grado di accogliere la plastica derivante dalla raccolta differenziata, selezionarla e avviarla al recupero come materia. L’impianto di Cavaglià tratta 45mila tonnellate annue, che vengono selezionate e divise in 13 tipologie di plastiche differenti. Le frazioni che possono essere recuperate come materia vengono avviate al riciclo e diventano nuovi oggetti.