Salta al contenuto principale

Emergenza Covid19: le stampanti 3D di A2A Ambiente per la produzione della valvole “Charlotte”

Il ritmo è stato di 4 ore per ogni pezzo e si è arrivati a una produzione di circa 10/12 pezzi totali al giorno. Stiamo parlando della valvola Charlotte creata dall’impresa bresciana Isinnova e stampata in casa A2A nei primissimi giorni dell’emergenza grazie all’impegno di A2A Ambiente.
La società del Gruppo, infatti, ha dato il suo contributo all’emergenza Covid in modo tempestivo, mettendo immediatamente a disposizione le sue stampanti 3D professionali locate nell’impianto di recupero e trattamento della plastica di Cavaglià (BI). 

 

Ma cos’è Charlotte?

E’ una valvola che consente di modificare una maschera da snorkeling trasformandola in una vera e propria maschera respiratoria d'emergenza utile a fronteggiare il Covid-19.
È stata costruita con una plastica biodegradabile (ACIDO POLILATTICO - PLA) appositamente trattata da società terze per la realizzazione dei filamenti utilizzati dalle stampanti 3D. 
La plastica PLA inoltre ha il vantaggio di essere flessibile e inodore, quindi adattabile ai vari componenti della maschera.
Per la realizzazione di ogni Charlotte sono stati utilizzati 10 metri di filamento di plastica PLA dello spessore/diametro di 1,75 mm. Il risultato è una valvola ecologica dal peso di soli 30 grammi, che poi è stata utilizzata per la modifica delle maschere da snorkeling. 

Le maschere d’emergenza così realizzate sono poi state distribuite agli ospedali bresciani grazie alla Protezione civile di Brescia, e nelle fasi successive, anche in altri ospedali lombardi oltreché in alcune regione italiane.

CITTÀ2A

A2A Ambiente è la società del gruppo A2A che ha realizzato a Cavaglià un impianto innovativo in grado di accogliere la plastica derivante dalla raccolta differenziata, selezionarla e avviarla al recupero come materia. L’impianto di Cavaglià tratta 45mila tonnellate annue, che vengono selezionate e divise in 13 tipologie di plastiche differenti. Le frazioni che possono essere recuperate come materia vengono avviate al riciclo e diventano nuovi oggetti. 

Potrebbe interessarti

27.03.2020 | 15:45 | storie
Ambiente

In questo particolare momento di emergenza sanitaria del paese, la multi-utility offre il suo contributo continuando a fare quello che ha sempre fatto: mantenere costante la propria presenza sul territorio. Anche quando tutto si ferma, o rallenta, è fondamentale garant...

Continua a leggere
03.12.2019 | 10:29 | storie
Ambiente

C’è una domanda che si sente spesso fare quando si parla di raccolta dei rifiuti: “Serve davvero fare la differenziata?” Oppure: “Separare la plastica, il vetro, l’alluminio, il legno; separare l’umido e lasciare nell’indifferenziato solo la minima parte; quali benefici...

Continua a leggere
24.07.2019 | 15:52 | storie
Ambiente

Una delle frontiere più recenti dell'economia circolare è la trasformazione della frazione organica dei rifiuti (FORSU) derivante dalla raccolta differenziata, non solo in compost di qualità per l'agricoltura ma anche in biometano, un gas naturale adatto per usi domesti...

Continua a leggere