Salta al contenuto principale

Ciclo integrato dei rifiuti

Impianto di trattamento e stoccaggio Rifiuti di Bergamo

L’area tecnologica serve la città di Bergamo e alcuni comuni della provincia. Nel sito sono operativi, oltre che un termovalorizzatore, che produce calore per il teleriscaldamento urbano, alcuni impianti di trattamento e stoccaggio dei rifiuti.

Storia 

L’area industriale è localizzata all'estremità sud-ovest del territorio del Comune di Bergamo, in un contesto a prevalente connotazione industriale e artigianale.

 

Funzionamento

All'interno dell'area dedicata al trattamento e allo stoccaggio sono attualmente operativi impianti per:

  • trattamento della parte residuale dei rifiuti urbani da raccolta differenziata, per la produzione di combustibile solido secondario (CSS) impiegato dal termovalorizzatore interno al sito e da altri impianti della società
  • stoccaggio componenti differenziate dei rifiuti urbani, prima del loro invio alle destinazioni finali di recupero/smaltimento

 

 

Link utili

 

Visita il sito di A2A Ambiente per ulteriori dettagli.

 

 


 

Specifiche impianto
Regione Lombardia
Comune Bergamo (BG)
Tipologia Impianto di trattamento
Impianto di stoccaggio
Tipologia Rifiuti trattati Rifiuti Urbani e Speciali non Pericolosi
Capacità di trattamento 72.000 t/anno per l’impianto ITS
Anno entrata in esercizio 1998
Certificazioni ISO 9001
ISO 14001 ed EMAS
OHSAS 18001

La parte residuale dei rifiuti urbani da raccolta differenziata, non altrimenti recuperabile e riutilizzabile, è soggetta a un ciclo di lavorazione che comprende:

  • una triturazione primaria, per l'omogeneizzazione del materiale e la sua preparazione alla fase di trattamento biologico
  • un’essicazione biologica del materiale, accelerata mediante aspirazione d'aria da sotto i cumuli statici di deposito temporaneo
  • una separazione, effettuata mediante vaglio rotante, finalizzata all'eliminazione delle parti fini non combustibili (inerti, pezzi di vetro, etc.)
  • una demetallizzazione, con separazione dei residui ferrosi, da inviare a recupero;
  • una triturazione finale per rendere il materiale idoneo per la successiva termovalorizzazione in impianto dedicato

I rifiuti differenziati all'origine, sia provenienti dalla raccolta domiciliare sul territorio, sia conferiti negli appositi centri multimateriale (piattaforme ecologiche), sono stoccati in aree attrezzate e autorizzate, al fine di:

  • fornire una base di appoggio idonea per un ottimale ed efficiente completamento dell'attività di raccolta dei rifiuti sul territorio
  • ottimizzare i trasporti alle destinazioni finali di recupero/smaltimento dei rifiuti differenziati, riducendo gli impatti ambientali potenzialmente connessi