Salta al contenuto principale

Gavias Blockbuider Termovalorizzatore Filago

Impianti di Termovalorizzazione

Filago (BG)

Il termovalorizzatore di Filago, con una potenza di 100.000 t/anno fra rifiuti liquidi e solidi, è il più grande impianto per la termodistruzione con valorizzazione energetica di rifiuti speciali industriali in Italia.

Storia 

Ecolombardia 4, di cui A2A Ambiente è azionista di maggioranza, è presente sul territorio di Filago dal 1979 con un primo impianto di termodistruzione di rifiuti industriali, sostituito nel 2002 dall’attuale impianto.
L’impianto attuale è autorizzato a ritirare, stoccare e smaltire rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi provenienti dai settori industriale, artigianale, commerciale e da impianti di gestione rifiuti o attività di bonifica.

Funzionamento

I rifiuti vengono sottoposti ad attenti controlli in ingresso:  su ogni rifiuto conferito all’impianto vengono prelevati  due campioni significativi, di cui uno è conservato a  disposizione dell’autorità di controllo, mentre l’altro è analizzato dal laboratorio di impianto per una verifica di conformità rispetto all’analisi di accettazione e omo-loga iniziale. Successivamente i rifiuti (solidi o liquidi)  vengono rigorosamente e adeguatamente stoccati negli  appositi siti, per evitare emissioni all’esterno, e poi avviati  a combustione, mediante un sistema che dosa l’alimen-tazione secondo miscele predeterminate, definite in base alle analisi del laboratorio. La combustione dei rifiuti  solidi avviene in un forno a tamburo rotante, quella dei  rifiuti liquidi in una camera verticale statica. La camera di post combustione è collegata direttamente alla caldaia:  i fumi derivanti dalla combustione la attraversano, ceden-do la loro energia termica all’acqua, che si trasforma in vapore surriscaldato.  Il vapore viene inviato a un gruppo  turbina-alternatore, che converte l’energia termica in  energia elettrica. Il vapore esausto in uscita dalla turbina viene ritrasformato in acqua, reimmessa in caldaia per  essere nuovamente trasformata in vapore.

Specifiche impianto
Regione Lombardia
Ubicazione Filago
Tipologia Termovalorizzazione
Combustibile

Rifiuti Liquidi ad alto potere calorico. Soluzioni acquose. Rifiuti Solidi ad alto e basso potere calorico.

Potenza installata 8,9 MWe
Unità di produzione 1 linea di combustione
Anno entrata in esercizio 2002
Certificazioni

ISO 9001 (Qualità)
ISO 14001 (Ambiente)
OHSAS 18001 (Sicurezza)

Approfondimenti

Un’alta efficienza nel processo di termodistruzione permette di ottenere emissioni al camino nettamente inferiori a quanto previsto dalle norme attualmente in vigore. Le emissioni sono controllate 24 ore su 24 da un sistema di monitoraggio basato su tecnologia FTIR. I dati sulle emissioni vengono trasmessi all’ARPA e aggiornati ogni settimana nella sezione web dedicata.

L’area di ricezione dispone di un laboratorio di campionamento e di un’area di stoccaggio per permettere il controllo e la gestione ottimale dei rifiuti in ingresso. Su ogni rifiuto conferito all’impianto, infatti, vengono prelevati due campioni significativi: uno rimane a disposizione dell’autorità controllore e l’altro è analizzato dal laboratorio di impianto per una verifica di conformità rispetto all’analisi di accettazione ed omologa iniziale.