Salta al contenuto principale

Impianti di Termovalorizzazione

Milano - Silla 2

Il termovalorizzatore Silla 2 si trova nella zona nord-ovest di Milano nei pressi del quartiere Figino.

L’impianto è in grado di trattare oltre 500.000 tonnellate di rifiuti e produce energia elettrica e acqua calda per la rete di teleriscaldamento del quartiere Gallaratese, polo Fiera Rho-Pero e diverse utenze dei comuni limitrofi.

Storia 

Con l’inaugurazione nel 1968 del primo inceneritore di rifiuti milanese, Amsa diventa la prima azienda in Italia ad adottare questa tecnologia. Nel 1975 fu realizzato un secondo impianto, in via Silla, nel quartiere di Figino. Entrambi gli impianti, aggiornati e ammodernati negli anni ‘80, cessano l’attività nel 2001 quando entra in esercizio l’impianto Silla 2.

Nel 2003 è stato premiato dalla Triennale di Milano con la Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana per la committenza privata

Specifiche impianto
Regione Lombardia
Ubicazione MIlano
Topologia Termovalorizzazione
Potenza installata 212,6 MWe
Unità di produzione 3 linee di combustione
Anno entrata in esercizio 2001
Certificazioni

ISO 9001 (Qualità)
ISO 14001 e EMAS (Ambiente)
OHSAS 18001 (Sicurezza)
ISO 50001 (Energy Management)

Approfondimenti

Ogni linea dell’impianto è dotata di un Sistema di Monitoraggio continuo dei parametri di emissione al camino. Al controllo effettuato da A2A Ambiente, si aggiungono le analisi periodiche di laboratori esterni certificati, le ispezioni delle Autorità preposte (ARPA) e le verifiche del Comitato Tecnico Scientifico, a seguito dell’accordo con i Comuni limitrofi.

Le emissioni di Silla 2 sono monitorate 24 ore su 24 da sistemi estremamente sofisticati e i dati visualizzati, oltre che nella sezione web dedicata, anche sul display posto all’esterno dell’impianto.

Silla 2 si inserisce in un sistema integrato di gestione dei rifiuti. L’impianto oltre allo smaltimento della parte residua dei rifiuti non recuperati dal processo di raccolta differenziata (RUR), garantisce la produzione di energia elettrica per la rete e di calore per il teleriscaldamento delle abitazioni e rappresenta quindi un servizio di primaria importanza per la città.

Nella progettazione e realizzazione dell'impianto sono state adottate le migliori tecnologie disponibili al fine di garantire i minori effetti sull’ambiente relativamente alle emissioni in atmosfera, al rumore, agli scarichi liquidi, ai residui solidi e al traffico veicolare indotto. L’impianto è stato studiato per minimizzare l’impatto ambientale di inserimento nel territorio, sia attraverso il controllo dei parametri ambientali sia rispettando i rapporti cromatici del paesaggio.