Salta al contenuto principale

Impianti Idroelettrici Valtellina

Gli impianti dell’Alta Valtellina sottendono un bacino imbrifero di circa 990 km², ovvero tutto il territorio della provincia di Sondrio, da Sernio ai confini della provincia stessa (Svizzera, province di Bolzano, Trento e Brescia).

Il salto totale disponibile, utilizzato su 10 centrali, si estende dalla quota di 2.100 msm circa (canale Gavia-Forni-Braulio), sino alla centrale di Stazzona, a quota 394 msm, che costituisce il punto più basso dell'intero sistema idroelettrico. Il salto complessivo è dunque pari a oltre 1700 m.

La potenza efficiente dell’intero sistema è di circa 800 MW.Le centrali di Premadio, Grosio e Lovero totalizzano più del 90% dell’intera potenza installata.

Gli impianti si caratterizzano per un altissimo valore della capacità d’invaso a quote elevate (serbatoi di S. Giacomo e Cancano con capacità complessiva utile di oltre 180 Mm3 corrispondenti a 620 GWh di energia accumulata).

L’elevato pregio degli asset A2A della Valtellina si evince dall’alto valore del rapporto energia invasata/produzione