Salta al contenuto principale

Brescia Smart Living

Cos'è?

Brescia Smart Living è uno dei progetti vincitori del Bando MIUR 2012 (DD591/2012) dedicato alle Smart Cities e ha l’obiettivo di progettare e testare un prototipo di Città Intelligente per Brescia: creare una città più sostenibile dal punto di vista energetico ed ambientale e nuovi servizi volti a migliorare la qualità della vita dei cittadini.

 

Il progetto è cofinanziato dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, con l’endorsement del Comune di Brescia.

A2A è capofila dell’iniziativa di ricerca e innovazione coinvolgendo numerose società del Gruppo. Altre grandi, medie e piccole imprese sono attive in ambiti specifici del progetto insieme a università e centri di ricerca.

 

La sperimentazione delle nuove tecnologie e servizi, in collaborazione con il Comune di Brescia, verrà effettuata in due quartieri della città, il quartiere San Polino e una zona adiacente a via Solferino e coinvolgerà alcune famiglie residenti nelle due zone.

Il progetto ha avuto inizio a marzo 2015 e si concluderà nel 2018.

Cosa vuol dire essere una città smart?

  • Essere innovativa, sicura, attenta all’ambiente e ai consumi energetici della città
  • Coinvolgere gli attori principali della città, il comune, i cittadini e gli operatori dei servizi, chiamandoli a co-creare il sistema in cui essi vivono
  • Una città open, integrata e multidisciplinare che si crea grazie alla contaminazione delle conoscenze, perché non esiste una Smart City del sociale, una dei servizi, una dell’energia, una dei trasporti
  • Raccogliere le informazioni dalle reti, dalle persone (IoP), dagli oggetti (IoT) grazie a una rete di comunicazione ibrida, efficiente e disponibile
  • Raccogliere e analizzare i dati che arrivano dal territorio per trasformali in informazioni e presentarli in un modo semplice, intuitivo e soprattutto utile agli utenti che ne fanno uso tramite piattaforme e applicazioni informatiche complete ma user friendly

I macrotemi del progetto


Le tematiche affrontate nel progetto riguardano svariati ambiti: energetici, di pubblica utilità (illuminazione pubblica, video sorveglianza, reti di distribuzione), ambientali (gestione rifiuti, clima e qualità dell’aria), della persona/abitazione (domotica, telesoccorso, assistenza a soggetti fragili, security).

Le nuove tecnologie applicate in ciascuno di questi ambiti, abilitano la raccolta e l’integrazione di tutte le informazioni che la città può generare con lo scopo di ideare e realizzare nuovi servizi per i cittadini e fornendo al Comune di Brescia nuovi strumenti per il supporto alle decisioniali.

Il coinvolgimento dei cittadini è l’elemento chiave del progetto. Nel 2016 ha avuto inizio la fase di analisi dei bisogni, delle abitudini di vita e delle aspettative reali dei cittadini tramite la somministrazione di 1.000 questionari distribuiti nei due quartieri in cui è prevista la sperimentazione. Nel 2017 l’incontro con molte delle famiglie interessate e nel 2018 l’avvio della sperimentazione grazie al loro coinvolgimento.

 

I livelli del progetto

 

L’implementazione di tecnologie a più livelli della città e la raccolta e integrazione dei relativi dati in un unico sistema, saranno in grado di offrire alla comunità nuovi strumenti e servizi quali ad esempio applicazioni per visualizzare le informazioni raccolte sulla propria abitazione, sul proprio quartiere e sulla città di Brescia.

 

 

Società Gruppo A2A coinvolte: A2A, A2A Ambiente, Aprica, Unareti, A2A Calore e Servizi, A2A Ciclo Idrico

Tecnologie a livello quartiere

  • Smart Eye
  • Postazioni per il rilevamento degli inquinanti
  • Cassonetti intelligenti e cassonetti abiti usati
  • Cestini Intelligenti
  • Rilevatori di fenomeni sismici outdoor
  • Isole ecologiche automatizzate

Tecnologie a livello domestico

  • Smart meter Acqua, Teleriscaldamento, Elettricità e Gas 
  • Valvole di chiusura per fughe Gas
  • Placchette per la rilevazione del calore
  • Rilevatori di fenomeni sismici indoor
  • Sistemi di smart home    
  • Sistemi per il telesoccorso (safety & security) e teleassistenza dei soggetti più fragili

Piattaforme Web

Far testare alle famiglie una Piattaforma Integrata Locale dei Consumi e Servizi (L_PICS) per il governo intelligente della casa e il monitoraggio di alcuni parametri del proprio quartiere (qualità dell’aria, criminalità, previsioni meteo..)

 

Tecnologie

  • Infrastruttura di comunicazione IoT e IoP
  • Smart Lighting
  • Sensori, IED (Intelligent Electronic Devices), automazione avanzata per le reti di distribuzione

Obiettivo

Migliorare il monitoraggio e controllo della rete Elettrica (media e bassa tensione) e del Teleriscaldamento e dell’illuminazione pubblica. Abilitare un rete di comunicazione per nuovi servizi smart city.

 

Tecnologie

  • Nuovo social urban network

Obiettivo

Permettere e agevolare la discussione su temi energetici e culturali del quartiere e della città

 

Società Gruppo A2A coinvolte: A2A, Unareti

Piattaforme Web

Far testare alla Pubblica Amministrazione una Piattaforma dei Consumi e dei Servizi (PICS) in grado di supportarla nelle decisioni per il governo della città.

Curiosità


Nel mese di aprile 2016 Brescia Smart Living è stato scelto come uno dei progetti rappresentativi della ricerca sulle Smart City in Italia, per la quarta edizione del CSITF (China Shanghai International Technology). Inoltre, grazie al progetto, nel mese di ottobre 2016, il Comune di Brescia si è aggiudicato il premio “Cresco Award 2016” per il “Comune più smart”.