Salta al contenuto principale

Augmented and virtual reality

Il mondo delle interfacce sta evolvendo rapidamente, ad un ritmo ormai esponenziale. Senza pensare a ologrammi o controllo attraverso le onde celebrali, è sufficiente soffermarsi sull’evoluzione tecnologica che hanno avuto gli strumenti di telecomunicazione. Dal primo telefono (1870) al primo cellulare (1983) è passato oltre un secolo, mentre sono bastati pochi anni per avere il primo telefono touch (il primo iPhone è del 2007 mentre il brevetto del touchscreen è italiano degli anni 70).

In questo contesto le interfacce ad oggi più interessanti sono sicuramente la Realtà Virtuale e la Realtà Aumentata (in acronimo VR/AR), che sostanzialmente puntano a ricreare digitalmente degli interi ambienti entro cui è possibile operare (VR) e ad aggiungere degli oggetti digitali nel campo visivo dell’utente.

Per raggiungere questi obiettivi si usano tipicamente dei caschetti dedicati nel caso della realtà virtuale e degli occhiali trasparenti su cui vengono proiettate delle immagini nel caso della realtà aumentata. Talvolta, nel caso della realtà aumentata possono anche essere utilizzati dei tablet.

Le applicazioni tipiche per questo tipo di tecnologia sono sostanzialmente 2:
Formazione nel caso soprattutto di lavori manuali in contesti difficili e difficili da riprodurre, ad es. situazioni di emergenza, incendi, … La realtà virtuale in questo caso predomina, se ad esempio si pensa all’addestramento dei vigili del fuoco
Supporto alle operations attraverso la realtà aumentata attraverso cui è possibile proiettare sulla lente di un operatore una serie di informazioni che non potrebbe avere a disposizione in tempo reale (si pensi a manuali tecnici) soprattutto senza occupare le mani

Ci sono poi applicazioni più ricreative come i videogiochi e i supporti di realtà aumentata alla guida o agli sport estremi.

Il gruppo A2A anche in questi ambiti alla frontiera dell’innovazione, con svariate applicazioni che stanno rapidamente prendendo piede all’interno delle operations: in particolare il programma Formazione Virtuale e il progetto Augmented Worker hanno l’obiettivo di sdoganare la formazione su realtà virtuale nel training su situazioni critiche e di emergenza, e di fornire dei supporti digitali interattivi per incrementare la produttività e la sicurezza dei nostri colleghi.

Scopri i progetti del nostro hub di innovazione “InnovA2A” basati sulla Augmented and Virtual reality e contribuisci anche tu.
Guardiamo al futuro raccogliendo stimoli continui dai cittadini e dai territori in cui operiamo.
Se hai suggerimenti e consigli per migliorare i nostri servizi o idee innovative per le città di domani, scrivici utilizzando il form dedicato.

Progetto in primo piano