Salta al contenuto principale

Dati economici e finanziari

Rafforziamo obiettivi 2030 potenziando l’impegno sulla sostenibilità

L’aggiornamento del Piano Strategico 2021-2030 prevede la crescita di tutti gli obiettivi finanziari, degli investimenti e del valore economico sostenibile: 18 miliardi di euro di investimenti in 10 anni (+2 miliardi rispetto al Piano precedente) di cui il 39% dedicati all’Economia Circolare e il 61% alla Transizione Energetica.

Forte è l’impegno del Gruppo nella sostenibilità: Il 90% degli investimenti contribuisce agli obiettivi di sostenibilità definiti dalle Nazioni Unite (UN SDGs) mentre circa il 70% degli investimenti complessivi rientra nella categoria degli investimenti sostenibili in coerenza con i criteri identificati dalla Tassonomia EU.

Prevediamo una crescita in termini di Ebitda ancora più ambiziosa di quanto indicato nel 2021, passando da circa 1,4 miliardi di euro del 2021 a circa 2,9 miliardi di euro nel 2030, con un CAGR 2020-2030 pari al 9%. Circa il 70% degli investimenti riguarda business regolati o contrattualizzati.

 

CAPEX cumulati | B€, 2021-30

 

EBITDA

Ebitda e investimenti crescono nel confronto con il piano precedente

 

A2A capex M&A crescita investimenti

 

EBITDA | B€

Principali obiettivi economico-finanziari

Lo sviluppo della marginalità risulta ben bilanciato, non solo fra le diverse Business Unit (Energia, Ambiente e Smart Infrastructures) ma anche in termini temporali. La crescita è attesa già a partire dai primi anni di Piano con Ebitda in incremento a 1,60 miliardi di euro nel 2023, rispetto a 1,4 miliardi del 2021.

Anche l’utile netto di Gruppo, escluse le poste non ricorrenti, è destinato a crescere in modo consistente, passando dai 335 milioni di euro del 2020 a circa 780 milioni di euro nel 2030 (+9% crescita media annua).

EBITDA (B€) 1,2 ~1,4 1,40-1,45 ~1,60 ~2,08 ~2,90
Utile Netto di Gruppo1 (M€) 335 ~400 330-370 >400 ~500 ~780
  2020 2021 2022 2023 2026 2030
Dividendo per Azione (c€) 8 ≥8,2 ≥8,5 ≥8,7 CAGR ≥3%

Note: (1) escludendo poste non ricorrenti

Le nostre Business Unit

Tutte le nostre Business Unit contribuiscono attraverso azioni concrete all’implementazione del Piano secondo i due pilastri: Economia circolare e Transizione energetica. La BU Energia è destinataria di circa 7 miliardi di euro (39% del totale) degli investimenti, la BU Ambiente di circa 5 miliardi di euro (28% del totale) e la BU Smart Infrastructures di circa 6 miliardi di euro (33% del totale).

Business Unit Energia

L’Ebitda della Business Unit Energia è atteso raddoppiare, passando da 0,6 miliardi di euro nel 2021 a circa 1,2 miliardi di euro nel 2030, principalmente grazie al contributo della nuova capacità FER (+3,9 GW rispetto al 2020) e all’incremento della base clienti (+150% clienti power e +25% clienti gas rispetto al 2021), anche a seguito del termine del mercato tutelato. Sono inoltre previsti investimenti in flessibilità e l’avvio di un nuovo impianto CCGT ad alta efficienza, funzionale a garantire sicurezza e flessibilità alla rete nazionale nell’importante fase di transizione alle rinnovabili.

 

CAPEX cumulati | B€, 2021-30

Note: (*) Gli sviluppi comprendono 1,4 B€ di M&A

 

EBITDA | B€

Business Unit Ambiente

La crescita della Business Unit Ambiente è trainata sia dalla realizzazione che dall’acquisizione di impianti di trattamento finalizzati alla chiusura del ciclo dei rifiuti, al potenziamento del recupero di materia e di energia. La marginalità operativa (Ebitda) è attesa crescere da 0,3 miliardi di euro nel 2021 a 0,85 miliardi di euro nel 2030.

CAPEX cumulati | B€, 2021-30

Note: (*) Gli sviluppi comprendono 1,4 B€ di M&A

EBITDA | B€

Business Unit Smart Infrastructures

Nella Business Unit Smart Infrastructures l’Ebitda è in crescita da 0,5 miliardi di euro del 2021 a 0,89 miliardi di euro nel 2030. Gli importanti investimenti previsti saranno indirizzati soprattutto allo sviluppo delle Reti elettrica e idrica (con gestione impianti di depurazione) e al potenziamento del teleriscaldamento.

Verrà potenziato anche il settore della mobilità elettrica, con l’ambizione di essere tra i 3 top charging points operators italiani: al 2030, infatti, il Gruppo A2A deterrà una quota di mercato complessiva in Italia tra il 15% e il 20% con oltre 24 mila colonnine di ricarica installate a fronte di oltre 0,3 miliardi di euro di investimenti. L’Ebitda associato a questo business sarà di 80 milioni di euro al 2030.

CAPEX cumulati | B€, 2021-30

Note: (*) Gli sviluppi comprendono 0,03 B€ di M&A

EBITDA | B€

Aggiornamento Piano Strategico 2021-2030

Contattaci per porre domande sulla presentazione.
Il team di Investor Relations cercherà di fornire le risposte in tempi brevi.