Salta al contenuto principale

Presentato il quarto Bilancio di Sostenibilità Valtellina-Valchiavenna di A2A

  • 42 milioni di euro distribuiti sul territorio
  • Oltre 7 milioni di euro investiti per il mantenimento e lo sviluppo degli impianti
  • 4 milioni di euro il valore degli ordini a fornitori locali
  • 7 nuove assunzioni nel 2018
  • 0 infortuni registrati per il personale dipendente e di appaltatori
  • 1,4 milioni tonnellate di CO2 evitate grazie alla produzione idroelettrica
  • +54% di clienti elettricità

 

Sondrio, 29 giugno 2019 - E’ stato presentato oggi, dal Presidente di A2A Giovanni Valotti, il quarto Bilancio di Sostenibilità di A2A Valtellina-Valchiavenna, il documento che rendiconta le prestazioni ambientali, economico e sociali del Gruppo su questo territorio. Il report è incentrato sul contributo che le attività di A2A hanno avuto sull’attuazione dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU. L’Agenda 2030 ha rappresentato, infatti, per il Gruppo, il riferimento per definire la propria Politica di Sostenibilità al 2030 e il Piano di Sostenibilità 2019-2023, articolato in una serie di azioni e obiettivi concreti e misurabili.
L’attività di A2A sul territorio, legata storicamente alla produzione di energia idroelettrica nei due poli impiantistici di Valtellina e Valchiavenna, si è sviluppata nel tempo e verte oggi anche sulla fornitura di energia elettrica e gas sul mercato libero, sulla mobilità elettrica e sul trattamento dei rifiuti non riciclabili nell’impianto di Cedrasco.

La ricchezza distribuita da A2A sul territorio ha raggiunto, nel 2018, 42 milioni di euro, di cui 21 milioni di euro per imposte locali/canoni e concessioni, 16 milioni di euro per il costo del lavoro e 4 milioni di euro per ordini a oltre 50 micro e piccole imprese locali. Nelle sedi di A2A sul territorio lavorano 258 persone, 7 assunte nel corso dell’anno, tra cui 6 giovani under 30. In crescita (+68%) le ore di formazione, in totale 6.581, per buona parte dedicate al tema della sicurezza.  Nel 2018, in effetti, non sono stati registrati infortuni né per il personale dipendente né per il personale di appaltatori.

Nel 2018, A2A ha investito circa 8 milioni di euro, principalmente per lo sviluppo e la sicurezza degli impianti e del territorio circostante. È stato inoltre effettuato un importante intervento di efficienza energetica verso terzi, installando una caldaia a biomassa legnosa altamente efficiente in sostituzione della precedente a gasolio, presso lo stabilimento del Salumificio Bordoni, utilizzata per la fornitura del calore necessario per l’attività produttiva del salumificio, consentendo così l’utilizzo di combustibile proveniente da fonte rinnovabile, a filiera corta, in alternativa all’utilizzo dei tradizionali combustibili fossili.

Nel 2018, gli impianti idroelettrici hanno dato un rilevante contributo alla produzione di energia rinnovabile del Gruppo, generando 3 miliardi di chilowattora ed evitando l’emissione in atmosfera di 1,4 milioni di tonnellate di CO2. L’impianto ITS (Intelligent Transfer Station) di Cedrasco ha trattato oltre 44mila tonnellate di rifiuti solidi urbani non riciclabili, sottraendoli alla discarica e producendo combustibile secondario di elevata qualità, con un beneficio per l’ambiente unito al contenimento dei costi di smaltimento dei rifiuti ai residenti della provincia.

Il call center di Sondrio ha gestito quasi 250mila chiamate, confermando performance di eccellenza: un tempo medio di attesa di 2 minuti e una percentuale di clienti soddisfatti vicina al 93%. In crescita, il ruolo di A2A Energia e LineaPiù come fornitori di energia: il numero di clienti elettricità è infatti aumentato del 54%. A2A Energia ha inoltre favorito comportamenti di consumo responsabili, promuovendo in particolare la vendita di energia verde, che ha raggiunto 1,8 gigawattora.

Continua la collaborazione di A2A con il mondo della scuola. Oltre 550 studenti sono stati coinvolti in visite agli impianti e progetti di educazione ambientale (laboratori, prove educative, interventi in aula, alternanza scuola-lavoro). Abbiamo coinvolto 8 studenti nel progetto Alternanza Scuola Lavoro per oltre 500 ore, tra formazione erogata e tirocini presso gli impianti. Il progetto, nato dal programma forumAscolto, è stato avviato da A2A insieme all’I.T.I.S. Mattei di Sondrio e si è articolato su tre anni. A2A ha inoltre erogato 2 borse di studio a studenti dei territori della Valtellina e delle Valchiavenna, attraverso la collaborazione con la Fondazione Intercultura onlus, che promuove programmi di approfondimento linguistico estivo all’estero.

Sul piano delle partnership territoriali, A2A ha erogato 76mila euro sotto forma di sponsorizzazioni, liberalità e contribuiti ad associazioni locali. Tra le iniziative sostenute: il festival culturale La Milanesiana, il Sondrio Festival, la sagra di Sant’Anna e la gara di corsa Energy2Run.

Vanno, inoltre, considerati, gli interventi della Fondazione AEM, tra i quali la conclusione del recupero e dell’inventariazione dell’Archivio storico del Genio Civile della Provincia di Sondrio (1800-1971).

Nel centro di Formazione di Lovero dell’Associazione Volontari Protezione Civile, oltre 300 ragazzi hanno partecipato ad attività di formazione e sensibilizzazione sulle attività di protezione civile internazionale, all’interno di un più ampio progetto di Cittadinanza Attiva Europea che prevedeva anche una visita alla sede della Comunità Europea di Strasburgo e una ad un campo di concentramento nazista.

Banco dell’energia onlus, in collaborazione con Fondazione Cariplo, tramite il bando Doniamo Energia 2, ha selezionato, tra gli altri, il progetto «Segni positivi crescono!» da sostenere nella provincia di Sondrio, con un contributo di 90mila euro, per aiutare le famiglie in condizioni di vulnerabilità economica e sociale.