Salta al contenuto principale

Brescia: A2A per gli SGDs

Nel 2015, l’ONU ha definito l’Agenda 2030, che include i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) da raggiungere a livello globale entro il 2030.
Nel 2016 abbiamo confrontato tutti i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile con la nostra catena del valore, focalizzando quelli più rilevanti per il nostro business. Sulla base di questa analisi abbiamo definito, la Politica e il Piano di Sostenibilità di A2A, che riportano e rendicontano gli impegni presi sui temi di ambientali e sociali.
A partire dall’edizione 2017, abbiamo scelto di redigere i bilanci di sostenibilità territoriali, rappresentando il contributo che diamo al raggiungimento degli SDGs definiti dall’ONU.

Il contributo di A2A al raggiungimento degli SDGs nella provincia di Brescia

Assicurare un’istruzione di qualità, equa ed inclusiva, e promuovere opportunità di apprendimento permanente per tutti

Qual è il nostro impegno per l’educazione ambientale?

Abbiamo consegnato, insieme al Comune e all’Università degli Studi di Brescia, 7.500 borracce in alluminio a tutti i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado della città di Brescia e 8.500 borracce alle matricole universitarie, per promuovere la riduzione dei rifiuti plastici e il consumo dell’acqua del rubinetto

Abbiamo concluso la prova educativa nazionale «Missione terra Global Goal protocol» rivolta alle scuole di ogni ordine e grado. Sul territorio bresciano, hanno partecipato 22 classi di 11 scuole, presentando 38 lavori. La classe 5A del Liceo Don Bosco si è aggiudicata il terzo posto a livello nazionale

Abbiamo coinvolto 300 studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Brescia nello storico quiz televisivo in collaborazione con Teletutto «La nostra energia per l’ambiente». . I premi per le scuole vincitrici del concorso sono offerti dalla Fondazione ASM

Visitatori agli impianti del Gruppo nel territorio bresciano

Abbiamo incluso 30 studenti di 4 scuole secondarie di secondo grado dell’area bresciana nel nostro percorso di Alternanza Scuola Lavoro, per un totale di 2.200 ore di formazione

Abbiamo erogato 98 borse di studio, per un valore complessivo di oltre 36 mila euro, ai figli dei dipendenti bresciani meritevoli per gli ottimi risultati scolastici ottenuti

In collaborazione con l’Istituto Iseo, abbiamo messo a disposizione 2 borse di studio per permettere a studenti universitari di partecipare ad una Summer School internazionale per diffondere la cultura economica. L’iniziativa consiste in un programma di una settimana in cui premi Nobel per l’Economia e docenti di fama internazionale tengono lezioni a una sessantina di giovani ricercatori provenienti da diversi Paesi e università del mondo

Abbiamo distribuito alle scuole di Brescia una brochure contenente tutte le iniziative e i numeri relativi alle attività di A2A dedicate alla scuola nel territorio bresciano

Raggiungere l'uguaglianza di genere e l'empowerment (maggiore forza, autostima e consapevolezza) di tutte le donne e le ragazze

 

Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un'occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti

 

Come ci impegniamo per le persone e per lo sviluppo locale?

Abbiamo distribuito valore ai dipendenti delle sedi bresciane per 127 milioni di euro

Abbiamo assunto 116 persone nelle sedi bresciane, di cui:

  • 54% under 30
  • 10% donne
  • 64% a tempo indeterminato

Abbiamo attivato in provincia di Brescia 12 tirocini e stage, a seguito dei quali sono state assunte 7 persone

Abbiamo avviato il Progetto GEA, per incrementare e sostenere il bilanciamento di genere a tutti i livelli aziendali e le donne in posizioni di responsabilità sono aumentate del 29%

Indici infortunistici

Abbiamo coinvolto 198 persone (+38% rispetto al 2018) nel progetto di smart working. Nel 2019 sono state circa 4.700 le giornate lavorate in modalità smart 

Abbiamo erogato oltre 50 mila ore di formazione, di cui il 46% sui temi della salute e sicurezza 

Abbiamo rilevato 69 infortuni (-16% rispetto al 2018) per il personale dipendente

Abbiamo effettuato ordini a 292 micro e piccole imprese locali (48% dei fornitori attivati) per 84 milioni di euro e a 33 cooperative sociali e onlus per 20 milioni di euro

Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell'acqua e delle strutture igienico-sanitarie

Come gestiamo il ciclo dell’acqua?

Abbiamo sostituito circa 36 km di rete idrica e siamo intervenuti su oltre 70 perdite non altrimenti individuabili, grazie all’attività di ricerca delle perdite occulte.

È stata testata con successo una nuova tecnologia «No Dig» per la riparazione di perdite senza scavi.

Abbiamo sostituito circa 22 mila contatori dell’acqua con dispositivi smart, arrivando ad un totale complessivo di circa 47 mila.

Abbiamo effettuato il collettamento parziale della rete fognaria del Comune di Concesio alla rete di Brescia, servita dal Depuratore di Verziano, con l’accesso al servizio di depurazione di circa 4.500 nuovi abitanti equivalenti.

Investimenti ciclo idrico

Abbiamo avviato ad esercizio il nuovo depuratore di Nuvolera, a servizio di circa 25 mila abitanti equivalenti. L’opera, che ha richiesto un investimento di circa 3,5 milioni di euro, consente il superamento di una procedura di infrazione europea.

Abbiamo avviato i lavori di realizzazione della rete fognaria ed acquedottistica dell’agglomerato di Calvisano, che sono giunti al 50% di avanzamento, e i lavori di terebrazione di 2 dei 3 pozzi dell’acquedotto civico, per un investimento complessivo di 72 milioni di euro.

Abbiamo avviato un percorso di confronto tra A2A Ciclo Idrico e diversi circoli locali di Legambiente, organizzando visite ai depuratori di Verziano e Montichiari, con lo scopo di rispondere alle domande sul funzionamento degli impianti e illustrarne l’efficienza

Assicurare a tutti l'accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni

Cosa facciamo per l’energia?

Abbiamo promosso soluzioni per l’efficienza energetica, proponendo ai nostri clienti prodotti e servizi a basso consumo. Grazie ai Kit Led acquistati dai clienti di A2A Energia si è evitata l’emissione di 714 tonnellate di CO2

Abbiamo venduto 422 GWhe di energia verde (+17% rispetto al 2018)

Abbiamo sostenuto le famiglie in difficoltà, erogando, 6.026 bonus elettricità e 6.309 bonus gas

Abbiamo prodotto energia dai rifiuti non riciclabili, evitando l’utilizzo di ulteriori combustibili fossili per la produzione di energia, utile per il fabbisogno di elettricità di 200 mila famiglie e per il riscaldamento di 60 mila famiglie

Energia da valorizzazione dei rifiuti

Abbiamo prodotto il 66% dell’energia termica e il 69% dell’energia elettrica grazie alla valorizzazione dei rifiuti

Abbiamo completato 5 interventi di efficientamento energetico degli impianti del Servizio Idrico Integrato. Per gli acquedotti si è intervenuti sui ripompaggi e per i depuratori sui motori a servizio del comparto biologico

Costruire una infrastruttura resiliente e promuovere l'innovazione ed una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile

Quali sono le nostre idee per l’innovazione?

Abbiamo proseguito le attività del progetto europeo TEMPO, con l’obiettivo di trovare una modalità per ridurre la temperatura dell’acqua distribuita con il teleriscaldamento, dagli attuali 120° a 80°C, con un beneficio sia ambientale sia economico per i clienti finali.
La fase di sperimentazione del progetto include, tra i 3 siti previsti in Europa, un complesso abitativo nel quartiere di Fornaci

Abbiamo concluso, a Brescia e Concesio, la sperimentazione che ha previsto l’impiego di un algoritmo di machine learning per migliorare il processo di ricerca delle perdite di gas dalla rete di distribuzione.
I risultati del progetto dimostrano che l’incremento di efficacia può arrivare fino al 20%, con beneficio per la sicurezza degli utenti, per l’efficienza delle operazioni di manutenzione e per il contenimento delle emissioni di gas a effetto serra

Andamento degli investimenti del Gruppo nel territorio bresciano

Abbiamo avviato la fase di test del progetto di rilevazione perdite idriche tramite noise logger, che consente la localizzazione geografica delle perdite tramite sensori che registrano il rumore dell’acqua che scorre, identificando le anomalie. I risultati del test, durato 2 mesi ed effettuato su 10 km della rete bresciana, ha dato risultati positivi: i dispositivi installati hanno individuato 12 perdite, di cui il 75% è risultato effettivo

Abbiamo testato sull’acquedotto bresciano, grazie all’accordo con Politecnico di Milano e Intterapp-Valcom, il primo prototipo industriale di Greenvalve, una valvola intelligente che consente di trasformare in energia elettrica l’energia meccanica dell’acqua che sarebbe altrimenti necessario dissipare per preservare l’integrità e la sicurezza della rete

Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili

Cosa facciamo per lo sviluppo digitale?

Gestiamo servizi di Smart City, tra cui videosorveglianza, metering e IoT, in 65 Comuni della provincia di Brescia

Abbiamo contribuito, insieme a Open Fiber e all’amministrazione comunale, a rendere Brescia una città sempre più innovativa e digitale, attraverso il progetto FTTH (acronimo di «Fiber To The Home»), che consente di navigare fino a 1 Gigabyte al secondo.
Con oltre 16 milioni di investimento, nel 2019 abbiamo raggiunto oltre 70 mila unità immobiliari, grazie all’utilizzo di 550 km di infrastruttura di A2A e oltre 2.500 km di fibra posata

Investimenti Smart city

Abbiamo portato avanti, con A2A Calore e Servizi, il progetto per la riqualificazione energetica degli edifici scolastici di Brescia, installando nuovi serramenti più performanti dal punto di vista energetico, acustico e della sicurezza e che garantiscono, oltre al risparmio energetico, anche un notevole miglioramento del comfort ambientale interno.
Nel 2019 abbiamo concluso i lavori nella scuola secondaria di primo grado Virgilio e nelle scuole dell’infanzia Bettinzoli e Zammarchi, raggiungendo un totale di 7 scuole. Nel 2020 si prevede di intervenire in ulteriori 4 scuole bresciane

Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo

Come promuoviamo l’economia circolare?

Abbiamo avviato a recupero di materia o energia il 100% dei rifiuti urbani raccolti, azzerando così il ricorso alla discarica

Abbiamo realizzato presso le sedi bresciane dell’Università Cattolica del Sacro Cuore la campagna di comunicazione «Differenziata? 30 e lode», volta ad informare gli studenti e il personale docente sulle regole per separare correttamente i rifiuti, per ottimizzare la frazione riciclabile della raccolta differenziata. A questo scopo, abbiamo riorganizzato i contenitori nelle aree comuni e nelle aree di ristoro

Abbiamo avviato - insieme ai partner BrianzAcque, Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Lariana Depur, MM e TCR Tecora - un progetto per valorizzare i fanghi di depurazione ed identificare le modalità di recupero più sostenibili, col finanziamento di Regione Lombardia nell’ambito del bando «Call Hub Ricerca e Innovazione». A2A Ambiente sperimenterà l’ottimizzazione del recupero energetico dei fanghi in co-combustione con altri rifiuti non riciclabili nel Termoutilizzatore di Brescia e in monocombustione, nel Termovalorizzatore di Corteolona, anche con recupero dalle ceneri di fosforo, elemento nutriente riutilizzabile in agricoltura.

Raccolta differenziata

Abbiamo aderito al network internazionale «Circular Economy 100» (CE100) della Fondazione Ellen MacArthur, che riunisce imprese, istituzioni, governi, amministrazioni e università in un circuito dedicato alla condivisione di conoscenze ed esperienze nel campo dell’economia circolare. La partecipazione al CE 100 rappresenta per A2A, oltre che un riconoscimento dell’impegno e dei risultati raggiunti, anche un’ulteriore opportunità per innovare, attivando collaborazioni e partnership con gli altri soggetti coinvolti

Adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze

Qual è il nostro impegno per contrastare i cambiamenti climatici?

Nel 2019 abbiamo avviato il percorso di decarbonizzazione del sistema ambiente energia della città di Brescia, che punta attraverso un impegnativo piano investimenti da 70 milioni di euro, a sostituire progressivamente il calore attualmente prodotto dalla Centrale Lamarmora da combustibili fossili (carbone e gas) con fonti più «green» e a migliorare complessivamente le prestazioni ambientali. 

Per approfondire    Brescia al futuro sostenibile

 

Abbiamo sottoposto all’analisi della Science-Based Targets initiative (SBTi) i nostri nuovi target di riduzione della CO2 (-46% gCO2/kWh rispetto al 2017), che sono stati dichiarati allineati all’Accordo di Parigi per mantenere il riscaldamento globale al di sotto dei 2°C

Emissioni molto inferiori ai limiti A.I.A. (Autorizzazione Integrata Ambientale)

Abbiamo effettuato il rinnovo tecnologico di tutta la rete di ricarica per veicoli elettrici E-moving della città, attraverso la sostituzione completa delle colonnine con altrettante di nuova generazione, e l’estensione della rete con 4 nuove colonnine, di cui una Fast Charge. Una ulteriore colonnina Quick Charge è stata installata presso il nuovo Green Energy Point A2A di via Malta. Abbiamo inoltre installato, fuori dal comune capoluogo, a Rovato, 2 colonnine di ricarica. Alle nuove colonnine su suolo pubblico, si aggiungono i 6 wallbox installati all’interno dei principali parcheggi in struttura gestiti da Brescia Mobilità. In totale a Brescia sono quindi presenti 30 colonnine (di cui 1 Fast Charge) con 60 punti di ricarica. Nel 2019 abbiamo garantito, grazie alla rete E-moving, oltre 14 mila ricariche di auto, corrispondenti a 1,1 milioni di km percorsi a emissioni zero, con un risparmio di 134 tonnellate di CO2

Per approfondire    Il futuro della mobilità è elettrico

 

Abbiamo contribuito ad evitare l’immissione in atmosfera di 44 mila tonnellate di CO2 e 79 tonnellate di NOx grazie alla rete di teleriscaldamento, che distribuisce calore prodotto da impianti cogenerativi ad alta efficienza e attraverso il recupero di energia dai rifiuti o da processi industriali esterni al Gruppo

Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell'ecosistema terrestre, gestire sostenibilmente le foreste, contrastare la desertificazione, arrestare e far retrocedere il degrado del terreno, e fermare la perdita di diversità biologica

Come salvaguardiamo gli habitat naturali?

Abbiamo avviato una mappatura georeferenziata degli impianti e delle reti del Gruppo, volta ad individuare le potenziali interferenze che essi generano nei confronti delle aree protette situate in loro prossimità.
Nel territorio di Brescia e provincia sono stati analizzati 48 siti e attività gestiti dal Gruppo.
I risultati mostrano che non vi sono impianti significativi ricadenti in aree protette, mentre la rete elettrica attraversa per complessivi 110 km aree protette del tipo Rete Natura 2000, IBA, Rete nazionale (EUAP)

Abbiamo distribuito gratuitamente ai cittadini della provincia di Brescia quasi 100 tonnellate di compost biologico prodotto dall’impianto di Bedizzole, nella struttura dedicata aperta vicino all’impianto.

Trattamento negli impianti di compostaggio e compost prodotto

Abbiamo continuato a produrre farine di mais e frumento (circa 100 quintali) in alcuni terreni agricoli incolti di proprietà del Gruppo. I terreni sono stati fertilizzati con il compost certificato per l’agricoltura biologica prodotto dall’impianto di Bedizzole. Con le farine si è dato avvio anche alla produzione di pasta integrale, di orzo e farro decorticati, e di alcuni prodotti da forno (biscotti, rustici, ecc.) a marchio «A2A Naturalmente»

Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile

Quali partnership con il terzo settore e quali attività per la comunità locale?

Abbiamo sponsorizzato, nel 2019, attività e manifestazioni culturali, sociali e sportive, come, ad esempio, il Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, il Palazzetto di Brescia, ridenominato «Palaleonessaa2a», il campionato di basket, il Festival Internazionale delle Luci sul Castello di Brescia, nonché l’allestimento per le luminarie natalizie

La Fondazione ASM ha lanciato il primo bando denominato “Usato Sicuro” per il trasferimento e la condivisione di best practice in risposta ai bisogni sociali delle comunità. Ha, inoltre, promosso, in rete con altri soggetti, due iniziative: «Brescia Buona», per attivare forme di promozione tra imprese sociali di inserimento lavorativo, attive nel campo della ristorazione e dell’accoglienza, e «CAD - Comunità Amiche della Disabilità», per la creazione di unità territoriali inclusive a favore delle persone disabili

Contributi alla comunità

Nell’ambito della raccolta fondi per il Banco dell’energia onlus, abbiamo associato alle donazioni un omaggio della linea di prodotti «A2A Naturalmente», a scelta tra farine, pasta e prodotti da forno, che derivano dalle colture di alcuni terreni agricoli di proprietà del Gruppo

Banco dell’energia onlus presente sul territorio bresciano: sono 4 i progetti che, nelle 2 edizioni del Bando «Doniamo Energia», in collaborazione con Fondazione Cariplo, intervengono sul territorio di Brescia a contrasto della vulnerabilità e dello scivolamento verso la povertà. I progetti aggiudicatari della prima edizione hanno riguardato la Provincia di Brescia e il Comune di Palazzolo sull’Oglio: rispettivamente «Energie in circolo» presentato dall’ente capofila Associazione Casa Betel Onlus 2000 e «Un KW in più» presentato dall’ente capofila Cooperativa Sociale Palazzolese in rete con diverse non profit territoriali. Entrambi i progetti, conclusi a fine 2019, hanno coinvolto più di 200 nuclei famigliari per un totale di circa 600 persone. La seconda edizione del Bando ha visto due progetti aggiudicatari nell’area di Brescia: il progetto «Energie Potenziali per Comunità Solidali. La Bassa Bresciana Centrale fa rete per prevenire povertà ed esclusione», presentato dall’ente capofila Gruppo 29 Maggio '93 Fabio-Sergio-Guido; e il progetto «Rilancio - maggiori risorse per il bilancio», presentato dall’ente capofila Associazione Bimbo chiama Bimbo onlus, con il supporto di Fondazione Comunità Bresciana.

Abbiamo condiviso gli obiettivi e gli strumenti del percorso di decarbonizzazione del sistema energetico bresciano, il 4 ottobre a Brescia, durante un evento organizzato presso la Centrale Lamarmora, aperto a studenti e famiglie; 250 ragazzi hanno contribuito alla realizzazione di un murale a ricordo della giornata dedicato al tema «Brescia al futuro». 

Per approfondire    Brescia al futuro sostenibile

 

Il Bilancio di Sostenibilità di Brescia 2019

Scopri le nostre performance di sostenibilità per Brescia e le storie del territorio