Salta al contenuto principale

Milano: il know how di Amsa a servizio del mondo

Progetti sull’igiene ambientale all’estero

Abbiamo attuato, attraverso le società del Gruppo A2Abroad e AMSA, una serie di iniziative, in collaborazione col Comune di Milano, per portare nei paesi in via di sviluppo il know how del Gruppo in materia di igiene ambientale.

Niger

In collaborazione con la Fondazione ACRA, sono state definite normative per migliorare la gestione dei rifiuti prodotti presso i mercati della città di Niamey (Niger) e individuate buone pratiche per lo smaltimento dei rifiuti stessi. L’esito dell’iniziativa è stato esposto in occasione del forum sub-regionale del Milan Urban Food Policy Pact che si è tenuto a Niamey nel 2019.

Albania

In collaborazione con l’associazione ACAP, abbiamo supportato le attività preparatorie del piano di gestione dei rifiuti di Zvernec (Albania), attraverso la supervisione del documento gestionale, un’analisi dei costi e una identificazione degli indicatori target; abbiamo inoltre svolto il successivo monitoraggio relativo all’esecuzione del piano di gestione.

Camerun

In collaborazione con l'Associazione Centro orientamento Educativo (COE) e con il supporto dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo Scambi formativi, abbiamo contribuito al progetto «Sguardo oltre il carcere: rafforzamento della società civile nell’inclusione sociale e nella tutela e promozione dei detenuti ed ex-detenuti in Camerun», promuovendo l’esperienza di LaboRAEE, una società controllata da Amsa che gestisce un impianto di trattamento di rifiuti elettronici (RAEE) all’interno della casa di reclusione di Bollate e impiega personale prevalentemente detenuto

LaboRAEE è una società controllata da Amsa (Gruppo A2A) che gestisce un impianto di trattamento di rifiuti elettronici (RAEE) all’interno della casa di reclusione di Bollate, impiegando prevalentemente personale detenuto, con il duplice obiettivo di promuovere l’inclusione socio-lavorativa di detenuti e realizzare un progetto di economia circolare attraverso il recupero dei Rifiuti Elettrici ed Elettronici.

 

LaboRAEE in cifre

Il progetto nasce dalla collaborazione tra Amsa, diverse Istituzioni Pubbliche (Regione Lombardia, Provveditorato Amministrazione Penitenziaria Lombardia, Comune di Milano, Casa Circondariale di Bollate) e aziende specializzate come Fenixs srl già operanti per la disponibilità della struttura e prestazione di manodopera.

L’iniziativa si avvia nel marzo 2010, con la sottoscrizione di un Protocollo d’intesa con la Regione, che ha consentito, nell’aprile 2018, la costituzione della società LaboRAEE, che utilizza un capannone industriale all’interno della II Casa di Reclusione di Milano (Bollate), sul quale è stato installato anche un impianto fotovoltaico per autoconsumo, e in cui ha sede l’impianto per il trattamento dei rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE), come TV, monitor, computer, elettrodomestici, ecc..

Le attività di trattamento consistono nello smontaggio, cernita e valorizzazione delle componenti rimosse dai rifiuti elettronici: principalmente metalli ferrosi e non ferrosi, rame, ottone, bronzo, stagno, plastiche di diverse tipologie di polimeri, gomma, vetro, legno, cemento, motori, batterie ed accumulatori, schede elettroniche, cavetteria, schede pc, hard disk, processori, alimentatori.

Durante il 2018 sono stati sottoscritti due importanti accordi:

  • con il consorzio ECODOM è stato stipulato un contratto per il conferimento in 2 anni di circa 1.300 tonnellate di lavatrici, lavastoviglie e forni ad incasso;
  • con il gruppo ENI è stata siglata una convenzione di tre anni per la consegna all’impianto dei RAEE provenienti dalle varie sedi dislocate sul territorio nazionale, per un totale di circa 1.300 tonnellate.

Guarda le interviste

Scopri i principali progetti realizzati dal Gruppo nel territorio milanese nel 2019