Skip to main content

A2A ed il Comune di Varese sottoscrivono l’accordo per l’ingresso di Aspem nel Gruppo A2A

Milano, 30 settembre 2008 – A2A ed il Comune di Varese hanno sottoscritto oggi l’accordo per l’ingresso nel Gruppo A2A di Aspem SpA, società attiva nei servizi pubblici locali nella città di Varese ed in altri comuni della Provincia di Varese.

 

L’accordo prevede che A2A acquisisca il 90% del capitale di Aspem SpA che controlla il 100% di Aspem Gas SpA ed a cui sarà trasferito mediante scissione prima del closing il 90% di Varese Risorse SpA. Aspem SpA detiene inoltre il 33% del capitale sociale di Prealpi Servizi SpA.

 

Il Comune di Varese continuerà a mantenere il 9,7% circa di Aspem SpA ed il 10% di Varese Risorse SpA; la residua partecipazione nel capitale di Aspem SpA è detenuta da altri comuni della Provincia di Varese. Aspem SpA è attiva nel comune di Varese ed in altri comuni della Provincia di Varese nella gestione della distribuzione di gas naturale, con circa 100 milioni di metri cubi di gas distribuiti e circa 41.000 clienti allacciati alla rete, nella gestione del servizio idrico con circa 60.000 clienti serviti e nei servizi ambientali dove la società copre un territorio che include circa 107.000 abitanti.

 

Aspem Gas si occupa della vendita di gas (con oltre 90 milioni di metri cubi di gas venduti), mentre Varese Risorse gestisce l’impianto di teleriscaldamento di Varese, che dispone di una potenza installata di 52,5 MWt e di 5 MWe. Prealpi Servizi, partecipata con quote paritetiche anche dalle società dei servizi pubblici locali dei comuni di Gallarate e di Busto Arsizio, opera nella gestione del servizio idrico nella Provincia di Varese.

 

Nel 2007, su base pro-forma, Aspem SpA, Aspem Gas e Varese Risorse hanno realizzato un fatturato di circa 70 milioni di euro, con un margine operativo lordo di 6,5 milioni di euro. Al 31.12.2007 l’indebitamento finanziario netto consolidato pro-forma, che era negativamente influenzata dalla stagionalità dell’attività, era pari a circa 5 milioni di euro.

 

Il prezzo pattuito per l’acquisizione è di 47,6 milioni di euro, che sarà pagato mediante trasferimento al Comune di Varese di azioni proprie A2A valorizzate alla quotazione media ponderata del titolo A2A nei sei mesi antecedenti il closing; a tal fine tale quotazione media non potrà essere inferiore a 2,32 euro. Il numero massimo di azioni A2A attribuibile al Comune di Varese (in ipotesi di assenza di aggiustamento prezzo, previsto contrattualmente sulla base dell’indebitamento finanziario netto consolidato al 31 dicembre 2008) è quindi di circa 20,5 milioni pari a circa lo 0,6 % del capitale di A2A. Il Comune di Varese assumerà un obbligo di lock-up sulle azioni A2A della durata di 18 mesi. Il Comune di Varese avrà un’opzione di vendita relativa alle partecipazioni detenute in Aspem SpA ed in Varese Risorse esercitabile dopo 3 anni dal closing (periodo per il quale è previsto un lock-up su tali partecipazioni) ad un prezzo non superiore a quello pattuito nel contratto sottoscritto in data odierna. Il closing, previsto fra fine 2008 ed inizio 2009, è condizionato all’autorizzazione dell’Autorità Antitrust ed al completamento della scissione per il trasferimento ad Aspem del 90% di Varese Risorse.

 


Per ulteriori informazioni:
 

Comunicazione e Relazioni Esterne – Ufficio Stampa
Tel. 02 7720.4582 - ufficiostampa@a2a.eu
Investors Relations
Tel. 02 7720.3879 - ir@a2a.eu