Salta al contenuto principale

Cogenerazione nel quartiere Comasina. Quando un bisogno diventa opportunità

Un progetto sperimentale di A2A Calore e Servizi, A2A Energia e MM presentato in occasione della Prima Settimana delle energie sostenibili di Milano

Riscaldamento di quarta generazione, calore sperimentale, cogenerazione, risparmio energetico e sostenibilità ambientale. Sono gli ingredienti principali dell’iniziativa “A Milano energia nuova per le Utility” organizzata da A2A Calore e Servizi, con A2A Energia e MM, nell’ambito della Mostra Convegno Expocomfort  (MCE), la manifestazione del Comune di Milano per la Prima Settimana delle energie sostenibili dedicata alle novità tecnologiche in ambito abitativo, di mobilità e di sostenibilità energetica.

Dal Gruppo A2A, un progetto innovativo per riscaldare

L’evento “A Milano energia nuova per le Utility” di giovedì 15 marzo, alla Casa dell’Energia e dell’Ambiente di Piazza Po, 3 a Milano è stato anche l’occasione per conoscere a fondo l’innovativo progetto di riscaldamento di quarta generazione per le abitazioni del quartiere Comasina.

Un nuovo impianto di calore a pompa acqua/acqua che verrà realizzato in via sperimentale nella centrale A.P. Salemi e grazie al quale il calore necessario per scaldare le abitazioni verrà prodotto per il 20% da fonte rinnovabile e per il 48% circa da cogenerazione ad alto rendimento.

OGGI una vecchia caldaia
La centrale termica del quartiere Comasina è, attualmente, un impianto dotato di caldaie semplici a gas naturale. La centrale di pompaggio dell’acquedotto “Salemi” fornisce il servizio di sollevamento e potabilizzazione dell’acqua, nonché la sua distribuzione nelle case. Un impianto costoso e poco funzionale che ha visto negli anni nascere tre diverse esigenze: l’ottimizzazione del sistema di produzione del calore, ormai superato; la riduzione degli elevati consumi elettrici di pompaggio; la disponibilità di una fonte termica a bassa temperatura inutilizzata quale l’acqua di falda. Dalla ricerca di una soluzione comune a questi problemi, A2A e MM hanno trasformato il fabbisogno energetico in opportunità concreta di sostenibilità.

DOMANI un impianto di 4° generazione
Ne è nato il progetto sperimentale di centrale termica per il quartiere Comasina: una centrale di cogenerazione con due motori a combustione interna, alimentati a gas naturale, e una pompa di calore. Innovativa la possibilità di recuperare Il calore di scarto prodotto dai motori (circa 2,2 MWt totali), evitandone la dispersione in atmosfera, e la sua trasformazione in energia elettrica.
 
Energia elettrica utilizzata sia per alimentare le pompe di sollevamento e di spinta dell’impianto dell’acquedotto, sia per una nuova pompa di calore che rende utilizzabile l’energia geotermica a bassa temperatura proveniente dalla falda, con una produzione di 3MWt a una temperatura di 85°C. Prestazioni energetiche di altissimo livello che assicureranno efficienza, risparmio e sostenibilità a un intero quartiere.


La presentazione del progetto è stata infine occasione per la consegna ufficiale di una targa celebrativa ad ATM e Metropolitana Milanese: per aver scelto di abbattere a zero le emissioni di CO2 utilizzando energia rinnovabile certificata A2A.