Salta al contenuto principale
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Nuova luce per milano, il 20 dicembre il duomo si accende di splendore: completata la nuova illuminazione esterna della cattedrale

Milano, 13 dicembre 2018

Giovedì 20 dicembre 2018, alle ore 18.45, il Duomo, simbolo di Milano nel mondo - e con esso tutta la città - scrive un altro capitolo del suo racconto di luce, con l’attesa accensione del nuovo impianto d’illuminazione esterna della Cattedrale.

Infatti, dopo il completamento della nuova illuminazione interna del Monumento inaugurata il 1 maggio 2015 e di quella della Madonnina, della facciata e delle vetrate ultimata in occasione del Natale 2016, è il momento dell’accensione di quella perimetrale e della parte alta del Duomo, comprendente le coperture e le guglie. Questo ultimo tassello di un grande e complesso lavoro che ha impegnato la Veneranda Fabbrica negli ultimi mesi rivelerà particolari sorprendenti, rivestendo di splendore l’intera piazza e restituendo luminosità a quella parte alta del Monumento fino ad oggi rimasta più nascosta.

Il progetto, commissionato dalla Veneranda Fabbrica del Duomo ed affidato nel 2016 all’Ing. Pietro Palladino dello Studio Ferrara Palladino e Associati, approvato dalla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Milano, è stato frutto un accordo stipulato congiuntamente lo scorso 1 febbraio con il Comune di Milano e A2A per la valorizzazione dell’illuminazione esterna della Cattedrale.

La Veneranda Fabbrica si è fatta interamente carico dell’acquisto dei nuovi corpi illuminanti relativi all’impianto, con un investimento di oltre un milione di euro. La scelta degli apparecchi, appositamente realizzati da ERCO per la Cattedrale, è proseguita nel segno dell’efficienza e del rispetto dell’ambiente, privilegiando la tecnologia LED.

«Una nuova illuminazione esterna per il Duomo di Milano è il dono che la Veneranda Fabbrica ha scelto di fare ai milanesi ed ai milioni di turisti che ogni anno giungono in città per visitare il Monumento in occasione del Natale. Il progetto, realizzato dalla Veneranda Fabbrica grazie ad un importante accordo sottoscritto con il Comune di Milano e A2A, ha richiesto un notevole impegno di risorse da parte dell’Ente, ma siamo certi che esso sarà apprezzato e contribuirà a restituire bellezza e luminosità all’intera piazza. Dal 20 dicembre, anche la parte alta del Monumento e le sue inconfondibili guglie, simbolo della nostra raccolta fondi, non saranno più in ombra: insieme alla Madonnina, esse risplenderanno nella notte milanese» - sono le parole del Presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano Fedele Confalonieri.

«Nei giorni prossimi, tante occasioni illumineranno il cuore della nostra superba cattedrale e nelle celebrazioni spesso si canteranno le parole del profeta Isaia: "Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse". L'occasione della nuova illuminazione esterna del Duomo esprimerà in modo ancora più impressivo il senso della liturgia del Natale: vogliamo essere per la nostra città il cuore pulsante e la luce radiosa che testimoni la presenza del Dio-con-noi nel Signore Gesù perché possiamo essere – nei giorni feriali, insieme a tutti gli altri cittadini – costruttori di un mondo di pace e di giustizia» - dichiara Mons. Gianantonio Borgonovo, Arciprete del Duomo di Milano.

«Siamo felici che il Duomo fra qualche giorno si vesta di nuova luce, un bel regalo alla città. Si tratta di un impianto innovativo con un impatto ambientale sensibilmente inferiore. Da tempo tutti gli impianti di Milano sono a led ma il lavoro di incremento e ottimizzazione della luce in città è continuo, esattamente come continuo è il lavoro della Fabbrica del Duomo. In particolare siamo impegnati in interventi diffusi nei quartieri di periferia della città per una maggiore sicurezza di tutti» così Marco Granelli, Assessore all’Ambiente del Comune.

«Per il nostro Gruppo aver contribuito a valorizzare il patrimonio artistico e culturale di Milano con una nuova luce a led per il monumento simbolo della Città è motivo di grande orgoglio. - dichiara Valerio Camerano, Amministratore Delegato di A2A – Da oggi il Duomo rappresenta a pieno titolo un “modello” virtuoso anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale e dell’innovazione. Grazie all’allacciamento alla rete del teleriscaldamento che ha permesso di eliminare l’utilizzo dei combustibili fossili e alla nuova illuminazione è certamente tra i monumenti storici a minor impatto ambientale in Europa. L’intervento del Duomo segue quelli realizzati nell’intera città di Milano, prima grande città italiana ad aver fatto questa scelta. Una scelta grazie alla quale è stato possibile ridurre del 52% i consumi annui di energia elettrica, evitare 23.000 tonnellate di emissioni di CO2, e risparmiare 9 tonnellate di rifiuti».

«La nuova illuminazione degli esterni del Duomo di Milano è stata realizzata con l’impiego di materiali di qualità elevatissima. Il risultato è una luce sobria e caratterizzante, che dialoga perfettamente con l’architettura della Cattedrale. I dettagli, i fregi, le statue mostrano una plasticità vera; le variazioni cromatiche del marmo di Candoglia appaiono ben evidenti. Il nuovo sistema d’illuminazione utilizza apparecchi a LED realizzati ad hoc: rispetto al precedente fornisce illuminamenti maggiori e consuma circa il 40% in meno. La presenza di cantieri attivi in alcune zone delle coperture non ha reso possibile l’installazione di tutti i proiettori previsti in progetto: per questo motivo, alcune zone della parte alta non appaiono ad oggi illuminate. Il progressivo completamento dei lavori di restauro consentirà di ultimare l’installazione delle apparecchiature con interventi di tipo “step-by-step”» - sono le parole di Pietro Palladino, progettista del nuovo impianto d’illuminazione esterna del Duomo.

«È una grande soddisfazione aver preso parte a questo progetto dedicato alla Cattedrale che, oltre ad essere il simbolo di Milano è un’icona conosciuta in tutto il mondo. La temperatura colore della luce LED (neutral white 4000K°), scelta dal progettista Ing. Palladino per esaltare le enormi superfici in marmo di Candoglia, deve essere perfettamente uniforme, senza alcuna sbavatura di colore. Per farlo, abbiamo progettato appositamente dei corpi illuminanti che rappresentano lo stato dell’arte della tecnologia disponibile, con potenze e ottiche dedicate a coprire distanze importanti (fino a 135 metri), con una precisione nei puntamenti senza precedenti. Gli speciali proiettori, progettati su specifiche dell’Ing. Palladino, sono stati realizzati con accorgimenti tecnologici e rigore tecnico tali da garantire che il funzionamento, a servizio del Duomo, perduri nel tempo senza incertezze, anche nelle condizioni climatiche più avverse, minimizzando inoltre i tempi e i costi di manutenzione. La soddisfazione di aver portato a termine un lavoro così importante e complesso, però, non è nulla in confronto alla consapevolezza di aver contribuito a dare ancora più valore a uno dei monumenti più importanti e conosciuti al mondo» - dichiara Andrea Nava, Amministratore Delegato - Managing Director ERCO Illuminazione.

574 PROIETTORI A TECNOLOGIA LED PER IL PERIMETRO ESTERNO DELLA CATTEDRALE

Il progetto del nuovo impianto di illuminazione degli esterni del Duomo, che comprende l’intero perimetro della Cattedrale, le coperture e le guglie, prevede la sostituzione dei 378 apparecchi (non a LED), installati precedentemente, con 574 proiettori a LED: di questi, 368 sono allocati sulle Terrazze del Duomo e 206 sono invece distribuiti sui pali ed i palazzi circostanti.

In virtù dell’accordo sottoscritto, che prevede una durata della convenzione pari a 4 anni, A2A si è occupata dell’installazione dei corpi illuminanti forniti dalla Veneranda Fabbrica e si farà carico della manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto di illuminazione installato nelle aree limitrofe al Monumento. A2A ha inoltre curato la posa dei contatori dedicati alla nuova illuminazione, collaborando al coordinamento tra tutti gli attori coinvolti nel progetto.

La Veneranda Fabbrica, inoltre, provvederà, a propria cura e spese alla manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto di illuminazione installato sulla sezione Duomo.

IL 20 DICEMBRE UNA FESTA PER LA CITTÀ CON IL CONCERTO DI NATALE IN DUOMO

L’ora “X” suonerà alle ore 18.45 del 20 dicembre, quando la Cattedrale si rivestirà di luce e le porte del Duomo si spalancheranno per accogliere i milanesi ed i turisti in occasione del tradizionale concerto di Natale offerto alla città dalla Veneranda Fabbrica del Duomo e dal Comune di Milano, con il sostegno di Assolombarda, che si terrà alle 19.30.

Il concerto, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti dalle ore 18.45, prevede estratti dal Messiah di Händel eseguiti da laBarocca, l’ensemble specializzato in musica sei-settecentesca dell’Orchestra Verdi diretto dal Maestro Ruben Jais, affiancato dall’ensemble vocale diretto dal Maestro Gianluca Capuano e da quattro voci soliste.

Un’occasione di festa che rappresenta anche un significativo momento per raccontare in piazza l’avventura di luce della Cattedrale, con un ledwall che, grazie alla collaborazione con Clonwerk, accoglierà dapprima quanti entreranno in Duomo per il concerto e trasmetterà lo stesso in diretta streaming, condividendo con tutti i cittadini l’augurio per le festività.


Ufficio Stampa e Comunicazione Istituzionale
Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano
+39.02.36169221 - +39.02.36169222
press@duomomilano.it - www.duomomilano.it

A2A S.p.A.
Responsabile Ufficio Stampa
Giuseppe Mariano
+39.02.77204583
giuseppe.mariano@a2a.eu - www.a2a.eu

Comune di Milano - Ufficio Stampa
Gabinetto del Sindaco
Maria Emanuela Adinolfi
+39.0288450121
mariaemanuela.adinolfi@comune.milano.itwww.comune.milano.it

ERCO
Massimiliano Scaletti
+39 0236587284
comunicazione@erco.com - www.erco.com

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
RIPRISTINO DEL FLOTTANTE DI ACSM-AGAM – CONCLUSIONE DELLA VENDITA DI AZIONI ORDINARIE DI ACSM-AGAM TRAMITE PROCEDURA DI ACCELERATED BOOKBUILDING

IL PRESENTE COMUNICATO E QUALSIASI INFORMAZIONE IN ESSO CONTENUTA NON POSSONO ESSERE PUBBLICATI O DISTRIBUITI, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE, IN TUTTO O IN PARTE NEGLI STATI UNITI D’AMERICA, CANADA, SUD AFRICA, AUSTRALIA, GIAPPONE O IN UNA QUALSIASI GIURISDIZIONE IN CUI L’OFFERTA E LA VENDITA QUI PREVISTE SAREBBERO VIETATE DALLE LEGGI APPLICABILI. IL PRESENTE COMUNICATO È SOLO A SCOPO INFORMATIVO E NON È DESTINATO AD ESSERE, NÉ COSTITUISCE, UN’OFFERTA DI VENDITA O UNA SOLLECITAZIONE A COMPRARE ALCUNA AZIONE IN NESSUNA GIURISDIZIONE, TRA CUI GLI STATI UNITI D’AMERICA, CANADA, SUD AFRICA, AUSTRALIA, GIAPPONE. IL PRESENTE COMUNICATO E QUALSIASI INFORMAZIONE IN ESSO CONTENUTA NON POSSONO COSTITUIRE LE BASI PER, O ESSERE CONSIDERATI IN RELAZIONE AD ALCUNA OFFERTA O IMPEGNO DI QUALUNQUE TIPO IN NESSUNA GIURISDIZIONE

12 dicembre 2018 – Facendo seguito ai precedenti comunicati relativi all’offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria promossa congiuntamente da A2A S.p.A. e Lario Reti Holding S.p.A. (gli “Offerenti”), ai sensi degli articoli 102, 106, comma 1, e 109 del TUF su n. 26.264.874 azioni ordinarie di ACSM-AGAM S.p.A. (la “Società”), quotate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., e in particolare alla comunicazione diffusa in data 12 dicembre 2018, si comunica l’avvenuta cessione di n. 10.717.426 azioni ordinarie dell’Emittente, rappresentanti il 5,43% del capitale sociale dell’Emittente medesimo, attraverso una procedura di Accelerated Bookbuilding riservata ad investitori qualificati in Italia ed investitori istituzionali all’estero (l’“Operazione”).
Il prezzo di vendita per azione è pari ad Euro 1,46, per un controvalore complessivo di Euro 15.647.442.
Il regolamento dell’Operazione avverrà in data 17 dicembre 2018.
Mediobanca ‐ Banca di Credito Finanziario S.p.A. ha agito in qualità di Sole Bookrunner dell’Operazione.

IMPORTANT NOTICE: THIS ANNOUNCEMENT IS NOT FOR PUBLICATION, DISTRIBUTION OR RELEASE, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN OR INTO THE UNITED STATES OF AMERICA (INCLUDING ITS TERRITORIES AND POSSESSIONS, ANY STATE OF THE UNITED STATES AND THE DISTRICT OF COLUMBIA), CANADA, SOUTH AFRICA, AUSTRALIA OR JAPAN OR ANY OTHER JURISDICTION WHERE SUCH AN ANNOUNCEMENT WOULD BE UNLAWFUL. THE DISTRIBUTION OF THIS ANNOUNCEMENT MAY BE RESTRICTED BY LAW IN CERTAIN JURISDICTIONS AND PERSONS INTO WHOSE POSSESSION THIS DOCUMENT OR OTHER INFORMATION REFERRED TO HEREIN COMES SHOULD INFORM THEMSELVES ABOUT AND OBSERVE ANY SUCH RESTRICTION. ANY FAILURE TO COMPLY WITH THESE RESTRICTIONS MAY CONSTITUTE A VIOLATION OF THE SECURITIES LAWS OF ANY SUCH JURISDICTION.
THE SECURITIES REFERRED TO HEREIN (THE “SHARES”) HAVE NOT BEEN AND WILL NOT BE REGISTERED UNDER THE U.S. SECURITIES ACT OF 1933, AS AMENDED, AND MAY NOT BE OFFERED OR SOLD IN THE UNITED STATES WITHOUT REGISTRATION THEREUNDER OR PURSUANT TO AN AVAILABLE EXEMPTION THEREFROM. NEITHER THIS DOCUMENT NOR THE INFORMATION CONTAINED HEREIN CONSTITUTES OR FORMS PART OF AN OFFER TO SELL, OR THE SOLICITATION OF AN OFFER TO BUY, SECURITIES IN THE UNITED STATES. THERE WILL BE NO PUBLIC OFFER OF ANY SECURITIES IN THE UNITED STATES OR IN ANY OTHER JURISDICTION. IN MEMBER STATES OF THE EUROPEAN ECONOMIC AREA (“EEA”) WHICH HAVE IMPLEMENTED THE PROSPECTUS DIRECTIVE (EACH, A “RELEVANT MEMBER STATE”), THIS ANNOUNCEMENT AND ANY OFFER IF MADE SUBSEQUENTLY IS DIRECTED EXCLUSIVELY AT PERSONS WHO ARE “QUALIFIED INVESTORS” WITHIN THE MEANING OF THE PROSPECTUS DIRECTIVE (“QUALIFIED INVESTORS”). FOR THESE PURPOSES, THE EXPRESSION “PROSPECTUS DIRECTIVE” MEANS DIRECTIVE 2003/71/EC (AND AMENDMENTS THERETO, INCLUDING THE 2010 PD AMENDING DIRECTIVE, TO THE EXTENT IMPLEMENTED IN A RELEVANT MEMBER STATE), AND INCLUDES ANY RELEVANT IMPLEMENTING MEASURE IN THE RELEVANT MEMBER STATE AND THE EXPRESSION “2010 PD AMENDING DIRECTIVE” MEANS DIRECTIVE 2010/73/EU. IN THE UNITED KINGDOM THIS ANNOUNCEMENT IS DIRECTED EXCLUSIVELY AT QUALIFIED INVESTORS (I) WHO HAVE PROFESSIONAL EXPERIENCE IN MATTERS RELATING TO INVESTMENTS FALLING WITHIN ARTICLE 19(5)
OF THE FINANCIAL SERVICES AND MARKETS ACT 2000 (FINANCIAL PROMOTION) ORDER 2005, AS AMENDED
(THE “ORDER”) OR (II) WHO FALL WITHIN ARTICLE 49(2)(A) TO (D) OF THE ORDER, AND (III) TO WHOM IT MAY
OTHERWISE LAWFULLY BE COMMUNICATED; ANY OTHER PERSONS IN THE UNITED KINGDOM SHOULD NOT
TAKE ANY ACTION ON THE BASIS OF THIS ANNOUNCEMENT AND SHOULD NOT ACT ON OR RELY ON IT.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

A2A
Media Relations
Giuseppe Mariano
Tel. 02 7720.4582 – 4583
ufficiostampa@a2a.eu
Investor Relations:
Tel.02 7720.3974
ir@a2a.eu

Lario Reti Holding – Ufficio Comunicazione
Matteo Grazioli
Tel. 0341 1927432
m.grazioli@larioreti.it
www.larioreti.it

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Ripristino del flottante di acsm-agam – avvio della vendita di massime numero 10.717.426 azioni ordinarie, rappresentanti il 5,43% del capitale sociale di acsm-agam tramite procedura di accelerated bookbuilding

IL PRESENTE COMUNICATO E QUALSIASI INFORMAZIONE IN ESSO CONTENUTA NON POSSONO ESSERE PUBBLICATI O DISTRIBUITI, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE, IN TUTTO O IN PARTE NEGLI STATI UNITI D’AMERICA, CANADA, SUD AFRICA, AUSTRALIA, GIAPPONE O IN UNA QUALSIASI GIURISDIZIONE IN CUI L’OFFERTA E LA VENDITA QUI PREVISTE SAREBBERO VIETATE DALLE LEGGI APPLICABILI. IL PRESENTE COMUNICATO È SOLO A SCOPO INFORMATIVO E NON È DESTINATO AD ESSERE, NÉ COSTITUISCE, UN’OFFERTA DI VENDITA O UNA SOLLECITAZIONE A COMPRARE ALCUNA AZIONE IN NESSUNA GIURISDIZIONE, TRA CUI GLI STATI UNITI D’AMERICA, CANADA, SUD AFRICA, AUSTRALIA, GIAPPONE. IL PRESENTE COMUNICATO E QUALSIASI INFORMAZIONE IN ESSO CONTENUTA NON POSSONO COSTITUIRE LE BASI PER, O ESSERE CONSIDERATI IN RELAZIONE AD ALCUNA OFFERTA O IMPEGNO DI QUALUNQUE TIPO IN NESSUNA GIURISDIZIONE

 

12 dicembre 2018 – Facendo seguito ai precedenti comunicati relativi all’offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria promossa congiuntamente da A2A S.p.A. e Lario Reti Holding S.p.A. (gli “Offerenti”), ai sensi degli articoli 102, 106, comma 1, e 109 del TUF su n. 26.264.874 azioni ordinarie di ACSM AGAM S.p.A. (la “Società”), quotate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., si comunica l’avvio della procedura di ripristino del flottante dell’Emittente al fine di assicurare un regolare andamento delle negoziazioni, tramite la cessione di massime numero 10.717.426 azioni ordinarie, costituenti il 5,43% del capitale sociale della società medesima, attraverso una procedura di Accelerated Bookbuilding, e cioè una procedura accelerata di raccolta ordini riservata ad investitori qualificati in Italia ed investitori istituzionali all’estero (l’ “Operazione”).
Mediobanca ‐ Banca di Credito Finanziario S.p.A. agisce in qualità di Sole Bookrunner dell’Operazione.
L’Operazione avrà inizio immediatamente e potrà essere conclusa in qualsiasi momento. Gli Offerenti daranno comunicazione dell’esito dell’Operazione al temine del relativo collocamento.

 

Per maggiori informazioni

A2A
Media Relations
Giuseppe Mariano
Tel. 02 7720.4582 – 4583
ufficiostampa@a2a.eu

Investor Relations:
Tel.02 7720.3974
ir@a2a.eu

 

Lario Reti Holding – Ufficio Comunicazione
Matteo Grazioli
Tel. 0341 1927432
m.grazioli@larioreti.it
http://www.larioreti.it

 


IMPORTANT NOTICE: THIS ANNOUNCEMENT IS NOT FOR PUBLICATION, DISTRIBUTION OR RELEASE, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN OR INTO THE UNITED STATES OF AMERICA (INCLUDING ITS TERRITORIES AND POSSESSIONS, ANY STATE OF THE UNITED STATES AND THE DISTRICT OF COLUMBIA), CANADA, SOUTH AFRICA, AUSTRALIA OR JAPAN OR ANY OTHER JURISDICTION WHERE SUCH AN ANNOUNCEMENT WOULD BE UNLAWFUL. THE DISTRIBUTION OF THIS ANNOUNCEMENT MAY BE RESTRICTED BY LAW IN CERTAIN JURISDICTIONS AND PERSONS INTO WHOSE POSSESSION THIS DOCUMENT OR OTHER INFORMATION REFERRED TO HEREIN COMES SHOULD INFORM THEMSELVES ABOUT AND OBSERVE ANY SUCH RESTRICTION. ANY FAILURE TO COMPLY WITH THESE RESTRICTIONS MAY CONSTITUTE A VIOLATION OF THE SECURITIES LAWS OF ANY SUCH JURISDICTION.
THE SECURITIES REFERRED TO HEREIN (THE “SHARES”) HAVE NOT BEEN AND WILL NOT BE REGISTERED UNDER THE U.S. SECURITIES ACT OF 1933, AS AMENDED, AND MAY NOT BE OFFERED OR SOLD IN THE UNITED STATES WITHOUT REGISTRATION THEREUNDER OR PURSUANT TO AN AVAILABLE EXEMPTION THEREFROM. NEITHER THIS DOCUMENT NOR THE INFORMATION CONTAINED HEREIN CONSTITUTES OR FORMS PART OF AN OFFER TO SELL, OR THE SOLICITATION OF AN OFFER TO BUY, SECURITIES IN THE UNITED STATES. THERE WILL BE NO PUBLIC OFFER OF ANY SECURITIES IN THE UNITED STATES OR IN ANY OTHER JURISDICTION. IN MEMBER STATES OF THE EUROPEAN ECONOMIC AREA (“EEA”) WHICH HAVE IMPLEMENTED THE PROSPECTUS DIRECTIVE (EACH, A “RELEVANT MEMBER STATE”), THIS ANNOUNCEMENT AND ANY OFFER IF MADE SUBSEQUENTLY IS DIRECTED EXCLUSIVELY AT PERSONS WHO ARE “QUALIFIED INVESTORS” WITHIN THE MEANING OF THE PROSPECTUS DIRECTIVE (“QUALIFIED INVESTORS”). FOR THESE PURPOSES, THE EXPRESSION “PROSPECTUS DIRECTIVE” MEANS DIRECTIVE 2003/71/EC (AND AMENDMENTS THERETO, INCLUDING THE 2010 PD AMENDING DIRECTIVE, TO THE EXTENT IMPLEMENTED IN A RELEVANT MEMBER STATE), AND INCLUDES ANY RELEVANT IMPLEMENTING MEASURE IN THE RELEVANT MEMBER STATE AND THE EXPRESSION “2010 PD AMENDING DIRECTIVE” MEANS DIRECTIVE 2010/73/EU. IN THE UNITED KINGDOM THIS ANNOUNCEMENT IS DIRECTED EXCLUSIVELY AT QUALIFIED INVESTORS (I) WHO HAVE PROFESSIONAL EXPERIENCE IN MATTERS RELATING TO INVESTMENTS FALLING WITHIN ARTICLE 19(5) OF THE FINANCIAL SERVICES AND MARKETS ACT 2000 (FINANCIAL PROMOTION) ORDER 2005, AS AMENDED (THE “ORDER”) OR (II) WHO FALL WITHIN ARTICLE 49(2)(A) TO (D) OF THE ORDER, AND (III) TO WHOM IT MAY OTHERWISE LAWFULLY BE COMMUNICATED; ANY OTHER PERSONS IN THE UNITED KINGDOM SHOULD NOT TAKE ANY ACTION ON THE BASIS OF THIS ANNOUNCEMENT AND SHOULD NOT ACT ON OR RELY ON IT

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Bollette luce e gas, fine della tutela: come prepararsi al meglio ed evitare trappole

Brescia, 7 dicembre 2018 - Prosegue l’iniziativa “A2C – A2A Energia to customer” di A2A Energia per informare i cittadini sulle novità tariffarie e di fornitura del servizio in vista della fine dei mercati tutelati di elettricità e gas, inizialmente prevista al 1° luglio 2019 ma successivamente prorogata al 1° luglio 2020.

Da una recente indagine di Elettricità Futura risulta che ancora quasi la metà dei consumatori non conosce il significato di “mercato libero dell’energia” e che sono ancora molto forti i timori legati a questo passaggio, in particolare per la paura di assenza di controllo da parte dell’Autorità per l’Energia; di accordi tra le aziende; di incappare in fornitori inaffidabili; di un aumento delle bollette più alte.

Nel passaggio dalla tutela al mercato libero, solamente 1 su 10 degli intervistati non percepisce ostacoli: i restanti 9 ritengono erroneamente, che il passaggio a mercato libero comporti costi aggiuntivi, interruzioni del servizio e un iter burocratico particolarmente complesso.

Proprio per informare i cittadini in maniera chiara, semplice e trasparente sulla fine della tutela e sui vantaggi del mercato libero, da maggio di quest’anno A2A Energia ha messo in campo una rete di oltre cento consulenti commerciali che operano sul territorio di Milano e Brescia e ha sviluppato con il contributo attivo e il coinvolgimento diretto dei clienti una nuova offerta, Perfetta2a, che consente di personalizzare la propria tariffa e beneficiare da subito di tutti i vantaggi del libero mercato.

Per fare un bilancio dei primi 6 mesi di attività dell’iniziativa A2C a Brescia, oltre 150.000 persone sono entrate in contatto con i nostri consulenti e 60.000 hanno dedicato tempo per avere un consulenza. Circa 5.000 si sono recati presso i nostri “Spazio A2A”. Molti di loro hanno anche già compiuto il passaggio a mercato libero per l’energia elettrica ed il gas. Particolarmente apprezzata l’offerta Sicura2a, riservata agli over 65, a cui si è affiancata da poco più di un mese Perfetta2a. Per chi preferisce informarsi e poi fare da sé, A2A Click è sicuramente la scelta migliore grazie anche al canale di assistenza in Chat e Facebook.

Dal 1° dicembre e fino al 15 marzo i nostri consulenti sono a disposizione dei cittadini allo Spazio A2A di Brescia, posto all’ingresso degli Spedali Civili (metro Ospedale) per poi spostarsi in altri quartieri della città.

Consultando il sito internet ascoltaunamico.a2aenergia.eu e i canali social di A2A Energia è possibile conoscere i dettagli delle nostre offerte, la localizzazione di tutti gli Spazi A2A e fissare un appuntamento con un consulente A2A in uno degli store o presso la propria abitazione.

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Brescia verso la decarbonizzazione

Al via un nuovo piano investimenti da 70 milioni di euro sul sistema energetico della città: accumuli termici, nuovi sistemi abbattimento e recupero di calore da processi industriali

Il teleriscaldamento di Brescia si conferma così esempio di eccellenza in Europa

 

Brescia, 4 dicembre 2018 
 
I nuovi interventi

Brescia, prende forma e slancio il percorso di decarbonizzazione del sistema energetico: al via un impegnativo piano investimenti da 70 milioni di euro che punta a sostituire progressivamente il calore attualmente prodotto dalla Centrale Lamarmora con combustibili fossili (carbone e gas) con fonti più “green” e a migliorare complessivamente le prestazioni ambientali. 

Il piano, che si svilupperà in più fasi nell’arco di un quadriennio, consentirà di conseguire importanti benefici ambientali e il risparmio di 15mila TEP (tonnellate di petrolio equivalenti) l’anno pari al consumo di oltre 26mila autoveicoli. Al termine dei lavori, il sistema energetico sarà pronto per la prima stagione termica senza carbone, nell’ottobre 2022 e rappresenterà uno standard ambientale di assoluta eccellenza a livello europeo.

Fondamentale è l’identificazione di altre fonti più “green”, che possano sostituire il calore attualmente prodotto dalla centrale, quali - ad esempio - il recupero e il riutilizzo di calore industriale (prima disperso nell’ambiente) dalle acciaierie, avviato con il progetto pilota di Ori Martin e che oggi copre il fabbisogno annuo di 2.000 famiglie.
 
Queste le principali azioni del Piano:

  • accumuli termici per il teleriscaldamento: saranno realizzati tre nuovi serbatoi per l’accumulo dell’acqua calda per una capacità complessivi di 10mila metri cubi presso la Centrale Lamarmora e la Centrale Nord;  consentiranno di accumulare il calore prodotto nelle ore fuori picco e utilizzarlo quando c’è maggior domanda, migliorando l’efficienza del processo; il completamento è previsto nel 2019 per la centrale Lamarmora e  nel 2020 per la Centrale Nord
  • campo solare presso la Centrale Lamarmora: un impianto fotovoltaico, da 250 KW per una superficie di 1.500 mq, sarà installato entro l’estate 2020 presso la centrale Lamarmora per alimentare le pompe del teleriscaldamento riducendo i consumi 
  • potenziamento DeNOx della Centrale Lamarmora: entro il dicembre 2019 sarà in funzione uno nuovo sistema ad altissima efficienza per abbattere ulteriormente gli ossidi di azoto, già molto al di sotto dei limiti di legge
  • recupero calore industriale: entro il 2021 si conta di collegare alla rete nuove fonti disponibili sul territorio, recuperando annualmente 60 gigawattora di calore da processi industriali che andrebbe altrimenti disperso.

Accanto a ciò, fondamentale sarà anche la realizzazione della cosiddetta “flue gas cleaning condensation” al termoutilizzatore, progetto previsto nel Piano industriale della Business Unit Ambiente di A2A: la realizzazione di questo investimento consentirà sia di migliorare ulteriormente le già ottime prestazioni ambientali dell’impianto (tanto che per alcuni parametri come HCl-cloruro di idrogeno e SO2-biossido di zolfo si potrà parlare di “emissioni zero”), sia di incrementare l’efficienza di recupero energetico, mettendo a disposizione della rete di teleriscaldamento circa 150 GWh/anno di calore aggiuntivo ad impatto ambientale nullo, perché verrà generato senza aumentare i quantitativi di materiale trattati e contestualmente riducendo le emissioni.

Con il piano di decarbonizzazione, oggi presentato, sarà possibile ridurre ulteriormente del 50% le emissioni di ossidi di azoto, del 40% le polveri e del 90% le emissioni di zolfo rispetto all’assetto attuale, in passato oggetto di costante miglioramento.

L’impegno nel tempo di A2A

La sezione cogenerativa della Centrale Lamarmora rappresenta oggi, dopo il termoutilizzatore, la seconda fonte di generazione del calore per la città e produce ogni anno tra il 25 e il 30% dell’energia distribuita dalla rete di teleriscaldamento.

Il sistema di teleriscaldamento di Brescia è stato riconosciuto dalla Commissione Europea, in suo recente studio, come un esempio di eccellenza a livello europeo (ref. Efficient district heating and cooling systems in the EU - Case studies analysis, replicable key success factors and potential policy implications - December 2016).

Tra i fattori chiave di successo lo studio individua, tra gli altri, la sostenibilità ambientale, dato che il sistema evita ogni anno l’emissione in atmosfera di oltre 400 mila tonnellate di CO2 e il consumo di oltre 150 mila tonnellate equivalenti di petrolio, l’utilizzo di risorse energetiche locali (termovalorizzazione e recupero del “surplus heat”) e la competitività dei prezzi.

Negli ultimi anni A2A ha investito oltre 40 M€ in interventi di miglioramento dei presidi ambientali della Centrale Lamarmora: in particolare, la centrale è stata interessata all’installazione di un nuovo sistema DeNOx per la riduzione degli ossidi di azoto e da interventi di potenziamento dell’esistente impianto DeSOx e del filtro a maniche. 

L’impianto già oggi non solo rispetta i limiti di emissione attuali, ma è in grado di rispettare anche quelli futuri in relazione all’attesa evoluzione normativa: oggi l’incidenza della Centrale Lamarmora - come peraltro quello del termoutilizzatore - ai parametri che misurano la qualità dell’aria a Brescia è trascurabile rispetto a quella di altre fonti emissive ben più rilevanti, in primis i trasporti e il traffico veicolare. 

La sala di controllo e telegestione dell’impianto, inoltre, è stata completamente rinnovata, grazie ad interventi di digitalizzazione ed ammodernamento (25 km di fibra ottica posati e 2.700 i punti di elaborazione tra segnali, comandi e misure) che garantiscono semplificazioni tecniche, velocizzazione dei processi e miglioramento del monitoraggio e delle performance.

Nel suo complesso A2A ha investito, negli ultimi dieci anni, 140 milioni di euro per il continuo aggiornamento degli impianti del sistema energetico bresciano, con significativi benefici che avevano già conseguito diminuzioni delle emissioni: -71% ossidi di azoto, -87% polveri, -91% ossidi di zolfo (dati 2017 rispetto al 2005).


Contatti

Fabrizio Orlandi
A2A S.p.a.
Responsabile
Relazioni Istituzionali Locali
Area Brescia e Bergamo
via Lamarmora, 230 – 25124 Brescia
Tel.: +39.030.3554990
Mobile: 335 6860345
Email fabrizio.orlandi@a2a.eu

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
A2A Energia acquisisce il ramo Gas & Power di X3 Energy e si aggiudica importanti gare pubbliche nazionali

Oltre 4.500 punti di fornitura acquisiti a portafoglio per 130 M€ di fatturato e forniture assegnate tramite gara pubblica per oltre 400 M€ nel biennio 2019-2020 

 

Milano, 3 dicembre 2018 – A2A Energia, la società del Gruppo A2A attiva nella vendita di energia elettrica, gas naturale e servizi per l’efficienza energetica, acquisisce il ramo d’azienda Gas & Power di X3 Energy, società fortemente radicata in Emilia Romagna e con clienti prevalentemente nel centro-nord Italia.

Con questa operazione, che ha avuto efficacia dal 1° Dicembre, A2A Energia accresce i volumi di energia venduti e gli asset della rete commerciale, confermando la linea strategica di sviluppo con particolare riferimento al segmento delle PMI. Il portafoglio acquisito conta oltre 4.500 punti di fornitura per circa 220 Mm3 di gas e 165 Gwh di energia elettrica e un fatturato annuo complessivo di 130 M€. L’acquisizione consente inoltre ad A2A Energia di accelerare il completamento della rete di Key Agent specializzata nella vendita di energia elettrica, gas e servizi per l’efficienza energetica alle piccole e medie imprese.

Questa acquisizione conferma il nostro obiettivo di continua e importante crescita nel mercato Retail sancito dal Piano Industriale del Gruppo, consolidandoci fra i principali operatori energetici in tutti i segmenti di clienti su tutto il territorio nazionale” commenta Valerio Camerano, Amministratore Delegato del Gruppo “In particolare il ramo d’azienda Gas & Power di X3 Energy ci consente l’ampliamento della base clienti PMI e Large Business e l’ulteriore sviluppo della nostra rete vendita altamente specializzata” conclude Andrea Cavallini, Presidente e AD della controllata A2A Energia.

A2A Energia ha inoltre recentemente vinto alcune importanti gare di rilevanza nazionale per la fornitura di energia elettrica: il lotto 4 di Toscana, Marche e Umbria relativo al “Servizio di Salvaguardia” per il biennio 2019-2020; i tre lotti previsti dalla gara CET per la fornitura alle Pubbliche Amministrazioni della Regione Toscana nel 2019; infine due lotti Consip, entrambi con validità di 12 mesi dall’attivazione (lotto 4 di Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia e lotto 9 di Umbria e Marche). Il fatturato complessivo dei lotti assegnati ad A2A Energia è quantificabile in oltre 400 milioni di euro per il biennio 2019-2020.

 

A2A Media Relations  
Giuseppe Mariano  
Tel. 02 7720.4583  
ufficiostampa@a2a.eu

mostra
Iscriviti a Comunicati stampa