Salta al contenuto principale
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Avviso di pubblicazione di documento

Milano, 6 agosto 2019 - Si rende noto che la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2019, unitamente alla Relazione della Società di Revisione, è stata resa pubblica in data odierna ed è disponibile sul sito internet della Società www.a2a.eu e presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info all’indirizzo www.1info.it.

 

Contatti
Relazioni con i media Tel. +39-02 7720.4583 ufficiostampa@a2a.eu
Investor Relations Tel. +39-02 7720.3974 ir@a2a.eu

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Il Consiglio di Amministrazione di A2A S.p.A. ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2019

Importante crescita dei ricavi rispetto al primo semestre 2018 (+20%)

Margine Operativo Lordo a 582 milioni di euro (657 milioni di euro al 30 giugno 2018), in riduzione rispetto al primo semestre 2018 per il venir meno del contributo dei certificati verdi e di altri incentivi. Al netto di tali poste registrate nel 2018 il Margine Operativo Lordo cresce del 4%

Secondo trimestre in forte crescita (Margine Operativo Lordo Ordinario +10% rispetto al secondo trimestre 2018) sostenuto dalle Business Units Generazione, Mercato e Reti e Calore

Utile Netto di Gruppo a 166 milioni di euro (267 milioni di euro al 30 giugno 2018)

Investimenti per 252 milioni di euro, in crescita del 35% rispetto al primo semestre 2018

PFN a 3.116 milioni di euro.
Escludendo gli effetti contabili derivanti dall’applicazione dell’IFRS 16 e la variazione di perimetro, la PFN si attesta a 3.041 milioni di euro

***

Milano, 2 Agosto 2019 – Si è riunito oggi il Consiglio di Amministrazione di A2A S.p.A. che, sotto la Presidenza del Prof. Giovanni Valotti, ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2019.

Gruppo A2A - Risultati consolidati al 30 Giugno 2019
Il primo semestre dell’anno si è chiuso con risultati economico-finanziari complessivamente in contrazione riconducibili prevalentemente alla Business Unit Generazione e Trading a cui si sono contrapposti ottimi risultati nella Business Unit Reti e Calore e nel comparto retail della Business Unit Mercato. Ha contribuito ai risultati il consolidamento del gruppo ACSM-AGAM.

Lo scenario del primo semestre 2019 è stato caratterizzato da quotazioni dell’energia elettrica e del gas favorevoli rispetto al corrispondente periodo del 2018: il PUN Base Load nel primo semestre ha evidenziato un aumento del 2,4% attestandosi a 55,1 €/MWh, contro i 53,8 €/MWh del primo semestre 2018; la quotazione del gas al PSV per il primo semestre 2019 è stata pari a 18,7 €/MWh, in diminuzione del 16,4% rispetto al primo semestre 2018.

In controtendenza il costo della CO2, incrementatosi da 12,1 €/Ton del primo semestre 2018 a 23,9 €/Ton del corrispondente periodo del 2019.

I risultati di seguito riportati recepiscono gli effetti dell’applicazione del nuovo principio contabile IFRS 16, entrato in vigore dal 1° gennaio 2019.

Il principio si applica a tutti i contratti che hanno per oggetto il diritto ad utilizzare un bene per un certo periodo di tempo in cambio di un determinato corrispettivo. L’IFRS 16 configura, per i locatari, un unico modello di contabilizzazione per tutti i leasing (con precisi casi di esclusione ed esenzione), eliminando la distinzione, a livello di trattamento contabile, tra leasing operativo e finanziario.

 

Per ulteriori informazioni:
Relazioni con i media: Giuseppe Mariano tel. 02 7720.4583, ufficiostampa@a2a.eu
Investor Relations: tel.02 7720.3974, ir@a2a.eu

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Rinnovo nel periodo 2020-2023 dei patti parasociali in essere fra il Comune di Milano e il Comune di Brescia in relazione alle azioni della SOCIETA’ A2A S.p.A.

Rinnovo nel periodo 2020-2023 dei patti parasociali in essere fra il Comune di Milano e il Comune di Brescia in relazione alle azioni della SOCIETA’ A2A S.p.A.

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Mobilità elettrica, in arrivo a Crema la nuova rete di colonnine

Siglato l’accordo fra A2A e Comune: saranno installate 5 infrastrutture

Crema, 19 Luglio 2019 - La città di Crema entra a far parte del circuito E-moving, la rete di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici di A2A già presente a Milano, Brescia, Bergamo, Cremona e in Valtellina. A2A, attraverso la società controllata A2A Energy Solutions, e il Comune di Crema hanno infatti siglato un Protocollo d’Intesa della durata di 8 anni per la realizzazione e la gestione di una rete di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici. Significativo per l’iniziativa il ruolo di LGH nel portare sui territori di riferimento la leadership di A2A, contribuendo così con iniziative concrete allo sviluppo della mobilità green nelle comunità locali servite.

L’accordo prevede l’installazione e la gestione di 5 colonnine di ricarica in diversi punti del territorio e in posizioni chiave per la viabilità cittadina. Una delle infrastrutture sarà di tipologia Fast Charge, per permettere la ricarica rapida dei veicoli elettrici. Anche queste infrastrutture, come tutte quelle del circuito E-moving, saranno alimentate con energia verde 100% rinnovabile, certificata dal marchio ‘100% GREEN A2A’. Le infrastrutture di ultima generazione, che permetteranno la ricarica in contemporanea di 2 veicoli, adottano tutti gli standard per garantirne l’utilizzo a tutti i veicoli ad alimentazione elettrica attualmente in commercio. Per il Gruppo A2A è un ulteriore passo in avanti per il raggiungimento degli obiettivi del proprio Piano di Sostenibilità, con il fine di aiutare le comunità in cui opera ad essere protagoniste di una nuova economia circolare, low carbon, basata su reti e servizi smart.

Dal 2010, con il progetto E-moving, A2A ha sviluppato una rete di oltre 750 punti di ricarica, tra pubblici e dedicati, per la ricarica di veicoli elettrici a 2, 3 e 4 ruote. Lo sviluppo della rete, attraverso l’implementazione di stazioni di ricarica che adottano tecnologie innovative, è reso possibile anche grazie all’esperienza e alle sperimentazioni in corso a Milano, Brescia e Salò, dove A2A ha realizzato quattro E-Hub per la ricarica dei veicoli elettrici della propria flotta: una scelta green per contribuire alla crescita di una mobilità più smart, più innovativa e più sostenibile. L’esperienza di A2A ha permesso, inoltre, l’implementazione di modelli di business
e offerte al servizio delle Pubbliche Amministrazioni, dei cittadini, delle flotte aziendali e dei car-sharing.

“L’installazione di una rete per la ricarica dei veicoli elettrici è la premessa fondamentale per incoraggiare una mobilità sostenibile e intervenire nell’inquinamento acustico e delle polveri sottili in un contesto urbano”, evidenzia il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi. “Avere una infrastruttura pronta, in aree dedicate che abbiamo individuato, è una iniziativa coerente con le finalità e gli obbiettivi del nostro vigente Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, tra cui aumentare gli utenti dei trasporti eco-compatibili, sia attraverso il rifornimento di energia pulita, sia con il car sharing elettrico che siamo in procinto di varare”.

Ufficio Stampa Comune di Crema
Piazza Duomo, 25 – 26013 Crema (CR)
tel. 0373894578 mob. 349 3415046
comunicazione@comune.crema.cr.it

A2A Media Relations
Giuseppe Mariano
Tel. 02 7720.4583
ufficiostampa@a2a.eu

LGH
Media relations

Tel. 0372 802149 - 030 771420
relazioniesterne@lgh.it

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Agricoltura di precisione. Innovazione e opportunità per il "sistema-Italia"

Presentata in conferenza stampa a Roma
IBF Servizi, il primo hub tecnologico per l’agricoltura italiana

 

Roma, 17 luglio 2019 –  Ottimizzazione dei processi produttivi, riduzione dei costi di produzione, miglioramento della qualità e sostenibilità ambientale. Sono questi gli obiettivi di IBF Servizi per migliorare la competitività dell’agricoltura italiana.  Nata da una partnership pubblico-privata tra l’ISMEA e Bonifiche Ferraresi, IBF Servizi promuove lo sviluppo dell’agricoltura di precisione, affiancando le aziende del settore nell’adozione e implementazione di soluzioni tecnologiche innovative.

Un progetto per l’agricoltura italiana che oggi si rafforza grazie all’ingresso nella compagine societaria di due big dell’hi tech come Leonardo, che partecipa all’iniziativa attraverso e-GEOS (società di Telespazio e dell’Agenzia Spaziale Italiana), tra i protagonisti internazionali nell’osservazione satellitare della Terra e nella geo-informazione, e A2A Smart City (società del Gruppo A2A), che sviluppa e gestisce infrastrutture tecnologiche abilitanti per servizi digitali integrati e connessi in rete e  che porterà la propria esperienza nel campo della sensoristica prossimale e nello sviluppo delle reti a banda stretta.

L’iniziativa è stata presentata oggi in occasione della conferenza stampa "Dallo spazio alla terra. Il salto tecnologico per l'agricoltura italiana" tenutasi a Roma presso il Montecitorio Meeting Center, alla presenza del Ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, con Raffaele Borriello - Direttore Generale ISMEA, Valerio Camerano - Amministratore Delegato A2A, Gianni De Gennaro – Presidente di Leonardo, Federico Vecchioni - Amministratore Delegato di BF S.p.A.

I servizi che IBF offre, grazie al know how che proviene dall’intensa attività di ricerca e sviluppo di Bonifiche Ferraresi e dell’ISMEA, vanno dal monitoraggio delle colture al supporto nelle decisioni per le attività di irrigazione e di difesa dagli agenti patogeni, fino alla fornitura di mappe di prescrizione per semina e concimazione; una molteplicità di attività modulabili che risultano efficaci tanto su piccoli appezzamenti quanto su grandi estensioni, consentendo di incontrare le esigenze di un’ampia gamma di soggetti.

I sistemi di supporto alle decisioni aziendali, i sistemi informativi territoriali e quelli di localizzazione satellitare, oltre ai sensori prossimali e remoti, rappresentano strumenti di pianificazione e gestione sempre più importanti per gli imprenditori agricoli al fine di ottimizzare i fattori produttivi.
Promuovere e diffondere i princìpi dell’agricoltura di precisione con l’ausilio di queste tecnologie innovative consente di fare la cosa giusta nel posto giusto al momento giusto, riducendo gli sprechi, incrementando le rese e ottimizzando i processi, con evidenti benefici sia in termini economici che ambientali.
    

"Investire in ricerca e innovazione per fronteggiare le sfide del sistema agroalimentare ci permette di avere una visione lucida sul futuro, di farci trovare pronti per dare risposte alla crescente domanda alimentare e, allo stesso tempo, sostenere la creazione di una modalità di produzione più sostenibile dal punto di vista ambientale”. Ha dichiarato Gian Marco Centinaio, Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo. “Il valore dell'agricoltura di precisione è un approccio razionale, preciso ed efficiente sotto il profilo delle risorse naturali impiegate e la gestione dei fattori della produzione, ma anche di altri fondamentali valori immateriali come i servizi ecosistemici. Iniziative come questa possono contribuire all'adozione e diffusione dei sistemi di gestione avanzata ed assistenza tecnica in agricoltura su vasta scala territoriale, proiettando il settore nel terzo millennio per un made in Italy sempre più di qualità e all'avanguardia".

 “Con questo progetto vogliamo favorire una crescita più sostenibile del sistema agroalimentare italiano” ha sottolineato Raffaele Borriello, Direttore Generale dell’ISMEA. “Facilitare l’accesso alle metodologie, alle pratiche e alle tecnologie dell’agricoltura di precisione vuol dire migliorare la competitività delle nostre imprese anche attraverso una riduzione dei costi di produzione, favorendo un’agricoltura sempre più rispettosa dell’ambiente e della salute dei cittadini. La partecipazione dell’Ismea assicurerà che tutte le aziende agricole italiane potranno beneficiare di questi vantaggi, anche quelle che per dimensioni, volume di affari e limiti di formazione non avrebbero l’opportunità di usufruirne.”

“BF S.p.A. considera la partnership azionaria in IBF Servizi con A2A e Leonardo, dopo quella con Ismea, una perfetta integrazione di conoscenze e di risorse umane dedicate a quello che oggi rappresenta in Italia uno straordinario esempio di innovazione tecnologica applicata alla filiera agroindustriale” ha dichiarato Federico Vecchioni, Amministratore Delegato di BF S.p.A., che ha proseguito “l’agricoltura di precisione è infatti in grado sia di rappresentare la migliore garanzia per il consumatore finale della qualità dei prodotti alimentari e dell’uso razionale e responsabile delle risorse naturali sia di fare dell’innovazione un fattore di competitività, comune denominatore di tutti i settori produttivi, e che vede oggi il comparto agricolo uno degli esempi di maggiore applicazione”.

“Abbiamo scelto con convinzione di entrare a far parte di IBF Servizi perché rappresenta un importante esempio di collaborazione fra partner autorevoli, in grado di sviluppare soluzioni avanzate dedicate all’agricoltura e assicurare un vantaggio competitivo a un settore industriale così importante per il nostro Paese” ha dichiarato Valerio Camerano, Amministratore Delegato del Gruppo A2A. “Le tecnologie che metteremo a disposizione con A2A Smart City nel campo della connettività e dei sensori, e la nostra capacità di gestire grandi quantità di informazioni, potranno fornire un valido contributo in termini di innovazione e sostenibilità ambientale".

“Dall’unione tra tecnologia aerospaziale e settore agroalimentare, due eccellenze dell’Italia nel mondo, nasceranno servizi innovativi per lo sviluppo sostenibile delle attività italiane di tutte le dimensioni, con opportunità sul mercato globale” ha dichiarato Gianni De Gennaro, Presidente di Leonardo. “Con IBF Servizi, partnership pubblico-privato che riunisce detentori delle tecnologie, istituzioni e aziende agricole, il nostro Paese fa sistema per raggiungere un duplice obiettivo: aumentare la produttività agricola e contribuire a fronteggiare le sfide del cambiamento climatico. Leonardo è orgogliosa di mettere a disposizione, attraverso e-GEOS, la propria esperienza nelle tecnologie satellitari e nell’elaborazione dei big data.”

Tutti i materiali della conferenza stampa sono disponibili sul sito www.ismea.it

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Messina, nuova luce con ACSM AGAM e A2A

28 mila nuovi impianti a LED, per un investimento di 30 milioni, consentiranno risparmio energetico e benefici per l’ambiente

Messina, 12 luglio 2019 – Messina si accende di luce nuova grazie all’accordo siglato dall’Amministrazione comunale locale con l’associazione temporanea di impresa formata da Varese Risorse del gruppo Acsm Agam (mandataria), A2A Illuminazione Pubblica e Di Bella Costruzioni per la gestione degli impianti d’illuminazione pubblica nel territorio.

L’appalto di circa 30 milioni di euro in 6 anni prevede l’installazione di oltre 28 mila nuove luci a LED gestite da remoto, interventi di riqualificazione o sostituzione della maggior parte dei pali già presenti e nuove linee elettriche. Quella di una nuova illuminazione cittadina a LED è una scelta innovativa, in linea con altre metropoli europee e città italiane quali Milano, Bergamo, Brescia.

La nuova illuminazione garantirà uguale efficienza e resa luminosa con un forte risparmio sui consumi elettrici, pari a circa il 65%. Rilevanti anche i vantaggi ambientali, all’insegna dello sviluppo sostenibile che guida le politiche delle società: la trasformazione a LED consentirà infatti di ridurre di circa 2400 tonnellate le emissioni di CO2 a Messina. La maggior durata dei LED, fino a cinque volte quella delle lampade tradizionali, diminuisce inoltre le attività legate alla sostituzione delle lampade.

Il nuovo sistema di illuminazione assicura una migliore concentrazione del fascio luminoso, evitando così la dispersione della luce verso l’alto, con un effetto complessivo di maggiore luminosità e minore inquinamento visivo.

A2A Illuminazione Pubblica è la società del Gruppo A2A che gestisce impianti d’illuminazione pubblica, artistica, semaforica e lampade votive ed è presente nei territori dei Comuni di Milano, Brescia, Bergamo, Lainate, Cassano d’Adda, Stradella, Pieve Emanuele e San Giuliano Milanese.

Il gruppo Acsm Agam, frutto dell’aggregazione delle utilities di cinque province lombarde, si sta inserendo nel settore dell’illuminazione pubblica partecipando, in ATI con A2A, che è partner industriale e socio di riferimento, alle gare indette dalle Amministrazioni comunali e mediante la presentazione di “Progetti di Finanza”. Ad oggi le gare aggiudicate sono quelle di Garbagnate Milanese, Nova Milanese, Cornaredo, Melzo, Pero, Cantello.


A2A Media Relations
Giuseppe Mariano
Tel. 02 7720.4583
ufficiostampa@a2a.eu

Media Relations Acsm Agam
Gian Pietro Elli
Tel 031.529.272
ufficio.stampa@acsm-agam.it

mostra
Iscriviti a Comunicati stampa