Salta al contenuto principale
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
SMART GRID PILOT - Dai forni Alfa Acciai riscaldamento per diecimila bresciani con la rete A2A
  • Il ruolo propulsore di Regione Lombardia e l’apporto innovativo di A2A, la tecnologia all’avanguardia di Alfa Acciai, la partnership con l’Università degli Studi di Brescia e DHPlanet
  • Fondamentale intervento per risparmio energetico e salute dell’aria: 2340 tonnellate di petrolio equivalente in meno e saranno evitate emissioni di 5606 tonnellate di C02
  • Già al lavoro in tempi brevi per il raddoppio della capacità

………

Brescia, 12 maggio 2021 - Brescia rafforza la sua vocazione green grazie ad un innovativo progetto frutto della sinergia operativa e tecnologica tra due aziende leader - A2A, attraverso la controllata A2A Calore e Servizi, e Alfa Acciai - e Regione Lombardia.

Dalla prossima stagione termica, infatti, il calore sino ad oggi disperso dell’acciaieria bresciana verrà recuperato e convogliato alla rete cittadina del teleriscaldamento di A2A, creando così un rilevante esempio di “supercircolarità” dove due aziende, già circolari nelle loro attività (Alfa Acciai rigenera rottame ferroso trasformandolo in acciaio per nuovi utilizzi, A2A attraversa tutto il ciclo dei rifiuti, trasformandoli in risorse), lavorando in simbiosi riescono ad estrarre ulteriore circolarità e quindi risparmio di risorse ambientali, incrociando i loro ambiti di funzionamento, andando ad impattare in maniera significativa sul territorio nel quale operano.

Il progetto ha comportato un investimento complessivo di 5,7 milioni di euro di cui 2,8 finanziati da Regione  Lombardia e il restante pariteticamente tra i partner e la posa della rete del teleriscaldamento lungo via Maggia, Via Giotto, Via Carpaccio, per un totale di 1,2 km di doppia tubazione e 12 mesi di lavori.

L'iniziativa è stata presentata questo pomeriggio alla presenza, tra gli altri, dei vertici di Alfa Acciai - i rappresentanti della proprietà di Alfa Acciai, le famiglie Lonati e Stabiumi e il Direttore Generale Giuseppe Cavalli - di   Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato del Gruppo A2A, di Fabrizio Sala, Assessore Regionale all’Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione, e del Sindaco di Brescia Emilio Del Bono.

Smart Grid Pilot: Banco EnergETICO è un accordo di ricerca e sviluppo che rientra nel bando "Call Accordi" promosso da Regione Lombardia e che vede come partner anche l’Università degli Studi di Brescia e DHPlanet (District Heating Planet), società bresciana a forte vocazione energetica, con l’obiettivo di individuare la migliore soluzione impiantistica e di esercizio al fine di poter “estrarre” dal sito di San Polo il massimo del suo elevato potenziale di recupero termico.

L’impianto realizzato in Alfa Acciai permetterà un recupero energetico fino a 11 MWth, per un quantitativo di circa 30.000 MWh/anno, pari al fabbisogno di 3.000 appartamenti equivalenti.
Evidenti i benefici ambientali: grazie al nuovo impianto, ogni anno, si risparmieranno 2.340 tonnellate equivalenti di petrolio, saranno evitate emissioni in atmosfera pari a 5.609 ton/anno di CO2, 933 kg/anno di CO e 4.405 kg/anno di NOx, oltre ad una drastica riduzione di polveri sottili PM10 e PM2,5. La riduzione interesserà anche l’immissione di calore in atmosfera e i consumi d’acqua di reintegro di circa 2.300
mc/anno.

Entrando più nello specifico, Il calore messo a disposizione proviene dal circuito delle acque di raffreddamento dei processi industriali di Alfa Acciai, che è stato riprogettato per riuscire a diventare una risorsa di calore per la rete di teleriscaldamento. E’ stata costruita un’apposita stazione di scambio ad alta efficienza energetica che quindi interconnette il processo di Alfa Acciai e la rete di teleriscaldamento A2A.

Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato del Gruppo A2A, evidenzia: “Questo progetto prosegue e consolida l’impegno di A2A quale Life Company, nell’ottica della decarbonizzazione del tessuto urbano e del riutilizzo consapevole dell’energia disponibile sul territorio cittadino: il recupero del calore disponibile, infatti, è uno di pilastri dello sviluppo sostenibile che A2A sta perseguendo in tutte le sue filiere industriali. Un progetto, quindi, che ha una ricaduta diretta ed immediata sul territorio bresciano e che si inserisce perfettamente nella strategia di sviluppo di A2A.
Non solo. Accanto alla valenza ambientale, infatti, il progetto riveste un importante rilievo sociale, grazie al sostegno che potrà essere dato alle fasce più deboli della popolazione tramite le donazioni al Banco dell’energia Onlus, sulla base dei quantitativi di calore immessi in rete”.

"Con bandi come la Call Accordi miriamo a favorire, stimolare e finanziare progetti come Smart Grid, volti allo sviluppo del territorio e che abbiano un impatto concreto e positivo sul benessere dei cittadini - ha detto l'Assessore alla Ricerca e all'Innovazione di Regione Lombardia Fabrizio Sala - Questo sistema intelligente che punta al teleriscaldamento delle case grazie al recupero dell'energia termica disponibile offre infatti ricadute positive sia in termini di efficienza dei siti produttivi sia in termini di impatto ambientale" ha concluso Sala.

“L’’operazione assicura il pieno bilanciamento tra la disponibilità di calore generata dai forni dell’acciaieria, che fondono l’acciaio a 1600 gradi e la rete di teleriscaldamento e tutti i suoi sistemi periferici, che tengono in temperature che oscillano tra i 30/40 gradi di chi ha il riscaldamento a pavimento e i 50/60 di chi ha i caloriferi tradizionali”, ha dichiarato Giuseppe Cavalli di Alfa Acciai.

Il Sindaco di Brescia Emilio Del Bono ha sottolineato: “Questo è un momento molto importante, che sancisce un ulteriore passo per costruire un nuovo equilibrio intorno alla rete di teleriscaldamento della nostra città. Azioni come questa ci porteranno a ridimensionare ulteriormente le emissioni, rendendo Brescia e le sue industrie sempre più sostenibili a livello ambientale.
A2A ha già dato un fortissimo segno con l’addio anticipato al carbone, così come con l’investimento da cento milioni sul camino del termovalorizzatore. Ora, grazie anche alla sensibilità e all’impegno di Alfa Acciai, sfrutterà i vapori dell’acciaieria come fonte di approvvigionamento alternativa, oltre all’incenerimento di rifiuti, come già fatto anche con Ori Martin. La direzione che abbiamo preso è chiara: stiamo lavorando per avere un sistema sempre più attento alla riduzione delle emissioni, che metta al primo posto la salute, il benessere e la qualità della vita dei bresciani. Abbiamo la forza, la visione e la cultura per continuare a migliorare”
.

Un sofisticato sistema di controllo garantisce infatti il totale recupero dell’energia termica tramite algoritmi predittivi che seguono il profilo del processo dell’acciaieria e pilotano la centrale di scambio termico con pompe ad altissima efficienza a portata variabile e grandi serbatoi energetici.

Lo scambio termico verrà ottimizzato durate la prossima stagione termica con l’obiettivo di raddoppiarne la capacità: infatti la stazione di scambio e la relativa infrastruttura di teleriscaldamento è già predisposta per un raddoppio dell’apporto energetico che l’acciaieria darà alla rete di teleriscaldamento cittadino, che consentirà di incidere in maniera significativa sul profilo ambientale cittadino, perché circa 20.000 persone avrebbero un riscaldamento, e magari anche un raffrescamento , a zero impatto ambientale.
Ulteriori prospettive poi si possono aprire nel medio termine, andando ad estrarre ulteriore calore nei processi di Alfa acciai e di altre aziende del territorio che usano processi termici.

Calore pulito.

In linea con la “Smart Specialization Strategy” (S3) di Regione Lombardia, il progetto ha lo scopo di contribuire alla crescita tecnologica dell’ambito Ambiente ed Energia, attraverso azioni mirate allo sviluppo
di sistemi innovativi per lo Smart Grid.

Il progetto ha visto anche l’utilizzo di un nuovo metodo di posa delle tubazioni di collegamento con la rete attraverso l’applicazione di una metodologia innovativa di DHPlanet: le reti sono state preriscaldate con aria calda che, applicata su suoli urbani, ha permesso di ridurre significativamente la durata e l’impatto dei lavori di posa.

All’interno del progetto ha avviato attività di ricerca sul nuovo sistema per aumentare l’efficienza dei grandi accumulatori di calore, sul comportamento termico/dinamico degli edifici serviti dal teleriscaldamento, sul metodo di allocazione energetica per le utenze della rete di teleriscaldamento e sull’utilizzo dell’energia termica attualmente dissipata nelle torri evaporative.

L’Università degli Studi di Brescia, dal canto suo, ha messo a disposizione esperienza tecnico scientifica nel
campo della trasmissione di calore dei sistemi energetici, avviando attività di ricerca sul nuovo sistema per aumentare l’efficienza dei grandi accumulatori di calore, sul comportamento termico/dinamico degli edifici serviti dal teleriscaldamento, sul metodo di allocazione energetica per le utenze della rete di teleriscaldamento e sull’utilizzo dell’energia termica attualmente dissipata nelle torri evaporative.

Un progetto anche dalla forte valenza sociale.

A seguito della realizzazione dell’intervento e sperimentata l’efficacia del progetto, infatti, A2A Calore e Servizi intende percorrere una politica di aiuto e sostegno alle fasce più deboli e alle utenze in difficoltà tramite donazioni al Banco dell’energia Onlus, sulla base dei quantitativi di calore immessi in rete.

In altre parole, un progetto per la ricerca e lo sviluppo di un sistema intelligente per il recupero di energia da siti produttivi e la successiva distribuzione, a prezzi calmierati, alle fasce più deboli.

Infatti, sulla base dei quantitativi di calore immessi in rete, si potrà contribuire con donazioni al Banco dell’energia Onlus, con lo scopo di dare sostegno alle fasce deboli e alle utenze in difficoltà sul territorio bresciano e lombardo.

 

Contatti per la stampa:
Alfa Acciai
Ferruccio Peroni - comunicazione
335 69074871
f.peroni@peronicomunicazione.it

Fabrizio Orlandi
A2A
Responsabile Relazioni Istituzionali Locali
Area Brescia Bergamo
335 6860345
fabrizio.orlandi@a2a.eu

Valentina Colombo
Regione Lombardia
Ufficio Stampa dell’Assessore all’Istruzione, Ricerca, Università, Innovazione e Semplificazione Fabrizio Sala
339 2665346

 

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Avviso di pubblicazione di documento

Milano, 10 maggio 2021 - Si rende noto che il verbale dell’Assemblea del 29 aprile scorso è stato reso pubblico in data odierna ed è disponibile sul sito internet della Società www.a2a.eu e presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato “1Info” all’indirizzo www.1info.it.

Contatti
A2A - Relazioni con i Media
Giuseppe Mariano
Tel. +39-02 7720.4583
ufficiostampa@a2a.eu

Investor Relations
Tel. +39-02 7720.3974
ir@a2a.eu

 

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
L’impegno di A2A per lo sviluppo sostenibile

Il Bilancio Integrato 2020 racconta il contributo della Life Company per gli obiettivi dell’Agenda ONU al 2030

  • 1,85 miliardi di euro il valore economico distribuito agli stakeholder sui territori
  • 1,9 miliardi di euro destinati ai fornitori, di cui il 97% affidato a imprese italiane
  • 738 milioni di euro di investimenti, di cui l’80% in linea con gli SDGs dell’Agenda 2030
  • Ridotto del 10% il fattore di emissione di anidride carbonica (CO2) delle attività del Gruppo
  • Crescita del 6% della quota di produzione di energia da fonti rinnovabili
  • 71% la media della raccolta differenziata nei comuni serviti da A2A
  • 11,1 milioni di km percorsi a emissioni zero grazie alla rete di ricarica per veicoli elettrici
  • +80% il contributo economico per iniziative culturali, sociali, ambientali, sportive e per l’emergenza da Covid-19, con 8,1 milioni di euro per le comunità

 

Milano, 6 Maggio 2021 – I risultati del Bilancio integrato 2020 confermano l’impegno di A2A per lo sviluppo sostenibile e per contribuire al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda ONU al 2030. Giunto alla tredicesima edizione, il documento illustra le pratiche di sostenibilità della Life Company e, per il quarto anno, rappresenta anche la Dichiarazione Non Finanziaria (ai sensi del D.Lgs.254/16).

Nell’anno in cui la pandemia provocava una brusca frenata nel percorso di realizzazione degli obiettivi dell’Agenda 2030, A2A non ha ridotto il suo impegno e ha ottenuto significative performance di sostenibilità unite a rilevanti risultati economici" - ha dichiarato Marco Patuano, Presidente di A2A – “Ora ci attende la sfida legata alla ‘decade of action’ definita dall’ONU per il cambiamento climatico e la salvaguardia del Pianeta. Questo decennio sarà anche la nostra occasione per dare un contributo al rilancio e allo sviluppo sostenibile del Paese.

I dati del Bilancio Integrato mostrano il miglioramento dei nostri indicatori di sostenibilità. Dalla riduzione del 10% del fattore di emissione nella generazione di energia, al 99,7% dei rifiuti urbani raccolti e avviati a recupero di materia o energia, al contributo economico distribuito sui territori” - ha commentato Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato di A2A – “Il 2020 è stato per noi un anno record con 738 milioni di euro di investimenti. Continueremo in questa direzione anche con il nostro Piano Industriale decennale, attraverso investimenti infrastrutturali rilevanti per rendere la transizione energetica e l’economia circolare concrete realtà

 

Valore per lo sviluppo delle comunità A2A

ha creato opportunità di crescita economica per il territorio nonostante la crisi congiunturale. Nel 2020, il Gruppo ha distribuito agli stakeholder 1.853 milioni di euro. Di questi, la quota maggiore è stata destinata alla remunerazione dell’azienda (678 milioni di euro), del personale (526 milioni di euro) e come trasferimenti alla Pubblica Amministrazione (254 milioni di euro). I contributi a favore della comunità locale, che includono anche le imposte destinate agli enti locali, sono stati pari a 69 milioni di euro. Per quanto riguarda l’indotto, sono stati emessi circa 13 mila ordini per forniture, servizi o lavori per circa 1,9 miliardi di euro (+43% rispetto al 2019). Il 97% di questo valore è stato destinato a fornitori italiani. Gli investimenti sono stati pari a 738 milioni (+18% rispetto al 2019), l’80% dei quali dedicati a progetti in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU: il 43% nell’ambito dell’economia circolare e il 57% nella transizione energetica.

Il 2020 ha visto anche la realizzazione di importanti accordi, sia a livello nazionale sia a livello internazionale, come quello siglato con Snam, Ardian e FNM per lo sviluppo dell’idrogeno nella prima Hydrogen Valley italiana in provincia di Brescia.

 

Transizione energetica ed economia circolare a favore del pianeta

Nel 2020 l’impegno di A2A per un’economia low carbon ha dato risultati significativi: minor utilizzo dei combustibili fossili e aumento del 6% della produzione di energia da fonti rinnovabili, arrivata al 33% della generazione totale del Gruppo. E’ infatti diminuito del 10% il fattore di emissione di A2A rispetto al 2019 (310 g/kWh nel 2020), in linea con l’obiettivo dello Science Based Target initiative (SBTi). Inoltre, grazie all’utilizzo delle rinnovabili, della cogenerazione e del recupero di energia dai rifiuti, la Life Company ha evitato l’emissione di 4 milioni di tonnellate di CO2 (+14% rispetto al 2019).

Il 2020 è stato l’anno in cui A2A ha abbandonato l’utilizzo del carbone nella Centrale Lamarmora di Brescia - in anticipo rispetto alle tempistiche richieste dal PNIEC - grazie agli investimenti per la realizzazione degli accumuli termici e dei progetti di recupero del calore da attività industriali. Anche il teleriscaldamento, che serve 480mila appartamenti equivalenti, ha continuato ad evolvere verso una maggiore diversificazione delle fonti e un minor utilizzo dei combustibili fossili.

Il Gruppo ha inoltre continuato a proporre soluzioni “green” come, ad esempio, la mobilità elettrica. Sono state 120.000 le ricariche per i veicoli elettrici erogate dalle colonnine della rete E-moving che hanno garantito 11 milioni di chilometri percorsi a emissioni zero. A2A ha inoltre fornito ai propri clienti 3,9 TWh di energia verde, con un incremento del 72% rispetto al 2019.

Nel settore ambientale il 2020 ha registrato un aumento di due punti percentuali nella raccolta differenziata, che ha raggiunto una media del 71% nei comuni serviti dal Gruppo. Inoltre, in ottica di economia circolare, il 99,7% dei rifiuti urbani è stato destinato al recupero di materia o energia mentre al contempo A2A si è impegnata per aumentare la propria capacità di trattamento dei rifiuti. Sono infatti stati avviati i lavori per la realizzazione a Cavaglià (BI) di un nuovo impianto per la produzione di combustibile solido secondario (CSS) dalla frazione dei rifiuti plastici non riciclabile, e i cantieri per impianti di trattamento della FORSU (Frazione Organica da Rifiuto Solido Urbano) che produrranno compost e biometano a Lacchiarella (MI) e Cavaglià.

Continuo anche l’impegno per garantire l’efficienza e lo sviluppo del servizio idrico integrato. Si sono conclusi i lavori per i due nuovi depuratori a Offlaga e San Paolo, in provincia di Brescia, che servono un totale di 14 mila abitanti equivalenti, ed è stata avviata la realizzazione del depuratore comprensoriale della Valtrompia, nel bresciano, che consentirà di superare il problema delle infrazioni europee per i Comuni dell’area che non sono coperti dal servizio di depurazione. Una volta a regime il depuratore servirà 138 mila abitanti. Economia circolare è anche evitare lo spreco delle risorse naturali, come appunto l’acqua: è stato infatti avviato il progetto “Aquarius” per la riduzione delle perdite idriche, con l’installazione di 170 sensori nella rete idrica del centro di Brescia per la rilevazione tempestiva delle perdite. Infine, nel 2020, è proseguita l’installazione di 52.000 smart water meter, i contatori intelligenti che consentono una puntuale rilevazione dei volumi di consumo dell’acqua.

 

L’attenzione alle persone

Sempre centrale per la Life Company è l’attenzione alle persone, anche in un anno difficile come il 2020. A2A ha continuato a supportare le iniziative culturali, sociali, ambientali e sportive dei territori in cui si trova ad operare: sono stati 8,1 i milioni di euro destinati a liberalità, sponsorizzazioni e contributi alle Fondazioni, con un incremento dell’80% rispetto al 2019 legato in particolare alle erogazioni per l’emergenza da Covid-19. A2A ha fornito un contributo al sociale anche attraverso Banco dell’Energia Onlus, l’iniziativa che ha raccolto negli anni 2 milioni di euro - raddoppiati da Fondazione Cariplo - e supportato 10.000 persone in situazioni di vulnerabilità economica e sociale. Nell’anno della pandemia il Banco ha selezionato, attraverso bando pubblico, ulteriori 17 progetti proposti dalle reti locali lombarde per aiutare le famiglie che si sono trovate in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria. A2A è rimasta vicino anche al mondo della scuola, coinvolgendo 24 mila studenti con nuovi strumenti e iniziative sviluppati nella logica della didattica a distanza.

A2A ha affrontato l’emergenza sanitaria da Covid-19 mettendo in campo tutti gli strumenti per continuare a garantire i servizi essenziali e prendersi cura delle persone e delle città: piani per la gestione dell’emergenza, presidi e soluzioni per la salute e sicurezza dei lavoratori, tecnologie digitali, lavoro da remoto, innovazione dei processi e il grande impegno per rimanere vicino alle comunità.

Anche nel 2020 è stata confermata la soddisfazione per l’impegno di A2A. A Milano, la valutazione per i servizi di igiene urbana di Amsa ha ottenuto il voto di 7,8 (nella classica scala da 1 a 10) e, analogamente, a Bergamo l’operato di Aprica è valutato 7,95. Secondo un’indagine sul grado di soddisfazione dei clienti, il call center di A2A Energia ha ottenuto ottimi risultati, superiori alla media nazionale, con un indice di soddisfazione del 95,4%

 

Il bilancio integrato per la comunità finanziaria

Il Bilancio Integrato di A2A è uno strumento improntato alla trasparenza, sempre più evoluto, redatto secondo standard e metodologie rigorose internazionalmente condivise. Nell’edizione del 2020 è stata inserita per la prima volta una nuova sezione dedicata alla gestione dei rischi finanziari legati ai cambiamenti climatici, in linea con le raccomandazioni della Task Force on Climaterelated Financial Disclosure (TCFD): l’obiettivo è quello di fornire al mondo della finanza tutte le informazioni per valutare in modo adeguato la strategia di A2A in materia di gestione dei rischi e delle opportunità legati al clima. L’allineamento è stato valutato positivamente anche dal CDSB (Climate Disclosure Standard Board) - l’organizzazione internazionale che riunisce le principali organizzazioni di business e ambientaliste e che lavora per promuovere l’integrazione della disclosure TCFD all’interno dei corporate reporting - che inserirà il documento nel TCFD Knowledge Hub.

 

A2A Media Relations
Giuseppe Mariano
Tel. 02 7720.4583
ufficiostampa@a2a.eu

mostra
Comunicati stampa">
 A2A, dall’energia green ai servizi integrati per migliorare la vita delle persone

Comunicati stampa
A2A, dall’energia green ai servizi integrati per migliorare la vita delle persone

Milano, 3 maggio 2021 - Una vita ”più azzurra” grazie alle soluzioni di A2A pensate per  semplificare il vissuto domestico delle persone sotto il profilo dei servizi e dell’efficientamento energetico. Questo il tema della campagna della Life Company, che supera il suo ruolo di fornitore di gas ed energia elettrica green per diventare un consulente in materia di energia a beneficio delle persone. Un unico punto di accesso ad un mondo di soluzioni e servizi evoluti per rendere migliore la qualità della vita. 

A2A  Energia  presenta  un’offerta  sempre  più  ampia  e  integrata  di  prodotti  e  servizi  finalizzati  a rendere la vita “più azzurra” ossia più semplice, più sostenibile, più serena.  Come i pacchetti “chiavi in  mano”  per  un  nuovo climatizzatore  con  pompa  di  calore  o  una  caldaia  a  condensazione,  che includono dal sopralluogo iniziale all’installazione alla manutenzione, fino alla possibilità di accedere alla cessione del credito, consentendo di migliorare il comfort e i consumi di casa. O le soluzioni pensate per la famiglia e per l'ambiente, come il servizio di assistenza completa per la casa 24 ore su 24, per qualsiasi problema, grazie  ad  una  rete di  tecnici  selezionati  da A2A, che può essere addebitato direttamente in bolletta in piccole rate. 

Queste ed altre le soluzioni per cui A2A Energia si pone come interlocutore unico per le famiglie, in grado di evolvere il loro mondo domestico.  
La nuova campagna, realizzata da ServicePlan in continuità con la precedente comunicazione di prodotto,  è  caratterizzata  da  una  creatività  con  forme  grafiche essenziali  e  moderne.  Il  visual comunica  immediatamente  la  centralità  delle  persone:  con  questa  gamma  di  soluzioni  la  Life Company è il partner ideale che vuole prendersi cura della vita rendendola più semplice.  

La pianificazione media, a cura di PHD, prevede passaggi in Tv sulle principali reti nazionali con uno spot da 15” e una declinazione su Web e Social.   

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Carugate, inaugurata la nuova rete di ricarica A2A per veicoli elettrici

Sette nuove colonnine integrate nel circuito E-moving

Carugate, 3 maggio 2021 – È stata inaugurata oggi la nuova rete di ricarica cittadina dedicata alla mobilità elettrica e frutto del protocollo d’intesa tra il Comune di Carugate e A2A, attraverso la controllata A2A Energy Solutions che offre soluzioni e tecnologie di mobilità elettrica, efficienza energetica e gestione calore, con l’obiettivo di rendere sempre più green il territorio milanese.
Complessivamente si tratta di 7 infrastrutture di ricarica, tra cui una colonnina Fast Charge posizionata in via XX Settembre (nei pressi del Municipio) e sei Quick Charge in via Garibaldi, via del Ginestrino (parcheggio Centro sportivo comunale), via Fidelina (parcheggio piscina comunale), via Cesare Battisti (parcheggio Parco Centro), via San Francesco d’Assisi e via San Filippo Neri. L’individuazione delle posizioni è frutto della conoscenza del tessuto urbano del Comune e della consolidata esperienza di A2A Energy Solutions in temi di mobilità.

Le infrastrutture, tutte di nuova generazione, permettono la ricarica in contemporanea di 2 veicoli elettrici e sono accessibili tramite un sistema improntato alla semplicità di utilizzo che garantisce un facile accesso al servizio e un supporto continuo agli utilizzatori, con gestione da remoto di ogni stazione di ricarica. L’integrazione nel circuito E-moving, inoltre, consente agli utenti finali l’accesso sia con la App A2A E-moving che con la tessera a tutte le infrastrutture della rete.
Anche queste infrastrutture, come tutte quelle del circuito E-moving, sono alimentate con energia verde 100% rinnovabile, certificata dal marchio ‘100% GREEN A2A’.

Grazie alla nuova rete cittadina, Carugate entra a far parte del circuito E-moving sviluppato da A2A e già presente anche nelle città di Milano, Brescia, Bergamo, Cremona, Crema, Rovato, Concesio, Rezzato, Monfalcone, Sedriano e in Valtellina. 

Per il Gruppo A2A è un ulteriore passo in avanti per il raggiungimento degli obiettivi del proprio Piano di Sostenibilità, con il fine di aiutare le comunità in cui opera ad essere protagoniste di una nuova economia circolare, low carbon, basata su reti e servizi smart.

Con il progetto E-moving, dal 2010 A2A ha sviluppato una rete di oltre 700 punti pubblici per la ricarica di veicoli elettrici a 2, 3 e 4 ruote.

Lo sviluppo della rete, mediante l’implementazione di stazioni di ricarica che adottano tecnologie innovative, è reso possibile anche grazie all’esperienza e alle sperimentazioni in corso a Milano, Brescia e Salò, dove A2A ha realizzato diversi E-Hub per la ricarica dei veicoli elettrici della propria flotta: una scelta green per contribuire alla crescita di una mobilità più smart, più innovativa e più sostenibile.

Un progetto fortemente voluto dal Sindaco Luca Maggioni e dall’Assessore ai Lavori Pubblici Paolo Riva: “Il cammino verso una mobilità più sostenibile passa necessariamente attraverso il superamento dei veicoli alimentati da combustibili fossili verso i nuovi mezzi di trasporto ad alimentazione elettrica. Saranno due i filoni fondamentali per arrivare in temi rapidi a questi obiettivi: uno sviluppo tecnologico per migliorare sempre più il tema dell’autonomia e dei tempi di ricarica e la creazione delle infrastrutture. Per questo abbiamo ritenuto di fare la nostra parte lanciando un forte impulso attraverso questa iniziativa” ha dichiarato l’Ing. Paolo Riva.

“Nonostante il mercato sia in forte espansione le auto “full-electic” sono ancora una goccia nel mare. Stimolare la crescita delle infrastruttura crediamo possa essere un passaggio importante per creare le condizioni affinché questa transizione epocale possa avvenire nel minore tempo possibile. Questa è una delle nostre risposte concrete al problema dell’inquinamento e della qualità dell’aria nelle nostre città. Un altro tassello che andiamo ad aggiungere nello sviluppo di una nuova mobilità e nel rendere Carugate una città sempre più moderna e sostenibile, oltre che un servizio in più per i carugatesi e per chi frequenta la nostra città - prosegue il sindaco Luca Maggioni - con un occhio già al futuro: lo sviluppo tecnologico sta già proponendo soluzioni innovative e molto interessanti. Siamo vigili e saremo pronti a mettere in campo nuove iniziative, facendo sì che quello che presentiamo oggi sia solo il punto di inizio di uno sviluppo, anche culturale, che la nostra città dovrà promuovere nei prossimi anni. Le colonnine saranno posizionate nei punti cruciali della città, in tutti quei luoghi che prevedono una “sosta lunga”, sia per raggiungere il centro città sia per praticare sport o fruire di pubblici servizi. L’operazione non è pesata sulle casse comunali, in quanto A2A ha realizzato i lavori a proprie spese e verserà un corrispettivo simbolico annuale per ogni postazione”.
 

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Assemblea ordinaria e straordinaria di A2A S.p.A.

Brescia, 29 aprile 2021 – L’odierna Assemblea ordinaria e straordinaria di A2A S.p.A. ha:

 

  1. approvato il bilancio della Società per l’esercizio 2020;
  2. approvato la proposta formulata dal Consiglio di Amministrazione di distribuire un dividendo per azione ordinaria pari a 0,08 Euro da mettere in pagamento dal 26 maggio 2021 (data stacco cedola n. 24 il 24 maggio 2021) e record date il 25 maggio 2021;
  3. deliberato in senso favorevole con voto vincolante sulla prima sezione della Relazione sulla Remunerazione 2021 e con voto consultivo, non vincolante sulla seconda  sezione della Relazione sulla Remunerazione 2021;
  4. autorizzato - previa revoca della deliberazione di autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie adottata dall’Assemblea Ordinaria del 13 maggio 2020, per quanto non già utilizzato - l’Organo Amministrativo ad effettuare operazioni di acquisto e di disposizione di azioni proprie, secondo le finalità, le modalità ed i termini di seguito indicati:
    1. il numero massimo di azioni proprie complessivamente detenibili è fissato in 313.290.527, tenuto conto delle azioni già possedute da A2A S.p.A. e da sue controllate, pari alla decima parte delle azioni che formano il capitale sociale;
    2. le operazioni di acquisto di azioni proprie verranno effettuate per perseguire, nell’interesse della Società e nel rispetto del principio della parità di trattamento degli azionisti e della normativa applicabile in vigore, finalità di sviluppo come le operazioni connesse a progetti industriali coerenti con le linee strategiche che la Società intende perseguire, in relazione ai quali si concretizzi l’opportunità di scambi azionari;
    3. le operazioni di disposizione di azioni proprie, anche successive, verranno effettuate per perseguire, nell’interesse della Società e nel rispetto del principio della parità di trattamento degli azionisti e della normativa applicabile in vigore, finalità quali operazioni connesse alla gestione corrente e operazioni connesse a progetti industriali coerenti con le linee strategiche che la Società intende perseguire, in relazione ai quali si concretizzi l’opportunità di scambi azionari;
    4. l’acquisto delle azioni dovrà essere effettuato, in conformità a quanto previsto dall’art. 132 del decreto legislativo 58/1998 e successive modificazioni, dall’art. 144-bis del Regolamento Emittenti e da ogni altra norma comunitaria e nazionale applicabile nella Borsa di quotazione - tra le quali il Regolamento e le Istruzioni della Borsa Italiana S.p.A. - con le modalità operative consentite dalla vigente normativa e quindi, ai sensi dell’articolo 144-bis, comma 1, lett. b) del Regolamento Emittenti, sui mercati regolamentati secondo modalità operative stabilite nei regolamenti di organizzazione e gestione dei mercati stessi. Dette modalità operative non potranno consentire l’abbinamento diretto delle proposte di negoziazione in acquisto con predeterminate proposte di negoziazione in vendita e gli acquisti dovranno essere effettuati ad un prezzo non superiore del 5% e non inferiore del 5% rispetto al prezzo di riferimento registrato dal titolo nella seduta di Borsa precedente ogni singola operazione. Detti parametri vengono ritenuti adeguati per individuare l’intervallo di valori entro il quale l’acquisto è di interesse per la Società;
    5. gli atti dispositivi, ed in particolare di vendita, delle azioni proprie acquistate in base all’autorizzazione assembleare o comunque già in portafoglio della Società potranno essere effettuati: (i) mediante operazioni in denaro, e in tal caso le vendite dovranno essere effettuate nella Borsa di quotazione e/o fuori Borsa, ad un prezzo non superiore del 5% e non inferiore del 5% rispetto al prezzo di riferimento registrato dal titolo nella seduta di Borsa precedente ogni singola operazione; ovvero (ii) mediante operazioni di scambio, permuta, conferimento o altro atto di disposizione (include, ad esempio, assegnazioni ai dipendenti; dividendi in azioni), nell’ambito di progetti industriali o operazioni di finanza straordinaria, ed in tal caso senza limiti di prezzo, (iii) a consentire l’utilizzazione delle azioni proprie per operazioni di permuta o conferimento o anche al servizio di operazioni di carattere straordinario sul capitale od operazioni di finanziamento che implichino l’assegnazione o disposizione di azioni proprie (ad esempio, al servizio di strumenti finanziari scambiabili in azioni, obbligazioni convertibili, bond o warrant).

All’Organo Amministrativo è stato conferito ogni più ampio potere per l’esecuzione, anche tramite procuratori speciali, delle deliberazioni di cui sopra.
L’autorizzazione all’acquisto e alla disposizione ha validità fino a diversa deliberazione e, comunque, per un periodo non superiore a diciotto mesi dalla data della delibera.

  1. approvato il progetto di fusione per incorporazione della controllata “A2A Telecommunications S.r.l.” in “A2A S.p.A.”;
  2. approvato il progetto di fusione per incorporazione della controllata “Suncity Energy S.r.l.” in “A2A S.p.A.”.

Contatti
A2A – Relazioni con i Media
Giuseppe Mariano
Tel. +39-02 7720.4583
ufficiostampa@a2a.eu

Investor Relations
Tel. +39-02 7720.3974
ir@a2a.eu

mostra
Iscriviti a Comunicati stampa