Salta al contenuto principale
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Risultati provvisori dell'offerta in esito della riapertura dei termini

COMUNICAZIONE AVENTE AD OGGETTO L’OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO OBBLIGATORIA TOTALITARIA PROMOSSA CONGIUNTAMENTE DA A2A S.P.A. (“A2A”) E LARIO RETI HOLDING S.P.A. (“LRH”) (GLI “OFFERENTI”) SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI ACSM-AGAM S.P.A.

RISULTATI PROVVISORI DELL’OFFERTA IN ESITO DELLA RIAPERTURA DEI TERMINI

21 settembre 2018 – Gli Offerenti comunicano che in data odierna si è chiuso il periodo di riapertura dei termini, iniziato il 17 settembre 2018 (la “Riapertura dei Termini”), relativo all’offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria promossa dagli Offerenti medesimi (l’“Offerta”), ai sensi degli articoli 102, 106, comma 1, e 109 del TUF su n. 26.264.874 azioni ordinarie di ACSM AGAM S.P.A. (“ACSM-AGAM” o l’“Emittente”), quotate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A..

Sulla base dei risultati provvisori comunicati da Società per Amministrazioni Fiduciarie - Spafid S.p.A., in qualità di Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni all’Offerta, risultano portate in adesione all’Offerta, durante la Riapertura dei Termini, n. 2.537.851 azioni dell’Emittente, pari a circa il 9,66% delle azioni oggetto dell’Offerta e a circa l’1,28% del capitale sociale dell’Emittente.

Si precisa che, durante la Riapertura dei Termini, gli Offerenti non hanno effettuato, né direttamente, né indirettamente, acquisti aventi ad oggetto le azioni ordinarie dell’Emittente al di fuori dell’Offerta.

Il corrispettivo dovuto ai titolari delle azioni dell’Emittente portate in adesione all’Offerta durante la Riapertura dei Termini, pari ad Euro 2,47 per azione, sarà pagato agli aderenti all’Offerta in data 28 settembre 2018 (la “Data di Pagamento in Esito alla Riapertura dei Termini”), corrispondente al quinto giorno di borsa aperta successivo alla chiusura del periodo di Riapertura dei Termini, a fronte del contestuale trasferimento del diritto di proprietà su tali azioni a favore degli Offerenti.

I risultati definitivi complessivi dell’Offerta (ivi incluso in esito alla Riapertura dei Termini) saranno resi noti con apposito comunicato ai sensi dell’articolo 41, comma 6, del Regolamento Emittenti, il quale sarà diffuso dagli Offerenti entro la predetta Data di Pagamento in Esito alla Riapertura dei Termini.

Gli Offerenti, tenuto conto delle azioni portate in adesione all’Offerta durante la Riapertura dei Termini (ove i risultati provvisori di cui sopra venissero confermati), delle n. 14.221.841 azioni portate in adesione all’Offerta durante il precedente periodo di adesione, pari a circa il 7,2 % del capitale sociale dell’Emittente, e delle azioni dell’Emittente già direttamente detenute dagli Offerenti unitamente al Comune di Como, al Comune di Monza, al Comune di Sondrio e al Comune di Varese (gli “Obbligati in Solido”) prima dell’inizio del periodo di adesione all’Offerta (pari a n. 171.078.920 azioni ordinarie, rappresentative dell’86,69% del capitale sociale dell’Emittente) verranno a detenere complessivamente n. 187.838.612 azioni ordinarie dell’Emittente, pari a circa il 95,18% del capitale sociale dell’Emittente.

OBBLIGO DI ACQUISTO DELLE AZIONI RESIDUE (SELL-OUT)

Si rende noto che, in considerazione dell’avvenuto raggiungimento da parte degli Offerenti di una partecipazione almeno pari al 95% del capitale sociale dell’Emittente, ricorrono i presupposti di legge per l’obbligo di acquisto da parte degli Offerenti, ai sensi dell’articolo 108, comma 1 del TUF, relativamente alle azioni ordinarie dell’Emittente non ancora portate in adesione all’Offerta da chi ne faccia richiesta, e quindi relativamente a n. 9.505.182 azioni ordinarie dell’Emittente, pari a circa il 4,82% del capitale sociale dell’Emittente, allo stesso prezzo offerto ai titolari delle azioni ordinarie dell’Emittente portate in adesione all’Offerta, pari a Euro 2,47 per azione.

Come già dichiarato dagli Offerenti del Documento di Offerta, gli Offerenti: (i) adempiranno al predetto obbligo di acquistare le rimanenti azioni dell’Emittente in circolazione da chi ne faccia richiesta, ai sensi dell’articolo 108, comma 1, del TUF e (ii) non si avvarranno del diritto di acquisto di cui all’articolo 111 del TUF sulle rimanenti azioni dell’Emittente in circolazione.

Il predetto obbligo di acquisto sarà adempiuto dando corso alle relativa procedura concordata con CONSOB e Borsa Italiana S.p.A., e le informazioni necessarie per l’adempimento di detta procedura saranno fornite in un apposito comunicato a cura degli Offerenti.

RIPRISTINO DEL FLOTTANTE

Al termine della predetta procedura di acquisto di cui all’art. 108, comma 1, del TUF, come già dichiarato nel Documento di Offerta ai sensi dell’articolo 108, comma 2, del TUF, gli Offerenti procederanno in ogni caso al ripristino del flottante sufficiente ad assicurare un regolare andamento delle negoziazioni. Le modalità concrete di ripristino del flottante verranno comunicate non appena stabilite dagli Offerenti.

***

Si rammenta che il Documento di Offerta è stato pubblicato in data 7 agosto 2018 ed è a disposizione del pubblico per la consultazione come segue:
(i) presso la sede legale degli Offerenti, e cioè rispettivamente, per A2A in via Lamarmora 230 - 25124 Brescia, e per LRH in via Fiandra 13 - 23900 Lecco;
(ii) presso la sede legale dell’Emittente in via Canova n. 3 - 20900 Monza;
(iii) presso la sede legale dell’Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni Società per Amministrazioni Fiduciarie – Spafid S.p.A. in via Filodrammatici, 10 - 20121 Milano;
(iv) presso la sede legale degli Intermediari Incaricati, e cioè rispettivamente, per BNP Paribas Securities Services in Piazza Lina Bo Bardi, 3 - 20124 Milano, per Equita SIM S.p.A. in Via Turati, 9 - 20121 Milano e per Mediobanca S.p.A. in Piazzetta Enrico Cuccia, 1 - 20121 Milano;
(v) presso Borsa Italiana;
(vi) sul sito internet dell’Emittente, www.acsm-agam.it.

 

PER INFORMAZIONI

A2A
Media Relations
Giuseppe Mariano
Tel. 02 7720.4582 – 4583
ufficiostampa@a2a.eu
Investor Relations:
Tel.02 7720.3974
ir@a2a.eu

Lario Reti Holding – Ufficio Comunicazione
Matteo Grazioli
Tel. 0341 1927432
m.grazioli@larioreti.it
http://www.larioreti.it

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
RISULTATI DEFINITIVI DELL’OFFERTA

COMUNICAZIONE AI SENSI DELL’ARTICOLO 41 COMMA 6 DEL REGOLAMENTO EMITTENTI, AVENTE AD OGGETTO L’OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO OBBLIGATORIA TOTALITARIA PROMOSSA CONGIUNTAMENTE DA A2A S.P.A. (“A2A”) E LARIO RETI HOLDING S.P.A. (“LRH”) (GLI “OFFERENTI”) SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI ACSM-AGAM S.P.A.

 

RISULTATI DEFINITIVI DELL’OFFERTA

13 settembre 2018 – Facendo seguito al comunicato diffuso in data 7 settembre 2018, data di chiusura del periodo di adesione dell’offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria promossa dagli Offerenti medesimi (l’“Offerta”), ai sensi degli articoli 102, 106, comma 1, e 109 del TUF su n. 26.264.874 azioni ordinarie di ACSM AGAM S.P.A. (“ACSM-AGAM” o l’“Emittente”), quotate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., si comunicano i dati definitivi relativi all’Offerta. 

Sulla base dei risultati forniti da Società per Amministrazioni Fiduciarie - Spafid S.p.A., in qualità di Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni all’Offerta, sono state portate in adesione all’Offerta, durante il relativo periodo di adesione, n. 14.221.841 azioni dell’Emittente, pari a circa il 54,14 % delle azioni oggetto dell’Offerta e a circa il 7,2 % del capitale sociale dell’Emittente, per un controvalore complessivo di circa Euro 35.127.947.

Si precisa che nel corso del periodo di adesione gli Offerenti non hanno effettuato, né direttamente, né indirettamente, acquisti aventi ad oggetto le azioni ordinarie dell’Emittente al di fuori dell’Offerta.

Il corrispettivo dovuto ai titolari delle azioni dell’Emittente portate in adesione all’Offerta, pari ad Euro 2,47 per azione, sarà pagato agli aderenti all’Offerta in data 14 settembre 2018 (la “Data di Pagamento”), corrispondente al quinto giorno di borsa aperta successivo alla chiusura del relativo periodo di adesione, a fronte del contestuale trasferimento del diritto di proprietà su tali azioni a favore degli Offerenti.

Si rende pertanto noto che gli Offerenti, tenuto conto delle azioni portate in adesione all’Offerta e delle azioni dell’Emittente già direttamente detenute dagli Offerenti unitamente al Comune di Como, al Comune di Monza, al Comune di Sondrio e al Comune di Varese (gli “Obbligati in Solido”) prima dell’inizio del periodo di adesione all’Offerta (pari a n. 171.078.920 azioni ordinarie, rappresentative dell’86,69% del capitale sociale dell’Emittente) verranno a detenere complessivamente n. 185.300.761 azioni ordinarie dell’Emittente, pari a circa il 93,89 % del capitale sociale dell’Emittente.

 

RIAPERTURA DEI TERMINI DELL’OFFERTA

In considerazione dell’acquisto da parte degli Offerenti di almeno la metà dei titoli oggetto dell’Offerta ai sensi dell’articolo 40-bis, comma 1, lett. b), n. 2 del Regolamento Emittenti, si conferma che, come indicato nel comunicato diffuso in data 7 settembre 2018, sussistono i presupposti per la riapertura dei termini dell’Offerta medesima.

Tale riapertura avverrà entro il giorno di borsa aperta successivo alla Data di Pagamento (e cioè entro il giorno di borsa aperta successivo al 14 settembre 2018) per cinque giorni di borsa aperta, e precisamente, quindi, nelle sedute del 17, 18, 19, 20 e 21 settembre 2018 (il “Periodo di Riapertura dei Termini”).

Gli Offerenti pagheranno a ciascun aderente all’Offerta durante il Periodo di Riapertura dei Termini un corrispettivo in contanti pari a quello pagato ai titolari delle azioni dell’Emittente portate in adesione all’Offerta durante il precedente periodo di adesione, e cioè Euro 2,47 per azione.

Il pagamento del predetto corrispettivo ai possessori di azioni portate in adesione all’Offerta durante il Periodo di Riapertura dei Termini avverrà il quinto giorno di borsa aperta successivo alla chiusura del Periodo di Riapertura dei Termini, e cioè il 28 settembre 2018.

 

EVENTUALE OBBLIGO DI ACQUISTO DELLE AZIONI RESIDUE

Come indicato nel comunicato diffuso in data 7 settembre 2018, si conferma che, qualora in esito ad adesioni all’Offerta durante il Periodo di Riapertura dei Termini gli Offerenti vengano a detenere una partecipazione almeno pari al 95% del capitale sociale dell’Emittente, ricorrerebbero i presupposti di legge per l’obbligo degli Offerenti di acquistare, da chi ne faccia richiesta, ai sensi dell’articolo 108, comma 1 del TUF, le azioni ordinarie dell’Emittente non portate in adesione all’Offerta, allo stesso prezzo offerto ai titolari delle azioni ordinarie dell’Emittente portate in adesione all’Offerta, pari a Euro 2,47 per azione.

In tale evenienza, come già dichiarato dagli Offerenti nel Documento di Offerta, gli Offerenti: (i) adempiranno al predetto obbligo di acquistare le rimanenti azioni dell’Emittente in circolazione da chi ne faccia richiesta, ai sensi dell’articolo 108, comma 1, del TUF e (ii) non si avvarranno del diritto di acquisto di cui all’articolo 111 del TUF sulle rimanenti azioni dell’Emittente in circolazione.

Il predetto obbligo di acquisto sarà adempiuto, se del caso, dando corso alla relativa procedura concordata con CONSOB e Borsa Italiana S.p.A., e le informazioni necessarie saranno fornite in un apposito comunicato a cura degli Offerenti.

 

RIPRISTINO DEL FLOTTANTE

Si conferma altresì che, successivamente allo scadere del Periodo di Riapertura dei Termini, ovvero, in alternativa, al termine della eventuale procedura di acquisto di cui all’art. 108, comma 1, del TUF, nel caso in cui  gli Offerenti vengano a detenere una partecipazione almeno pari al 95% del capitale sociale dell’Emittente, come già dichiarato nel Documento di Offerta ai sensi dell’articolo 108, comma 2, del TUF, gli Offerenti procederanno in ogni caso al ripristino del flottante sufficiente ad assicurare un regolare andamento delle negoziazioni, secondo le modalità che verranno ritenute più opportune alla luce delle esigenze di mercato. Le predette modalità di ripristino del flottante verranno comunicate non appena stabilite dagli Offerenti.

 

***

Si rammenta che il Documento di Offerta è stato pubblicato in data 7 agosto 2018 ed è a disposizione del pubblico per la consultazione come segue: 
(i)    presso la sede legale degli Offerenti, e cioè rispettivamente, per A2A in via Lamarmora 230 - 25124 Brescia e per LRH in via Fiandra 13 - 23900 Lecco;
(ii)    presso la sede legale dell’Emittente in via Canova n. 3 - 20900 Monza;
(iii)    presso la sede legale dell’Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni Società per Amministrazioni Fiduciarie – Spafid S.p.A. in via Filodrammatici, 10 - 20121 Milano;
(iv)    presso la sede legale degli Intermediari Incaricati, e cioè rispettivamente, per BNP Paribas Securities Services in Piazza Lina Bo Bardi, 3 - 20124 Milano, per Equita SIM S.p.A. in Via Turati, 9 - 20121 Milano e per Mediobanca S.p.A. in Piazzetta Enrico Cuccia, 1 - 20121 Milano;
(v)    presso Borsa Italiana;
(vi)    sul sito internet dell’Emittente, www.acsm-agam.it

 


PER INFORMAZIONI

A2A 
Media Relations
Giuseppe Mariano
Tel. 02 7720.4582 – 4583
ufficiostampa@a2a.eu
Investor Relations:
Tel.02 7720.3974    
ir@a2a.eu 

Lario Reti Holding – Ufficio Comunicazione
Matteo Grazioli 
Tel. 0341 1927432
m.grazioli@larioreti.it 
http://www.larioreti.it 

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Risultati provvisori dell’offerta

COMUNICAZIONE   AI   SENSI   DELL’ARTICOLO   36   DEL   REGOLAMENTO   EMITTENTI, AVENTE AD OGGETTO L’OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO OBBLIGATORIA TOTALITARIA PROMOSSA  CONGIUNTAMENTE  DA  A2A  S.P.A.  (“A2A”)  E  LARIO  RETI  HOLDING  S.P.A. (“LRH”) (GLI “OFFERENTI”) SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI ACSM-AGAM S.P.A.


RISULTATI PROVVISORI DELL’OFFERTA 


7  settembre  2018  –  Gli  Offerenti  comunicano  che  in  data  odierna  si  è  chiuso  il  periodo  di  adesione  dell’offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria promossa dagli Offerenti medesimi (l’“Offerta”), ai sensi degli articoli 102, 106, comma 1, e 109 del TUF su n. 26.264.874 azioni ordinarie di ACSM AGAM S.P.A. (“ACSM-AGAM” o l’“Emittente”), quotate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A..  

Sulla base dei risultati provvisori comunicati da Società per Amministrazioni Fiduciarie - Spafid S.p.A., in qualità di Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni all’Offerta, risultano portate in adesione all’Offerta, durante il relativo periodo di adesione, n. 14.221.341 azioni dell’Emittente, pari a circa il 54,14 % delle azioni oggetto dell’Offerta e a circa il 7,2% del capitale sociale dell’Emittente. 

Il corrispettivo dovuto ai titolari delle azioni dell’Emittente portate in adesione all’Offerta, pari ad Euro 2,47 per azione, sarà pagato agli aderenti all’Offerta in data 14 settembre 2018 (la “Data di Pagamento”), corrispondente al quinto  giorno  di  borsa  aperta  successivo  alla  chiusura  del  relativo  periodo  di  adesione,  a  fronte  del contestuale trasferimento del diritto di proprietà su tali azioni a favore degli Offerenti.

I risultati definitivi dell’Offerta saranno resi noti con apposito comunicato ai sensi dell’articolo 41, comma 6, del Regolamento Emittenti, il quale sarà diffuso dagli Offerenti entro la predetta Data di Pagamento. 

Gli  Offerenti,  tenuto  conto  delle  azioni  portate  in  adesione  all’Offerta  (ove  i  risultati  provvisori  di  cui  sopra venissero confermati) e delle azioni dell’Emittente già direttamente detenute dagli Offerenti unitamente al  Comune di Como, al Comune di Monza, al Comune di Sondrio e al Comune di Varese (gli “Obbligati in Solido”) prima dell’inizio del periodo di adesione all’Offerta (pari a n. 171.078.920 azioni ordinarie, rappresentative dell’86,69% del capitale   sociale   dell’Emittente)   verranno   a   detenere complessivamente   n.   185.300.261   azioni   ordinarie dell’Emittente, pari a circa il 93,89 % del capitale sociale dell’Emittente. 

 

RIAPERTURA DEI TERMINI DELL’OFFERTA 

Si rende noto che, alla data odierna, in considerazione dell’acquisto da parte degli Offerenti di almeno la metà dei titoli oggetto dell’Offerta ai sensi dell’articolo 40-bis, comma 1, lett. b), n.2 del Regolamento Emittenti, sussistono i presupposti per la riapertura dei termini dell’Offerta medesima.

Tale riapertura avverrà entro il giorno di borsa aperta successivo alla Data di Pagamento (e cioè entro il giorno di borsa aperta successivo al 14 settembre 2018) per cinque giorni di borsa aperta, e precisamente, quindi, nelle sedute del 17, 18, 19, 20 e 21 settembre 2018 (il “Periodo di Riapertura dei Termini”).

Gli  Offerenti  pagheranno  a  ciascun  aderente  all’Offerta  durante  il  Periodo  di  Riapertura  dei  Termini  un corrispettivo  in  contanti  pari  a  quello  pagato  ai  titolari delle  azioni  dell’Emittente  portate  in  adesione  all’Offerta durante il precedente periodo di adesione, e cioè Euro 2,47 per azione. 

Il pagamento del predetto corrispettivo ai possessori di azioni portate in adesione all’Offerta durante il Periodo di Riapertura dei Termini avverrà il quinto giorno di borsa aperta successivo alla chiusura del Periodo di Riapertura dei Termini, e cioè il 28 settembre 2018. 

 

EVENTUALE OBBLIGO DI ACQUISTO DELLE AZIONI RESIDUE 

Si  rende  altresì  noto  sin  da  ora  che,  qualora  in  esito  ad  adesioni  all’Offerta  durante  il  Periodo  di  Riapertura  dei Termini gli Offerenti vengano a detenere una partecipazione almeno pari al 95% del capitale sociale dell’Emittente, ricorrerebbero i presupposti di legge per l’obbligo degli Offerenti di acquistare, da chi ne faccia richiesta, ai sensi dell’articolo 108, comma 1 del TUF, le azioni ordinarie dell’Emittente non portate in adesione all’Offerta.

In tale evenienza, come già dichiarato dagli Offerenti nel Documento di Offerta, gli Offerenti: (i) adempiranno al predetto obbligo di acquistare le rimanenti azioni dell’Emittente in circolazione da chi ne faccia richiesta, ai sensi dell’articolo 108, comma 1, del TUF e (ii) non si avvarranno del diritto di acquisto di cui all’articolo 111 del TUF sulle rimanenti azioni dell’Emittente in circolazione. 

Il  predetto  obbligo  di  acquisto  sarà  adempiuto,  se  del  caso,  dando  corso  alle  relativa  procedura  concordata  con CONSOB e Borsa Italiana S.p.A., e le informazioni necessarie saranno fornite in un apposito comunicato a cura degli Offerenti. 

 

RIPRISTINO DEL FLOTTANTE 

Successivamente allo scadere del Periodo di Riapertura dei Termini, ovvero, in alternativa, al termine della eventuale procedura di acquisto di cui all’art. 108, comma 1, del TUF, nel caso in cui  gli Offerenti vengano a detenere una partecipazione  almeno  pari  al  95%  del  capitale  sociale  dell’Emittente,  come  già  dichiarato  nel  Documento  di Offerta  ai  sensi  dell’articolo  108,  comma  2,  del  TUF,  gli  Offerenti  procederanno  in  ogni  caso  al  ripristino  del flottante  sufficiente  ad  assicurare  un  regolare  andamento  delle  negoziazioni,  secondo  le  modalità  che  verranno ritenute più opportune alla luce delle esigenze di mercato. Le predette modalità di ripristino del flottante verranno comunicate non appena stabilite dagli Offerenti. 

 

***


Si rammenta che il Documento di Offerta è stato pubblicato in data 7 agosto 2018 ed è a disposizione del pubblico per la consultazione come segue:  
(i)    presso la sede legale degli Offerenti, e cioè rispettivamente, per A2A in via Lamarmora 230 - 25124 Brescia, e per LRH in via Fiandra 13 - 23900 Lecco; 
(ii)   presso la sede legale dell’Emittente in via Canova n. 3 - 20900 Monza; 
(iii)  presso la sede legale dell’Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni Società per Amministrazioni Fiduciarie – Spafid S.p.A. in via Filodrammatici, 10 - 20121 Milano; 
(iv)  presso la sede legale degli Intermediari Incaricati, e cioè rispettivamente, per BNP Paribas Securities Services in Piazza  Lina  Bo  Bardi,  3  -  20124  Milano,  per  Equita  SIM  S.p.A.  in  Via  Turati,  9  -  20121  Milano  e  per Mediobanca S.p.A. in Piazzetta Enrico Cuccia, 1 - 20121 Milano; 
(v)   presso Borsa Italiana; 
(vi)  sul sito internet dell’Emittente, www.acsm-agam.it.  


 

PER INFORMAZIONI 

A2A
Media Relations 
Giuseppe Mariano 
Tel. 02 7720.4582 – 4583 
ufficiostampa@a2a.eu
Investor Relations: 
Tel.02 7720.3974 
ir@a2a.eu

Lario Reti Holding – Ufficio Comunicazione 
Matteo Grazioli  
Tel. 0341 1927432 
m.grazioli@larioreti.it
http://www.larioreti.it

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Unareti – Gruppo A2A si aggiudica la gara gas Milano

Milano, 5 settembre 2018 - Il Comune di Milano, in qualità di Stazione Appaltante della gara per l’affidamento in concessione del servizio di distribuzione del gas naturale nell’ambito territoriale di “Milano 1 - Città e Impianto di Milano”, ha comunicato a UNARETI, società del Gruppo A2A, l’aggiudicazione definitiva della gara stessa con un punteggio complessivo di 98,12 punti su 100.

L’ATEM di MI1 è costituito da un totale di oltre 830.000 PdR (punti di riconsegna) attivi sui Comuni di Milano, Baranzate, Bollate, Cinisello Balsamo, Corsico, Novate Milanese e Sesto San Giovanni.

La concessione, della durata di 12 anni, ha un valore complessivo di € 1.370.000.000.

Quella di Milano 1 è la prima gara d’ambito arrivata a compimento in Italia e la seconda più grande in assoluto (dopo l’ATEM di Roma 1).

 

Contatti:

A2A Media Relations
Giuseppe Mariano
Tel. 02 7720.4583
ufficiostampa@a2a.eu

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
A2A: sottoscritta la prima linea di credito in Italia legata alla Politica di Sostenibilità del Gruppo e allo Standard Ethics Rating

Milano, 29 agosto 2018 - Il Gruppo A2A ha sottoscritto una linea di credito sostenibile da 400 milioni di euro e della durata di 5 anni che, per la prima volta in Italia, vede collegati i margini del prestito non solo alle prestazioni ESG (ambientali, sociali e di governance) della società, ma anche al raggiungimento di specifici obiettivi aziendali legati alla decarbonizzazione, all’energia green e all'economia circolare. La "ESG/KPIs Linked Revolving Credit Facility" include infatti un meccanismo bonus / malus legato a KPI ambientali combinati con il rating annuale ESG di Standard Ethics.

“Essere stati i primi in Italia ad aver sottoscritto una linea di credito con queste caratteristiche dimostra come A2A sia capace di innovare non solo industrialmente ma anche nella finanza d’impresa, combinando economicità e sostenibilità ambientale” - dichiara Valerio Camerano, Amministratore Delegato del Gruppo A2A - “Si tratta di un’operazione che sarà tanto più vantaggiosa quanto più saremo in grado di implementare e realizzare il modello di business che abbiamo disegnato con il Piano Strategico di Gruppo. Un percorso che ha nella sostenibilità il proprio principio ispiratore di sviluppo e consente una gestione concretamente integrata degli aspetti economici, ambientali e sociali. È un modello in cui crediamo fortemente, tanto da avere inserito già dal 2017 obiettivi legati alla sostenibilità anche nei sistemi MbO di incentivazione per il management del Gruppo”.

“La sostenibilità è un principio da tutti condiviso” – afferma Giovanni Valotti Presidente di A2A – “Tradurlo in progetti concreti, misurarlo con indicatori oggettivi rendendo conto in modo trasparente del loro grado di conseguimento, collegarlo ai meccanismi di finanziamento dell’azienda e di incentivazione del management, rappresenta il modo per passare dalla parole a i fatti. A beneficio di tutti i cittadini attuali e delle future generazioni.”

La linea di credito, che per A2A va a sostituire un precedente accordo siglato nel 2013, ha recepito come target ambientali due degli obiettivi che il Gruppo A2A ha definito nella propria Politica e nel Piano di Sostenibilità 2018-2022: in ambito economia circolare il primo goal riguarda l’incremento di recupero della materia da rifiuti trattati negli impianti del Gruppo; il secondo obiettivo, in linea con il processo di decarbonizzazione in cui A2A è già impegnata, si lega alla crescita della quota di energia green prodotta da fonti rinnovabili che sarà venduta nel segmento mass market.

Ai fini della linea di credito, il raggiungimento di questi target consentirà ad A2A di beneficiare di tassi più favorevoli.

Per quanto riguarda invece lo Standard Ethics Rating (SER) A2A è attualmente classificata come "EE-": un eventuale upgrade o downgrade nel rating da parte di Standard Ethics influirà sull’aggiustamento del margine a carico del Gruppo.

La nuova linea di credito sostenibile ha visto protagonista BBVA nel ruolo di unico “Sustainability Advisor” e “Documentation Agent”; BBVA e Crédit Agricole CIB hanno agito in qualità di “Joint Sustainability Coordinators”.

Gli istituti finanziatori coinvolti come “Mandated Lead Arrangers” sono stati BBVA, Crédit Agricole CIB, Banca IMI-Intesa Sanpaolo, Mediobanca e UniCredit.

Contatti:
A2A Media Relations
Giuseppe Mariano
Tel. 02 7720.4583
ufficiostampa@a2a.eu

mostra
Comunicati stampa">


Comunicati stampa
Avvenuta pubblicazione del documento di offerta

Comunicazione ai sensi dell’articolo 38, comma 2, del Regolamento Emittenti, avente ad oggetto l’offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria promossa congiuntamente da A2A S.p.A. (“A2A”) e Lario Reti Holding S.p.A. (“LRH”) (gli “offerenti”) sulla totalità delle azioni ordinarie di Acsm-Agam S.p.A.

7 agosto 2018 – Gli Offerenti comunicano, ai sensi dell’articolo 38, comma 2, del Regolamento Emittenti, di aver pubblicato in data odierna il documento di offerta (il “Documento di Offerta”) relativo all’offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria (l’“Offerta”), ai sensi degli articoli 102, 106, comma 1, e 109 del TUF su n. 26.264.874 azioni ordinarie di ACSM AGAM S.P.A. (“ACSM-AGAM” o l’“Emittente”), quotate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A..

L’Offerta è promossa esclusivamente in Italia e le azioni interessate, pari al 13,31% del capitale sociale dell’Emittente, corrispondono alla totalità delle azioni ordinarie emesse dall’Emittente, dedotte le azioni dell’Emittente già detenute, direttamente o indirettamente, dagli Offerenti e dal Comune di Como, dal Comune di Monza, dal Comune di Sondrio e dal Comune di Varese (gli “Obbligati in Solido”).

Al Documento di Offerta è allegato il “comunicato dell’emittente”, redatto ai sensi degli articoli 103, comma 3, del TUF e 39 del Regolamento Emittenti, approvato dal consiglio di amministrazione dell’Emittente in occasione dell’adunanza consiliare del 3 agosto 2018, corredato dal parere degli amministratori indipendenti dell’Emittente, redatto ai sensi dell’articolo 39-bis del Regolamento Emittenti.

Vengono di seguito riportati, in maniera sintetica, i principali elementi dell’Offerta. Per maggiori informazioni si rinvia al Documento di Offerta.

MOTIVAZIONI DELL’OFFERTA

L’Offerta non è finalizzata alla revoca della quotazione delle azioni ordinarie dell’Emittente.

La promozione dell’Offerta si colloca all’interno del progetto delle società A2A, LRH, ASPEM S.p.A., Azienda Energetica Valtellina Valchiavenna S.p.A. e dell’Emittente di un comune sviluppo concentrato nella Lombardia settentrionale, avente come obiettivo principale la condivisione di linee strategiche di crescita volte – attraverso la valorizzazione delle singole società di settore, dei loro brand e del loro attuale presidio territoriale – all’attivazione di sinergie commerciali, industriali ed operative, tramite un’aggregazione industriale e societaria. In particolare, l’obbligo di procedere all’Offerta consegue al perfezionamento, avvenuto in data 1 luglio 2018, dell’operazione di fusione per incorporazione in ACSMAGAM di A2A Idro4 S.r.l., ACEL Service S.r.l., AEVV Energie S.r.l., ASPEM S.p.A., Azienda Energetica Valtellina Valchiavenna S.p.A. e Lario Reti Gas S.r.l. (la “Fusione”) e alla scissione parziale di A2A Energia S.p.A. a beneficio di ACSM-AGAM (avente ad oggetto il ramo d’azienda costituito dai clienti energia della provincia di Varese) (la “Scissione”), per effetto della quale gli Offerenti, unitamente agli Obbligati in Solido, sono venuti a detenere direttamente n. 171.078.920 azioni ordinarie di ACSM-AGAM, pari al 86,69% del capitale sociale di ACSM-AGAM, determinando l’obbligo di promuovere l’offerta pubblica di acquisto totalitaria sulle azioni dell’Emittente ai sensi del combinato disposto degli artt. 106, comma 1 e 109 del TUF.

L’obiettivo degli Offerenti è quello di mantenere la quotazione dell’Emittente quale strumento di crescita ulteriore attraverso partnership con altre realtà locali operanti nel settore dei servizi pubblici locali, nel settore dell’efficienza energetica e dell’economia circolare.

Qualora, ad esito dell’Offerta, il flottante di ACSM-AGAM fosse ridotto in misura tale da non consentire un regolare andamento delle negoziazioni, si provvederà a ricostituire il flottante in misura adeguata a consentire il mantenimento della quotazione delle azioni di ACSM-AGAM sul MTA.

INDICAZIONE DEL CORRISPETTIVO

Gli Offerenti pagheranno agli aderenti all’Offerta un corrispettivo di Euro 2,47 per ogni azione portata in adesione (il “Corrispettivo”). A2A e LRH si faranno carico del pagamento del Corrispettivo in misura pari, rispettivamente, al 73,41% e al 26,59%.

Considerata la natura obbligatoria dell’Offerta e tenuto conto della struttura dell’operazione da cui sorge l’obbligo di promuovere l’Offerta, il Corrispettivo è stato determinato conformemente a quanto disposto dall’art. 106, comma 2, del TUF, ai sensi del quale l’Offerta deve essere promossa ad un prezzo non inferiore a quello più elevato pagato dagli Offerenti e da persone che agiscono di concerto con gli Offerenti per l’acquisto di azioni dell’Emittente nei 12 mesi anteriori alla data del comunicato di cui all’art. 102, comma 1, del TUF. Il Corrispettivo corrisponde al valore attribuito ad un’azione ACSM-AGAM ai fini della determinazione del rapporto di cambio delle azioni/quote delle società partecipanti alla Fusione e alla Scissione (come comunicato tramite comunicato stampa, pubblicato il 23 gennaio 2018, rispettivamente, da A2A e ACSM-AGAM sui loro rispettivi siti internet www.a2a.eu e www.acsm-agam.it).

In particolare, ai fini della determinazione del Corrispettivo si è fatto esclusivamente riferimento al valore unitario che, nell’ambito delle valutazioni effettuate alla data di approvazione dei progetti di Fusione e di Scissione da parte dei consigli di amministrazione delle società partecipanti, è stato attribuito ai fini della definizione del relativo rapporto di cambio, in quanto tale valore corrisponde al prezzo più alto pagato dagli Offerenti e da persone che agiscono di concerto con gli Offerenti nei 12 mesi anteriori alla comunicazione di cui all’art. 102, comma 1, per acquisti di azioni dell’Emittente.

PERIODO DI ADESIONE E DATA DI PAGAMENTO

Il periodo di adesione, concordato con Borsa Italiana ai sensi dell’articolo 40, comma 2, del Regolamento Emittenti, avrà inizio alle ore 8:30 del 20 agosto 2018, e terminerà alle ore 17:30 del 7 settembre 2018, estremi inclusi (il “Periodo di Adesione”).

Il 7 settembre 2018 rappresenta, pertanto, la data di chiusura del Periodo di Adesione, salvo proroghe che dovessero intervenire in conformità alle disposizioni di legge e regolamentari.

Gli Offerenti comunicheranno eventuali modifiche all’Offerta, ai sensi delle disposizioni di legge e regolamentari vigenti.

Il pagamento del Corrispettivo dell’Offerta ai titolari delle azioni portate in adesione all’Offerta, a fronte del contestuale trasferimento della proprietà di tali azioni, avverrà il quinto giorno di borsa aperta successivo alla chiusura del Periodo di Adesione e, pertanto, il 14 settembre 2018, ovvero, in caso di proroga, il quinto giorno di borsa aperta successivo alla chiusura del Periodo di Adesione (come prorogato).

Ove applicabile la riapertura dei termini dell’Offerta si svolgerà nelle sedute del 17, 18, 19, 20 e 21 settembre 2018, con data di pagamento il 28 settembre p.v..

MODALITÀ E TERMINI ADESIONE

L’“Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni” è Società per Amministrazioni Fiduciarie – Spafid S.p.A., mentre gli “Intermediari Incaricati”, cioè gli intermediari responsabili per la raccolta delle schede di adesione ed autorizzati a sottoscriverle e consegnarle, sono: BNP Paribas Securities Services, Equita SIM S.p.A. e Mediobanca S.p.A..

L’adesione all’Offerta dovrà avvenire tramite la sottoscrizione e la consegna ad un Intermediario Incaricato di apposita scheda di adesione debitamente compilata in ogni sua parte, con contestuale deposito delle azioni presso detto Intermediario Incaricato.

Gli azionisti dell’Emittente che intendano aderire all’Offerta potranno consegnare la scheda di adesione e depositare le azioni ivi indicate anche presso intermediari depositari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata presso Monte Titoli S.p.A. (a titolo esemplificativo, banche, SIM, società di investimento, agenti di cambio, gli “Intermediari Depositari”), a condizione che la consegna e il deposito siano effettuati in tempo utile per consentire a detti Intermediari Depositari di provvedere al deposito delle azioni presso un Intermediario Incaricato entro e non oltre l’ultimo giorno del Periodo di Adesione.

Le Azioni sono assoggettate al regime di dematerializzazione dei titoli previsto dagli artt. 83-bis e seguenti del TUF, nonché dal Regolamento adottato con delibera CONSOB e Banca d’Italia del 22 febbraio 2008, come successivamente modificato e integrato.

Gli azionisti che intendono portare le proprie Azioni in adesione all’Offerta devono essere titolari delle azioni in forma dematerializzata, regolarmente iscritte in un conto titoli presso uno degli Intermediari Depositari e devono rivolgersi ai rispettivi intermediari per il conferimento di adeguate istruzioni al fine di aderire all’Offerta.

La sottoscrizione della scheda di adesione, pertanto, in considerazione del predetto regime di dematerializzazione dei titoli, varrà come istruzione irrevocabile conferita all’Intermediario Incaricato o agli Intermediari Depositari, di trasferire le predette azioni in depositi a favore degli Offerenti.

Potranno essere portate in adesione solo le azioni che, al momento dell’adesione, siano regolarmente iscritte e disponibili su un conto titoli presso un intermediario aderente al sistema di gestione accentrata presso Monte Titoli S.p.A..

* * *

Il Documento di Offerta contenente la descrizione puntuale dei termini e delle condizioni dell’Offerta, nonché, tra l’altro, delle modalità di adesione alla stessa, è stato pubblicato in data odierna e messo a disposizione del pubblico per la consultazione come segue:

(i) presso la sede legale degli Offerenti, e cioè rispettivamente, per A2A in via Lamarmora 230 - 25124 Brescia e per LRH in via Fiandra 13 - 23900 Lecco;

(ii) presso la sede legale dell’Emittente in via Canova n. 3 - 20900 Monza;

(iii) presso la sede legale dell’Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni Società per Amministrazioni Fiduciarie – Spafid S.p.A. in via Filodrammatici, 10 - 20121 Milano;

(iv) presso la sede legale degli Intermediari Incaricati, e cioè rispettivamente, per BNP Paribas Securities Services in Piazza Lina Bo Bardi, 3 - 20124 Milano, per Equita SIM S.p.A. in Via Turati, 9 - 20121 Milano e per Mediobanca S.p.A. in Piazzetta Enrico Cuccia, 1 - 20121 Milano;

(v) presso Borsa Italiana;

(vi) sul sito internet dell’Emittente, www.acsm-agam.it.

* * *

Il presente comunicato non costituisce né intende costituire un’offerta, invito o sollecitazione a comprare o altrimenti acquisire, sottoscrivere, vendere o altrimenti disporre di strumenti finanziari, e non verrà posta in essere alcuna vendita, emissione o trasferimento di strumenti finanziari di ACSM-AGAM S.p.A. in nessun paese in violazione della normativa ivi applicabile. L’Offerta è effettuata a mezzo della pubblicazione del relativo documento d’offerta approvato con delibera dalla CONSOB. Il documento d’offerta contiene l’integrale descrizione dei termini e delle condizioni dell’Offerta, incluse le modalità di adesione.

mostra
Iscriviti a Comunicati stampa