Salta al contenuto principale

Impianti Idroelettrici

Impianto del Braulio

L'impianto, ultimo tra quelli realizzati in Valtellina e situato alla quota più elevata, può essere considerato un completamento di quello di Premadio: infatti il canale Gavia-Forni-Braulio riversava la propria portata nell'alveo del torrente Braulio, a quota 2.107 m s.l.m. Più a valle, a quota 1.986 m s.l.m., un'opera di presa raccoglieva nuovamente le acque per convogliarle alla diga di San Giacomo. L'utilizzo di questa energia, altrimenti dispersa, si rivelò estremamente interessante in considerazione delle crisi energetiche degli anni settanta. L'impianto è composto da una vasca di carico di 9.800 m³, dove ora si immettono le acque del canale Gavia, dalla condotta forzata e dalla sala macchine.
La realizzazione in caverna è stata una precisa scelta effettuata per minimizzare l'impatto ambientale, poichè l'impianto è totalmente inserito nel Parco Nazionale dello Stelvio. Particolare cura è stata posta negli interventi di rinaturalizzazione delle aree interessate dal cantiere. L'impianto è in esercizio dal 1986.

Dati Principali
Localizzazione Alpi Retiche - Comuni di Bormio e Valdidentro
Bacino imbrifero 108,3 km²
Dighe/capacità nessun invaso
Centrali 1 - Località Case Bruciate
Potenza installata 2 x 9 MW + 1 x 1 MW = 19 MW
Salto medio effettivo 133,83 m
Diametro condotta forzata 2,05 m
Turbine installate 1 Pelton - 2 Francis