Salta al contenuto principale

Il Consiglio di Amministrazione di A2A S.p.A. ha esaminato e approvato l’Informativa trimestrale al 30 settembre 2018

***
Utile Netto, pari a 335 milioni di euro, in significativa crescita (+48% rispetto al corrispondente periodo del 20171

Margine Operativo Lordo stabile a 875 milioni di euro.
Su base ordinaria, 824 milioni di euro (+1% rispetto ai primi 9 mesi del 20171)

Investimenti per 304 milioni di euro, in crescita del 24% rispetto ai primi 9 mesi del 2017

Posizione Finanziaria Netta, 2.877 milioni di euro, in significativa riduzione (349 milioni di euro in meno rispetto al 31 dicembre 2017)

***

Milano, 13 novembre 2018 – Si è riunito oggi il Consiglio di Amministrazione di A2A S.p.A. che, sotto la Presidenza del Prof. Giovanni Valotti, ha esaminato e approvato l’Informativa trimestrale al 30 settembre 2018.

Lo scenario dei primi nove mesi del 2018 è stato caratterizzato, in particolare nell’ultimo trimestre del periodo, da elevate quotazioni del gas e dell’energia elettrica: il prezzo medio del gas al PSV è stato pari a 23,6 €/MWh, in aumento del 25,6% rispetto al medesimo periodo del 2017 e il PUN Base Load è salito del 14,7% attestandosi a 58,9 €/MWh. Le quotazioni della CO2 sono quasi triplicate rispetto al 2017 passando da 5,3€/Tonn a 14,4€/Tonn.

A partire dal primo luglio 2018 A2A consolida integralmente il gruppo ACSM-AGAM, frutto dell’aggregazione delle utilities di Como, Monza, Lecco, Sondrio e Varese (Multiutility del Nord), proseguendo in tal modo il percorso di partnership industriale e societaria delle public utilities della Lombardia.

 

1 I valori “restated” recepiscono la riclassificazione ai fini dell’IFRS 5 delle poste economiche del gruppo EPCG.