Salta al contenuto principale

Transizione Energetica

La strategia al 2030 di A2A mira a sviluppare la produzione e l'utilizzo di energia green velocizzando la decarbonizzazione e favorendo l'elettrificazione dei consumi.

I nostri obiettivi ESG nell’ambito della transizione energetica

Obiettivi di sostenibilità sfidanti guidano il piano strategico al 2030 di A2A:

La nostra strategia di crescita

 

La nostra strategia di crescita


 

Indicatori chiave

La crisi climatica in corso evidenzia la necessità di accelerare la transizione energetica dai combustibili fossili alle fonti rinnovabili.

Conseguentemente, abbiamo previsto una crescita degli investimenti del 15%, raggiungendo gli 11 miliardi di euro, con un target EBITDA di 1,7 miliardi di euro.
Questo percorso virtuoso prevede il miglioramento del fattore emissivo di Gruppo al 2030 rispetto all’obiettivo approvato dalla Science Based Targets initiative (216 gCO2/kWh nell’attuale Piano vs 230 gCO2/kWh certificati SBTi) e di conseguenza la riduzione del 49% delle emissioni specifiche di A2A rispetto al 2017.

In termini di nuovi sviluppi strategici, il Piano prevede l’anticipazione della crescita del portafoglio di impianti green e un forte incremento nella mobilità elettrica.

Le nostre azioni strategiche

Accelerare la crescita FER

Il 2021 è stato caratterizzato dall’acquisizione di portafogli di impianti di generazione da fonti rinnovabili che ha consentito di anticipare di due anni gli obiettivi di incremento nella generazione di energia green previsti nel Piano.

In questa direzione vanno anche gli accordi siglati a febbraio 2021 con Octopus Renewables e a gennaio 2022 con Ardian, che ci consentono di acquisire portafogli di impianti eolici e fotovoltaici localizzati in Italia e in Spagna con una potenza complessiva di 173 MW (Octopus) e 352 MW (Ardian). Tali operazioni ci permetteranno di consolidare la posizione di secondo operatore nelle rinnovabili e la presenza sul territorio nazionale, rappresentando inoltre un primo passo di sviluppo di impianti rinnovabili in Europa.

Nei prossimi anni, quindi, confermiamo l’impegno nell’accelerare la crescita FER anticipando tra il 2021 e il 2023 l’installazione del 20% della nuova capacità rinnovabile (vs 8% precedente Piano). La nuova pipeline di sviluppo, pari a 2,5 GW, è costituita da un mix tecnologico bilanciato - 61% solare e 39% eolico - e da uno stato di avanzamento dei progetti in linea rispetto alle attese.

 

Capacità rinnovabile installata1 | GW


Note: (1) include Idroelettrico, solare e eolico (2) include 120 MW di nuove M&A (AEB). Asset acquisiti da 3NEW considerati pro-quota (3) include 0,1 B€ di nuovi M&A (AEB)

Garantire la flessibilità di sistema

Per garantire la flessibilità del sistema elettrico nazionale, svilupperemo un mix di soluzioni tra cui un nuovo ciclo combinato a gas abilitato a blending con idrogeno, un nuovo gas peaker (già autorizzato), storage elettrochimico e 4 potenziamenti CCGT (già autorizzati) che contribuiscono all’aumento di 1,7 GW in nuova flessibilità al 2030.
Oltre a questo:

  • Svilupperemo dei progetti pilota con Terna per la regolazione secondaria
  • Amplieremo il portafoglio di dispacciamento con fonti terze
  • Utilizzeremo compensatori sincroni (Brindisi) e avvieremo nuovi progetti sulla base delle esigenze di rete
  • Daremo seguito a progetti pilota UVAM (Unità Virtuali Abilitate Miste)
  • Svilupperemo soluzioni di autoconsumo

 

Mix di risorse diversificato per la flessibilità

Accompagnare il processo di elettrificazione dei consumi

Nei consumi finali sarà sempre più rilevante il peso dell’elettrificazione. Vogliamo essere abilitatori di questa transizione del sistema elettrico grazie ad un piano di investimenti nelle reti elettriche pari a 1,9 miliardi di euro cumulati al 2030. Confermiamo così il nostro impegno nell’accompagnare il percorso progressivo verso l’elettrificazione dei consumi.

 

Evoluzione RAB elettrica e gas | B€, 2021-2030


 

CAPEX cumulati

Guidare le scelte dei nostri clienti verso la transizione energetica

Nel prossimo decennio, continueremo a diffondere una cultura a sostegno di un consumo responsabile dei nostri clienti con una crescita del 150% della base clienti elettrici al 2030 e del 25% dei clienti gas.

 

Evoluzione base clienti | M Clienti

Nuovi sviluppi strategici

Essere tra i top 3 charging point operators italiani

Nell’ambito della mobilità elettrica, quadruplicheremo il target di installazione di punti di ricarica per veicoli elettrici (24.000 al 2030 vs 6.000 nel precedente Piano), con una market share relativa in Italia del 15-20%, attivando investimenti pari a 300 milioni di euro, con l’obiettivo di confermarci tra i primi 3 Charging Point Operator nazionali. Abbiamo inoltre previsto lo sviluppo delle attività Mobility Service Provider, con oltre 200 mila clienti del servizio di ricarica a fine Piano.


 

Nuova ambizione


Note: (1) Elaborazione su dati Smart Mobility Report 2021 SMR E&S Politecnico di Milano ; Motus-E, Il futuro della mobilità elettrica: l’infrastruttura di ricarica in Italia @ 2030; T&E Recharge EU 2020

Ampliare la produzione verde grazie all’accelerazione nelle rinnovabili

Grazie all’accelerazione nelle rinnovabili, il Gruppo ha ampliato la produzione di energia verde con 4,7 TWh in più rispetto al precedente Piano.

 

Produzione rinnovabile1 | TWh

 

Note: (1) include la produzione solare, eolica ed idroelettrica da fonti rinnovabili. Produzioni da asset con partecipazione di minoranza considerate pro quota

Aggiornamento Piano Strategico 2021-2030

Contattaci per porre domande sulla presentazione.
Il team di Investor Relations cercherà di fornire le risposte in tempi brevi.